Skoda Karoq: una versione elettrificata nel futuro della nuova C-SUV?

Secondo alcune indiscrezioni “captate” dal Web, la piccola Sport Utility svelata a Francoforte potrebbe, a medio termine, essere affiancata da una variante high performance a propulsione elettrificata.

Un new deal all’insegna dell’elettrificazione sarebbe contenuto sul taccuino degli impegni da parte dei vertici Skoda. Secondo alcune indiscrezioni pubblicate in queste ore da alcune fonti Web, negli uffici tecnici del marchio di Mlada Boleslav sarebbe in fase di sviluppo un progetto relativo ad una prossima variante ad alte prestazioni del “baby-SUV” Karoq, svelato nelle scorse settimane al Salone di Francoforte come uno dei veicoli di rilievo per la “offensiva Sport Utility” di settore e che vede il Gruppo VAG-Volkswagen Audi (al quale Skoda fa capo) in prima fila nella realizzazione di SUV di piccole dimensioni il cui ruolo andrà in parallelo con i modelli berlina di corrispondente ingombro.

Una nota, in tal senso, viene pubblicata dall’edizione online del magazine britannico Auto Express: la stampa di oltremanica avanza un interessante “rumor”, secondo il quale la nuovissima gamma Skoda Karoq – sviluppata sulla piattaforma MQB-Modularer Querbaukasten sempre più centrale nella produzione “media” per il Gruppo VW – si arricchirà, in un futuro a breve-medio termine, con una variante ad alte prestazioni, e che potrebbe utilizzare un inedito modulo elettrificato quale gruppo motopropulsore.

Si tratterebbe, dunque, di un modello simile nell’immagine dichiaratamente sportiva all’altrettanto prossima Seat Ateca Cupra, tuttavia caratterizzato da una impostazione eco friendly riguardo al tipo di motorizzazione.

Che la corsa a sistemi powertrain “puliti” sia nei programmi dei big player automotive (e di VAG nello specifico) è noto: proprio al Salone di Francoforte, Skoda aveva esposto una edizione aggiornata del prototipo elettrico Vision E Concept – crossover sportiva a zero emissioni svelata in anteprima assoluta al Salone di Shanghai e sottoposta ad un generale upgrade in occasione dell’IAA 2017 – che prefigura l’introduzione in lineup di nuovi modelli 100% elettrici in una fase successiva al “lancio” della tecnologia ibrida plug-in attesa a partire dal 2019.

Bocche cucite, quindi, in merito al tipo di propulsione elettrificata eventualmente scelto per una possibile edizione high performance di Skoda Karoq: potrà essere ibrida plug-in (ricaricabile), oppure adotterà il pratico sistema “mild hybrid” (ibrido leggero) a 48V che abbina ad un’unità termica – generalmente di media cilindrata – un impianto elettrico parallelo con motore alimentato da batterie a 48V, la cui funzione (in alcuni casi sostenuta da un motorino d’avviamento “maggiorato” e collegato all’alternatore) è di supporto diretto al motore principale mediante un sistema di recupero dell’energia cinetica che si sviluppa nelle fasi di frenata, a tutto vantaggio dell’efficienza complessiva del modulo propulsore, della relativa potenza e della riduzione di consumi ed emissioni.

La eventuale Skoda Karoq high performance elettrificata dovrebbe, in ogni caso, essere svelata a medio termine: appare più vicina nella deadline di gamma la versione “Sportline”, il cui debutto è previsto nel 2018. Nel frattempo, la nuova C-SUV di Skoda si presenterà sul mercato in una lineup a cinque varianti di motorizzazione: tre unità a benzina (1.0 TSI tre cilindri da 115 CV; 1.5 TSI 150 CV con sistema ACT di gestione attiva dei cilindri); e due modelli a gasolio (1.6 TDI da 115 CV; 2.0 TDI, quest’ultimo declinato su due livelli di potenza: 150 e 190 CV).

Skoda al Salone di Francoforte 2017 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti