Suzuki Swift: la R Concept è più cattiva

La versione sportiva della Swift s’ispira nell’estetica alle moto della Casa giapponese, mentre per la meccanica si pensa a un motore Volkswagen

La versione sportiva della Swift s’ispira nell’estetica alle moto della Casa giapponese, mentre per la meccanica si pensa a un motore Volkswagen

Sarà il prossimo Salone dell’Auto di Pechino il palcoscenico scelto da Suzuki per presentare al pubblico la Swift R Concept, la versione sportiva della fortunata citycar giapponese giunta alla quinta serie. 

La nuova Showcar di Suzuki s’ispira chiaramente nell’estetica alla gamma di motociclette super sportive GSX-R della Casa nipponica. Il frontale particolarmente aggressivo vanta profili aerodinamici molto pronunciati e prese d’aria dalle grandi dimensioni, mentre nella parte posteriore si nota un grosso alettone aerodinamico che quasi certamente sparirà nella versione di serie. Molto belli alcuni particolari come i doppi proiettori allo xeno e i cerchi in lega a stella di colore nero.

Secondo alcune indiscrezioni, la Swift R dovrebbe montare il 1.4 TSI da 180 CV abbinato ad un cambio doppia frizione di origine Volkswagen, che detiene quasi il 20% delle azioni della Casa di Hamamatsu.

Suzuki Swift Model Year 2011 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

La presenza del marchio di Hamamatsu al Milano Monza Motor Show 2021 si incentra sulle proposte ad alimentazione ibrida e su moto (ci sarà anche Marco Lucchinelli) e Marine: spazio anche al motorsport con Swift Sport R1 ed alle concept con il prototipo Suzuki Misano dello IED.