Renault: annunciate le novità per il Salone di Ginevra

Il Gruppo della Losanga punta i propri riflettori su nuove proposte in chiave di mobilità urbana e condivisa, sull’efficienza dei propri motori, sui modelli elettrici e su Dacia ed Alpine. Ecco i primi dettagli.

Una concept che esprime la filosofia del marchio per la mobilità urbana e condivisa dei prossimi anni; una inedita versione potenziata dell’unità elettrica che equipaggia Zoe; un nuovo motore 1.3I Energy sviluppato per offrire una sensibile ottimizzazione dei consumi ed un più elevato rendimento termico; un ulteriore allestimento (ed una nuova motorizzazione) per Talisman, una serie esclusiva per Dacia Stepway e, a corollario della propria tradizione sportiva attualmente in fase di rilancio nel settore delle coupé ad alte prrestazioni, Alpine A110. È questo, in estrema sintesi, il biglietto da visita con il quale il Gruppo Renault conferma, in queste ore, la propria partecipazione all’imminente Salone di Ginevra, in programma da giovedì 8 a domenica 18 marzo.

La prima novità di rilievo Renault che vedremo al Salone di Ginevra è relativa alla presentazione di un prototipo destinato ad esprimere la visione della Marque à Losange “Sulla mobilità urbana e condivisa del futuro”: due strategie scritte a caratteri sempre più evidenti sui taccuini delle priorità dei big player automotive. Finora, il progetto è “top secret”: tutti i dettagli saranno resi noti al momento del vernissage.

Con Zoe MY 2018, modello chiamato a giocare un ulteriore ruolo nel “new deal” elettrico per Renault, l’obiettivo è offrire sul mercato un veicolo con un po’ di potenza in più. Nel dettaglio, la “compatta” a zero emissioni si aggiorna con l’offerta di una nuova unità motrice: nello specifico, la variante R110, che dichiara 108 CV (16 in più rispetto alla attuale R90 da 92 CV), che su strada andrebbe a tradursi in un sensibile miglioramento in termini di accelerazione. La batteria agli ioni di litio è la stessa della R90, vale a dire da 41 kWh; i valori relativi all’autonomia, attualmente in fase di omologazione WLTP (i nuovi standard entrati in vigore a settembre 2017), sarano comunicati più avanti: la percorrenza massima, in ogni caso, dovrebbe attestarsi su 300 km. La nuova unità R110 (con l’imminente debutto della nuova versone, fissato in primavera, la lineup elettrica Renault raggiunge cinque varianti – 44 kW, 57 kW, 60 kW, 68 kW e 80 kW – per Kangoo Z.E., Master Z.E. e ZOE oltre alla variante elettrica di Smart) si avvale dell’expertise dei tecnici di Yvelines (Technocentre) e di Cléon, dove viene prodotta. Oltre al nuovo R110, Renault Zoe 2018 propone una estensione di compatibilità, secondo gli standard Android Auto, del proprio dispositivo infotainment, nonché una ulteriore tinta carrozzeria: la nuance metallizzata Viola Mirtillo, offerta in abbinamento al “Pack Viola” specifico della variante Intens.

Sulla scorta delle anticipazioni comunicate da Renault all’inizio dello scorso dicembre, il Gruppo della Losanga svelerà a Ginevra 2018 una inedita motorizzazione 1.3I Energy TCe, frutto di un progetto condiviso fra la “big alliance” Renault-Nissan-Mitsubishi e il partner tecnologico Daimler-Benz e destinato ad equipaggiare Renault Captur e Renault Scénic. Nel dettaglio, il nuovo blocco – che viene prodotto nelle linee di montaggio Renault di Valladolid – viene abbinato alle trasmissioni manuali ed automatiche EDC con comando a doppia frizione. La gamma di potenza si articola su tre livelli: TCe 115 CV con cambio manuale, Energy TCe 140 CV ed Energy TCe 160 CV con trasmissione manuale e automatica EDC. Le tre varianti si aggiungono alle proposte turbodiesel dCi 110, dCi 110 Hybrid Assist, dCi 130 e dCi 160. Dal punto di vista dei contenuti tecnici, il nuovo gruppo termico 1.3I Energy porta in dote una specifica ricerca nella riduzione degli attriti – con l’obiettivo di ridurre i consumi e le emissioni, e nello stesso tempo aumentare le prestazioni del veicolo – mediante il rivestimento delle pareti dei cilindri con materiali di ultima generazione “Bore Spray Coating” (tecnologia “ereditata” da Nissan GT-R); la pressione di iniezione diretta carburante portata a 250 bar e il nuovo disegno della camera di combustione, progettata per ottimizzare la miscela aria-benzina; e con l’impiego del sistema Dual Variable Timing Camshaft per l’alzata delle valvole in modo da erogare una distribuzione più omogenea della coppia motrice ai bassi regimi come a quelli medio-alti.

Una terza novità Renault a Ginevra 2018 sarà rappresentata dall’introduzione di una versione esclusiva, nonché di una nuova motorizzazione, per la berlina di segmento medio-alto Talisman (anche in questo caso, se ne saprà di più al momento dell’anteprima).

Di dettaglio le altre presenze per il Gruppo Renault al Salone di Ginevra 2018: si tratterà, essenzialmente, di una nuova serie limitata per Dacia Stepway (in questo senso, la Marque à Losange ne annuncia la prossima introduzione come coronamento all’annata-record 2017 che ha coinciso con il “lancio” commerciale della nuova generazione di Dacia Duster: qui la nostra prova su strada e qui il nostro primo contatto con la recentissima edizione 2018); e dell’esposizione di Alpine A110 (che, ricordiamo, venne presentata in anteprima assoluta al Salone di Ginevra 2017), la “Berlinette” del 21. secolo da 252 CV erogati dall’unità 1.8 turbo con cambio doppia frizione a sette rapporti, già proposta nella versione-lancio “Première Edition” in 1.955 unità (andate esaurite nel giro di una manciata di giorni), e che alla rassegna verrà accompagnata da “Alcune novità, anche nel campo delle competizioni”: potrebbe trattarsi della Alpine A110 Cup (allestita da Signatech, l’équipe che sovrintende allo sviluppo e alla gestione in pista delle Alpine A470 impiegate nel WEC-World Endurance Championship) da 270 CV con cambio sequenziale a sei rapporti sviluppato da una partnership Signatech-3MO, specifiche regolazioni per l’assetto, impianto frenante e allestimenti di sicurezza e per l’abitacolo, anticipata nei mesi scorsi e destinata ad animare l’omonima serie monomarca in pista e riservata a piloti professionisti e dilettanti, pronta a prendere il via sul tracciato francese del Paul Ricard, nel weekend dell’1 e 2 giugno 2018.

Dacia Duster sul Gran Sasso Vedi tutte le immagini
Altri contenuti