Novità auto: ecco i modelli che debuttano a inizio 2018

Dalla più “piccola” (Dacia Duster) alle più “grandi” (Lexus LS e Toyota Land Cruiser), ecco una carrellata dei nuovi modelli pronti al debutto in Italia.

Con l’anno nuovo appena iniziato, è il momento di fare il punto su ciò che vedremo in queste prime settimane del 2018, un’annata che si preannuncia piuttosto ricca di novità. Del resto, il 2017 appena archiviato ha avuto, nei suoi punti di forza, una decisa accelerazione riguardo allo sviluppo delle tecnologie di bordo (guida autonoma e implementazione dei dispositivi multimediali su tutti) e ha assistito alla presentazione di alcuni modelli chiamati ad un ruolo di primo piano nel panorama delle novità internazionali. Alcuni di questi appartengono al segmento crossover e SUV. Ed è proprio a questi che, in massima parte, si rivolgono le “new entry” previste per gennaio 2018.

L’anno appena cominciato si apre, in effetti, all’insegna delle “Sport Utility”, a dimostrazione del fatto che le strategie industriali recentemente attuate dai big player di comparto perseguono una filosofia ben definita, che sembra dare importanza via via maggiore a SUV e crossover.

Dacia Duster: in arrivo il baby-SUV

E’ proprio con uno “Sport Utility” (dalle dimensioni “baby”) che si apre la carrellata dei modelli attesi per gennaio: si tratta di Dacia Duster (qui il nostro primo contatto), best seller per il marchio romeno dell’orbita Renault: svelato in anteprima lo scorso settembre al Salone di Francoforte, porta in dote un sostanziale aggiornamento in termini di design (oltre che – a dimostrazione delle peculiarità annunciate dai nuovi modelli che vedremo nei prossimi mesi – nella dotazione: su tutti, il modulo MultiView Camera e il sistema di navigazione Media Nav Evolution), maggiore capacità nei vani portaoggetti e tre motorizzazioni: un’unità a benzina (SCe 115 CV a due ruote motrici, disponibile anche nell’alimentazione GPL) e due turbodiesel (dCe 90 a due ruote motrici e dCe 115 anche a trazione integrale e cambio automatico EDC con comando a doppia frizione).

Mahindra: ecco KUV100

La seconda novità “small” di gennaio 2018 è il piccolo crossover Mahindra KUV100, un simpatico veicolo “tuttofare” (ma, almeno per il momento, proposto esclusivamente a trazione anteriore) annunciato al Salone di Barcellona della scorsa primavera. Ideale competitor – in chiave di mobilità urbana, per via dell’assenza delle quattro ruote motrici – di Fiat Panda e Suzuki Ignis, la nuova Mahindra KUV100 misura, in lunghezza, 3,7 m, per 1,71 m di larghezza e 1,65 m di altezza ed una capacità massima di 473 litri al vano bagagli. Sotto il cofano, unica motorizzazione, c’è un 1.2 benzina da 82 CV e 115 Nm di coppia massima.

Nissan Leaf: la nuova generazione della bestseller elettrica

Particolarmente attesa, nell’ottica della nuova mobilità sostenibile e come prosecuzione dei progetti “zero emissioni” da tempo sul taccuino delle priorità delle major automotive, la nuova generazione di Nissan Leaf: l’auto elettrica più venduta al mondo (lo scorso autunno, la elettrica giapponese si attestava su oltre 280.000 unità vendute dal debutto avvenuto nel 2010). Queste le novità del modello: 30 mm in più di lunghezza “fuori tutto” (che ora raggiunge 4,48 m), un design alle forme esterne meno “tondeggiante”, nuova fanaleria a Led, un aggiornamento alla strumentazione e al display touch multifunzione da 7” per il controllo dei parametri veicolo e della navigazione; il modulo “e-Pedal” che raggruppa in un unico comando freno e acceleratore; un nuovo “pacco” di batterie agli ioni di litio, ora da 40 kWh – in luogo dei precedenti 24 e 30 kWh – per un’autonomia totale massima nell’ordine di 378 km.

Hyundai i30: ecco la berlina-coupé

Per Hyundai, le prime settimane 2018 vengono contrassegnate dal debutto sul mercato di i30 Fastback, annunciata lo scorso settembre (Salone di Francoforte) a completamento della gamma “media” coreana già articolata sulle varianti berlina 5 porte, station wagon ed “N” marcatamente sportiva. La nuova Hyundai i30 Fastback dall’interessante disegno che strizza l’occhio ad una impostazione “quasi coupé” guadagna più di 20 mm in altezza e un nuovo disegno nella parte superiore del corpo vettura in confronto alla versione 5 porte, porta in dote un nuovo studio sull’assetto (5 mm più basso e 15% più rigido, sempre in rapporto alla 5 porte), e le due unità a benzina 1.0 tre cilindri da 120 CV e 1.4 a quattro cilindri da 140 CV; a breve arriverà una variante turbodiesel 1.6 da 110 e 136 CV.

