Porsche 911 Carrera T: ritorno al minimalismo sportivo

Corpo vettura alleggerito, dotazioni dichiaratamente sportive e 370 CV “tuttodietro”: la nuova Porsche 911 Carrera T è un omaggio alla storica produzione di fine anni ’60.

A poco più di un mese dalla presentazione in anteprima di 911 GT2 RS (esibita dal vivo, lo scorso giugno, al Goodwood Festival of Speed e protagonista, a metà settembre, dello stand di Zuffenhausen al Salone di Francoforte), Porsche si prepara ad un nuovo aggiornamento nella lineup della propria coupé-simbolo. E lo fa con la riproposizione di una delle sigle che storicamente hanno contribuito a costruire l’immagine sportiva del marchio.

Si tratta di Porsche 911 Carrera T, novità di allestimento su base Porsche 911 Carrera che, rispetto a quest’ultima, offre una serie di accessori esclusivi. La nuova Porsche Carrera T, anticipata in queste ore da una prima carrellata di immagini e dal dettaglio delle caratteristiche tecniche, entra in questi giorni in fase di pre-ordinazione. La vettura sarà disponibile nelle concessionarie Porsche a partire da gennaio 2018, ad un prezzo “chiavi in mano” (finora riferito al mercato tedesco) di 107.553 euro.

La nuova 911 Carrera T si rifà, nella filosofia di immagine, alla storica Porsche 911 T (sigla che sta per “Touring”), declinazione-base della prima serie di Porsche 911: debuttò nel 1967 in configurazione “Model Year 1968” con potenza di 110 CV, e fu successivamente portata a 125 CV (1969) e 130 CV (1971).

Complessivamente, l’obiettivo che ha ispirato i tecnici di Zuffenhausen nello sviluppo della nuova 911 Carrera T MY 2018 risiede in un certo ritorno ad un concetto “purista” di vettura sportiva: peso inferiore, cambio manuale con rapporti di trasmissione più corti, trazione posteriore con blocco meccanico del differenziale. Il tutto, per offrire agli appassionati adeguate prestazioni e un elevato piacere di guida.

Nel dettaglio, l’engineering operato al corpo vettura presenta la finestratura laterale e il lunotto realizzati in cristallo alleggerito, un sottile spoiler anteriore, i gusci degli specchi retrovisori esterni della linea “Sport design” verniciati in Agate Grey metallizzato, i cerchi “Carrera S” da 20” rifiniti in Titan Grey, la verniciatura – anch’essa in Agate Grey – alla griglia nel cofano posteriore, ai terminali di scarico centrali e alla “tradizionale” scritta “Porsche” e “911 Carrera T” in evidenza. Le tinte carrozzeria proposte per la nuova Porsche 911 Carrera T sono nove: sei nuance pastello (Black, Lava Orange, Guards Red, Racing Yellow, White e Miami Blue) e tre varianti metallizzate (Carrara White, Jet Black e GT Silver).

All’interno, l’abitacolo della nuova Porsche 911 Carrera T 2018 conferma l’impostazione “minimal” che caratterizza la filosofia di progetto dell’insieme: i sedili semianatomici dal “tradizionale” disegno a poggiatesta integrato sono a regolazione elettrica e rivestiti, nella zona di seduta centrale, con l’esclusivo tessuto Sport-Tex, arricchito dall’iscrizione “911” a ricamo in corrispondenza dei poggiatesta. Per la prima volta, il nuovo modello porta in dote la possibilità di scegliere un equipaggiamento ancora più in sintonia con il “carattere-Carrera” del modello: i sedili anatomici, disponibili nel portafoglio degli accessori a richiesta; altrettanto inedito è l’allestimento abitacolo “T”, esclusivo pacchetto di dotazioni ideato dai designer di Zuffenhausen per enfatizzare l’allure sportivo di Carrera T, attraverso un contrasto cromatico offerto dalle tinte Racing Yellow, Guards Red oppure GT Silver utilizzati per la finitura di cinture di sicurezza, “logo” 911 ai poggiatesta, i caratteristici “anelli” alleggeriti apriporta (una chiara reminiscenza sportiva!) e la parte centrale dei sedili stessi.

Rispetto alla 911 Carrera di attuale produzione, la nuova variante “T” presenta ulteriori dotazioni esclusive: il sistema di sospensioni a regolazione elettronica PASM (Porsche Active Suspension Management), ribassate di 20 mm e che, mediante le modalità “Normal” e “Sport”, si avvalgono dello specifico dispositivo di controllo elettronico dello smorzamento di ciascuna ruota in funzione delle condizioni del fondo stradale; di una versione alleggerita del “Porsche Sport Chrono Package” (modulo supplementare di strumentazione), la leva del cambio accorciata. A richiesta sarà possibile ottenere il retrotreno direzionale, altro accessorio non disponibile per Porsche Carrera. Viceversa, la dotazione di serie non contempla il divanetto posteriore e il dispositivo multimediale PCM-Porsche Communication Management, in ogni caso ottenibili a richiesta e senza alcun supplemento di prezzo.

Sotto il cofano, Porsche Carrera T 2018 viene equipaggiata con il nuovo sei cilindri boxer da tre litri di cilindrata, sovralimentato con due turbocompressori, che sviluppa una potenza di 370 CV e 450 Nm di coppia massima disponibili fra 1.750 e 5.000 giri/min. Ai fini di un leggero aumento delle performance, il rapporto al ponte è stato leggermente accorciato: questo equipaggiamento, insieme all’adozione del blocco meccanico al differenziale posteriore (la trazione è “tuttodietro”) nonché ad un rapporto peso/potenza di 3,85 kg/CV, assicura alla nuova Porsche Carrera T valori prestazionali di assoluto livello e perfettamente in linea con l’immagine “Carrera”: 290 km/h di velocità massima, 4”5 richiesti per lo sprint da 0 a 100 km/h (tempo più rapido di un decimo di secondo in rapporto alla 911 Carrera Coupé) e 15”1 per lo scatto da 0 a 200 km/h.

In alternativa al cambio manuale, la nuova 911 Carrera T può essere equipaggiata con il comando PDK-Porsche Doppelkupplung: in questo caso, i tempi dichiarati per raggiungere i 100 e 200 km/h con partenza da fermo sono, rispettivamente, 4”2 e 14”5.

Porsche 911 Carrera T: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti