Lamborghini Huracàn Performante Spyder: si svela al Salone di Ginevra

Una “supercar da pista che aggiunge l’impatto emozionale della guida a cielo aperto”: così Stefano Domenicali, AD Lamborghini, annuncia Huracàn Performante Spyder che fa bella mostra di se a Ginevra.

Lamborghini Huracàn Performante Spyder: si svela al Salone di Ginevra

di Francesco Giorgi

06 marzo 2018

Il parterre delle novità in procinto di svelarsi al grande pubblico del Salone di Ginevra (qui la nostra guida all’evento) che aprirà i battenti giovedì 8 marzo per concludersi domenica 18 si preannuncia decisamente “hot”. Lo dimostra l’anteprima di Lamborghini Huracàn Performante Spyder, nuova declinazione “en plein air” della erede di Gallardo e, insieme ad Aventador, protagonista del “new deal” Lamborghini che dal 2011 ha totalizzato oltre 16.000 unità vendute, e che si preannuncia altrettanto invitante con il debutto sul mercato del SUV Urus.

In attesa che, come avanzato alla fine dello scorso novembre dall’amministratore delegato di Lamborghini Automobili, Stefano Domenicali, nella gamma del marchio emiliano possano, a breve-medio termine, esserci nuovi sistemi di propulsione elettrificati, al Salone di Ginevra 2018 i riflettori dei vertici di Sant’Agata Bolognese vengono puntati sulla ghiotta Huracàn Performante Spyder, che porta in dote la tecnologia “Aerodinamica Lamborghini Attiva” (propria dell’azienda emiliana) accanto ai necessari aggiornamenti al corpo vettura.

Già definiti i dettagli essenziali di vendita: Lamborghini Huracàn Performante Spyder debutterà su strada nell’estate 2018, con prezzi (indicativi) a partire da 219.585 per l’Europa, 195.978 sterline per il Regno Unito, 308.859 dollari per gli Stati Uniti, 4.237.777 yuan (Cina) e, per il Giappone, 35.613.532 yen.

Nel dettaglio, indica Stefano Domenicali nella nota introduttiva alla novità esposta al Salone di Ginevra 2018, “Lamborghini Huracàn Performante Spyder rappresenta l’apice del continuo programma di sviluppo Huracàn, unito ad un impatto emozionale ancora più intenso come può essere l’esperienza di mettersi al volante di una roadster. Se Huracàn Performante porta in dote il carattere di una vera supercar da pista, la nuova versione Spyder aggiunge, per il pilota, la sensazione di trovarsi ancora di più a contatto con l’asfalto e con l’aria aperta e, nello stesso tempo, un legame ancora più marcato con lo spirito Lamborghini grazie alla possibilità di apprezzare ancora di più il ‘sound’ del motore aspirato”.

In rapporto alla declinazione “Performante”, la nuova Lamborghini Huracàn Performante Spyder presentata a Ginevra 2018 e di prossimo ingresso in listino si distingue per un differente disegno della zona posteriore dell’abitacolo. In conformità alle soluzioni “roadster” universalmente adottate, Huracàn Performante Spyder aggiunge due “pinne” aerodinamiche mobili alle spalle di pilota e passeggero, evidenti quando la capote viene abbassata (il movimento di apertura e chiusura, a comando elettro-idraulico, si completa in 17 secondi e fino a 50 km/h; in alternativa, il lunotto può essere aperto o richiuso separatamente, in modo da formare, a capote aperta, un deflettore supplementare); in più, fra le due “pinne” viene collocato condotto integrato, che riduce la turbolenza all’altezza della testa durante la guida “a cielo aperto”. Ad ottimizzare la penetrazione aerodinamica, intervengono inoltre due pannelli laterali, il cui obiettivo è anche quello di assicurare un ottimale comfort acustico a conducente e passeggero.

I valori prestazionali sono, “ovviamente”, da urlo: velocità massima 325 km/h (equivalente a quella di Huracàn Performante Coupé); scatto da 0 a 100 km/h in 3”1; spazio di arresto da 100 km/h a 0: appena 31,5 m.

Tutto su: Lamborghini Huracàn