Ferrari: confermato il SUV e spunta l’ipotesi supercar elettrica

Marchione annuncia una vera e propria “rivoluzione” in casa Ferrari dando il disco verso definitivo al futuro SUV e ipotizzando una supercar a trazione elettrica.

Sergio Marchionne prende tutti in contropiede annunciando il disco verde definitivo per il futuro SUV Ferrari, ovvero un modello dotato di cinque porte e ruote alte che si confronterà con altri modelli ad alte prestazioni appartenenti a questo segmento, primo fra tutti Lamborghini Urus.

Come se non bastasse, le affermazioni di Marchionne sono state coadiuvate da una data precisa, ovvero il 2020. Quindi, se i tempi verranno rispettati, fra soli due anni verrà alla luce uno dei progetti più ambiziosi della Casa del Cavallino Rampante, a cui evidentemente sul suo sviluppo si lavorava in gran segreto già da tempo.

Nonostante il futuro SUV esca dagli attuali canoni stilistici del Cavallino, il nuovo modello adotterà uno schema tecnico più classico possibile, ovvero un motore V12 aspirato posizionato anteriormente ed abbinato con ogni probabilità ad una trazione integrale derivata da quella della GT4Lusso.

Ma la “rivoluzione” che il manager italo-canadese sta riservando alla Ferrari non termina con il futuro SUV, infatti il Presidente della Casa di Maranello ha riservato un’altra grande, anzi clamorosa sorpresa in grado di far sobbalzare ulteriormente appassionati e puristi del marchio. Marchionne ha infatti intenzione di realizzare anche una supercar elettrica targata Ferrari, probabilmente stuzzicato dalle recenti proposte del mercato relative a questo segmento ecosostenibile, prima fra tutte la nuova Tesla Roadster in grado di schizzare da 0 a 100 km/h in soli 1,9 secondi  e di raggiungere oltre 400 km/h di velocità massima.

Ferrari 296 GTB 2022: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Ferrari F8 by Novitec: 802 CV bastano?
News

Ferrari F8 by Novitec: 802 CV bastano?

La factory del Baden-Württemberg, ben conosciuta dai super-appassionati di modelli ad elevatissime prestazioni, aggiorna il proprio catalogo di elaborazioni dedicate alla “Ottovù” più potente di sempre.