Subaru XV: pronta al debutto

Salendo di segmento, gennaio 2018 rappresenta il periodo di “lancio” per la nuova gamma Subaru XV, caratterizzata da un sostanziale upgrade maggiormente rivolto ai contenuti più che al corpo vettura (che, nel complesso, risente di una dichiarata eredità di modello – ricordiamo che la precedente XV è datata 2011 – e di marchio: in questo caso, il riferimento va alla rinnovata Subaru Impreza, oggetto di un restyling nel 2016). Equipaggiata con il sistema di trazione integrale Symmetrical AWD, qui aggiornato nei controlli trazione, risposta del motore e frenatura, Subaru XV MY 2018 viene allestita sulla piattaforma già alla base della rinnovata Impreza e contrassegnata da un generale ammodernamento alle sospensioni nonché da una più elevata rigidità.

Mitsubishi Eclipse Cross: il nuovo SUVcoupé

Il debutto di Mitsubishi nel competitivo segmento SUV Coupé viene determinato con l’arrivo di Eclipse Cross nelle concessionarie. Il nuovo “Sport Utility”, in fase di ordinazione dallo scorso novembre (prezzi di listino che partono da 24.950 euro), viene declinato sulle varianti Invite (proposta con climatizzatore automatico, retrocamera di ausilio in manovra, dispositivo multimediale con Bluetooth, cerchi in lega da 16”), Insport (equipaggiato con, fra gli altri, cerchi da 18”, climatizzatore automatico bi-zona e infotainment SDA), Intense (dotato di specifici accenti esterni e abitacolo, specchi retrovisori esterni ripiegabili a comando elettrico), Instyle (variante che propone, in più, nuovi dispositivi di sicurezza attiva, Head-up Display, sensori di parcheggio anteriori e posteriori) e Diamond, che offre in più i rivestimenti in pelle per l’abitacolo.

La nuova gamma Lexus LS

Fra le novità di alta gamma, si segnala il debutto della quinta generazione di Lexus LS, anticipata nelle scorse settimane: il marchio premium di Toyota ha sviluppato, per la aggiornata lineup LS allestita sulla piattaforma GA-L, nuove forme esterne; la consueta attenzione al disegno e alla scelta dei materiali per i rivestimenti abitacolo (fra le nuove soluzioni, ricordiamo le 28 possibilità di regolazione dei sedili, nonché la disponibilità di una funzione massaggio Shiatsu) si abbina all’adozione di un nuovo dispositivo infotainment e di un nuovo Head-up Display da ben 24” ottenibile a richiesta. Sotto il cofano, il modello di punta LS 500h viene equipaggiato con il modulo Multi-Stage Hybrid System che raggruppa l’unità 3.5 V6 Dual VVT-i da 299 CV e due motori elettrici, per una potenza complessiva di 354 CV e trazione posteriore od integrale.

Toyota: la nuova generazione di Land Cruiser

Il settore dei veicoli fuoristrada maggiormente “tradizionali” saluta, in queste settimane, il debutto di Toyota Land Cruiser in versione Model Year 2018. L’eterno fuoristrada portabandiera per il Gruppo (ha recentemente superato la boa dei sessantacinque anni dall’ingresso in produzione con la prima serie, contrassegnata dai modelli BJ ed FJ, che debuttò nel 1951), arrivato alla dodicesima generazione, era stato presentato lo scorso settembre al Salone di Francoforte. Sviluppato su un classico telaio a longheroni secondo la consueta formula “Body on Frame” e declinata nelle due versioni a tre e a cinque porte “Station Wagon”, Toyota Land Cruiser 2018 viene equipaggiato con display multifunzione TFT da 4.2” e schermo da 8” “Toyota Touch 2” con dispositivo infotainment Go Multimedia System. Per i modelli alto di gamma, Toyota Land Cruiser MY 2018 viene propone il sistema di trasmissione automatica abbinata al modulo “Toyota Safety Sense”. Riguardo alla gamma delle motorizzazioni, ci sono il turbodiesel 4 cilindri 2.8 da 177 CV a 3.400 giri/min e, abbinato al cambio automatico a sei rapporti, eroga una coppia massima di 450 Nm disponibili fra 1.600 e 2.400 giri/min; e, per alcuni Paesi, l’unità a benzina 2.7 da 161 CV a 5.200 giri/min e 246 Nm di coppia massima a 3.900 giri/min.

Nuova Dacia Duster 2018: nuove immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti