Mercedes Classe A 2018: ecco la nuova generazione

La nuova Classe A si presenta più tecnologica, sportiva e spaziosa, portando in dote il futuristico sistema MBUX dotato di un’avanzata intelligenza artificiale.

Il debutto della quarta generazione della Mercedes Classe A segna una tappa importante nell’evoluzione del Costruttore di Stoccarda, capace di imboccare un nuovo corso stilistico e tecnologico iniziato con la recente CLS e proseguito adesso con il suo rinnovato modello entry-level pronto a conquistare il grande pubblico.

La Classe A verrà presentata sull’importante palcoscenico del Salone di Ginevra 2018 in programma il prossimo marzo e nel corso del medesimo mese sarà possibile ordinarla. Lunga 4.419 mm, la hatchback teutonica è cresciuta di ben 12 cm, mentre il passo ha raggiunto quota a 2.729 mm a tutto vantaggio dell’abitabilità interna e del vano bagaglio aumentato di ben 29 litri, raggiungendo così un totale di 370 litri.

Il nuovo design che caratterizza la vettura, capace di vantare fiancate ridisegnate, un frontale più inclinato e modifiche specifiche al posteriore, hanno permesso di ottimizzare la penetrazione aerodinamica ottenendo un ottimo Cx pari allo 0,25. La zona anteriore si distingue per gli inediti proiettori a LED dalla forma sottile e sfuggente che richiamano quelli visti sulla già citata CLS e portano al debutto su questo modello la  tecnologia d’illuminazione Multibeam Led dotata di riduzione automatica dell’intensità del fascio luminoso in caso di necessità.

Entrati nell’abitacolo della vettura si apprezza la novità tecnologica più stupefacente e rivoluzionaria, ovvero il sistema multimediale MBUX (Mercedes-Benz User Experience), caratterizzato dall’utilizzo di due display posizionati all’estremità superiore della plancia, capaci di fornire tutte le informazioni relative all’utilizzo e alla guida dell’auto. Le funzioni sono settabili sfruttando i touchpad disposti sul tunnel centrale e sul volante, a cui si aggiungono i comandi vocali e la possibilità di sfruttare il “touchscreen” per il display dell’infotainment che si trova sopra le bocchette d’aerazione.

Il sistema multimediale permette di utilizzare il dispositivo di navigazione satellitare connessa tramite il sistema Car-to-X in grado di dialogare con altre auto dotate della medesima tecnologia e con le infrastrutture stradali con lo scopo di segnalare eventuali pericoli e rendere l’esperienza di viaggio ancora più sicura. La connessione internet mette a disposizione una serie di utili App he forniscono nuovi servizi ed informazioni, come ad esempio orari e disponibilità di parcheggi a pagamento, prezzi praticati dalle stazioni di rifornimento e tanto altro ancora. L’MBUX mette inoltre a disposizione un sistema di realtà aumentata che tramite l’uso di una telecamera installata nella zona anteriore del veicolo mette a disposizione una serie di informazioni aggiuntive come i nomi delle strade ed i numeri civici con lo scopo di agevolare la navigazione.

Questo fantascientifico sistema di infotainment mette a disposizione anche i comandi vocali Voicetronic, ovvero una sorta di Siri di Apple capace di comprendere il linguaggio naturale. Per attivare l’assistente virtuale basterà pronunciar la parola “Hey Mercedes” e successivamente si potrà dialogare con lui come con una qualunque persona in carne e ossa chiedendogli qualsiasi tipo di informazione, come quelle relative al meteo o al traffico, impostare la destinazione da raggiungere o attivare la climatizzazione dicendo ad esempio “ho caldo”, oppure “ho freddo”. L’intelligenza artificiale del sistema sarà inoltre capace di apprendere le nostre abitudini sfruttando un cloud della rete, ma il dispositivo potrà anche funzionare tranquillamente off-line.

La nuova Classe A sarà proposta di serie con due display che avranno dimensioni variabili a seconda dell’allestimento scelto. Le versioni base saranno equipaggiate con due schermi da 7 pollici abbinati ai touch control posizionati sul volante e dotati di connessione Bluetooth e hotspot wi-fi. Salendo di livello, il sistema MBUX sarà implementato da un display “touch” da 10,25 pollici posizionato sopra le bocchette d’aereazione ed abbinato ad uno schermo da 7 pollici dedicato alla strumentazione. La versione top dell’infotainment metterà a disposizione invece due schermi da 10,25 pollici. Non mancherà inoltre un utile head-up display capace di proiettare sul parabrezza – in un’area di 24×8 cm – numerose informazioni relative alla guida con lo scopo di minimizzare le distrazioni.

L’ambiente premium degli interni risulta sottolineato dall’uso di materiali di pregio e da dettagli scenografici come le bocchette dell’aerazione che cambiano colore a seconda della temperatura impostata. La nuova Classe A sarà disponibile negli allestimenti Business, Sport e Premium a cui si aggiunge nel periodo di lancio la versione Edition1 che offre una ricca dotazione e si distingue per alcuni dettagli in giallo che impreziosiscono esterni ed interni.

La nuova Classe A può vantare l’uso di sofisticati sistemi di assistenza alla guida derivati dalla Classe S che fanno da preludio alla guida autonoma. Grazie all’uso di telecamere, radar e delle mappe Here, la vettura mette a disposizione le funzioni del cruise control adattivo e del sistema di mantenimento della corsia. Non bisogna inoltre dimenticare la presenza di:  frenata automatica d’emergenza, Blind Spot Assist attivo, Attention Assist e riconoscimento dei segnali stradali.

Le novità di questo piccolo grande modello proseguono con l’introduzione di nuove motorizzazioni, ancora più efficienti e brillanti. L’unità più interessante è il nuovo 1.3 litri turbo benzina M 282 (consumo medio pari a 5,1 l/100 km) capace di sviluppare ben 163 CV e 250 Nm ci coppia massima (versione A200) che può essere accoppiato un cambio manuale a sei marce o in alternativa con un automatico doppia frizione 7G-Dct. In un primo momento al top di gamma si posizionerà la versione A250 equipaggiata con il nuovo benzina 2.0 litri turbo M 260 da 224 CV e 350 Nm dotato di fasatura variabile Camtronic con due differenti alzate delle valvole in fase di aspirazione con lo scopo di ottimizzare consumi e risposta del propulsore.

Sul fronte dei diesel troveremo la A180d dotata del 1.5 turbodiesel OM 608 da 116 CV e 260 Nm di coppia, abbinabile al manuale o all’automatico. La Classe A sarà disponibile anche con la trazione integrale 4Matic e con differenti assetti, non mancherà inoltre l’opzione delle sofisticate e la possibilità di sospensioni attive regolabili.

Nuova Mercedes Classe A: le foto ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti