Skoda Element: spiaggina elettrica per l’estate

Come ogni anno, Skoda Academy realizza un prototipo-studio. Per il 2017, ecco la simpatica Skoda Element, allestita su base Citigo: due soli posti completamente “en plein air”, un pannello solare, e motore elettrico alimentato da batterie agli ioni di litio.

Allegra e sbarazzina, equipaggiata con una ricca dotazione hi-tech e a propulsione 100% elettrica. Ecco, in estrema sintesi, la carta d’identità di Skoda Element, prototipo allestito dai giovani allievi di Skoda Academy che, ogni anno, propongono la realizzazione di esemplari unici sulla base dell’attuale produzione di Mlada Boleslav.

La simpatica Skoda Element, realizzata sulla base di Skoda Citigo, è una “spiaggina”, sviluppata essenzialmente per impieghi losirs tipicamente estivi (come già avvenuto, in precedenza, con tre “one-off” esposte in altrettante edizioni del raduno internazionale Wörthersee: la “minimal” Skoda CitiJet del 2014, il pickup sportivo Skoda Funstar del 2015 e l’interessante coupé Skoda Atero). Lo dimostra l’impostazione definita al corpo vettura, che strizza l’occhio alla bella stagione.

Profondamente modificata nell’immagine complessiva (eliminati totalmente porte e tetto, montanti centrali e posteriori, altezza minima da terra aumentata di 60 mm, i cerchi “Scorpius” vengono equipaggiati con pneumatici all-terrain, i passaruota sono dotati di specifici codolini di protezione in resina, il sottoscocca è fornito di nuove protezioni nello stesso materiale),  anche l’abitacolo è completamente “en plein air”, come si conviene alle vetturette da spiaggia (la Citroen E-Méhari, per fare un altro esempio). L’accesso a bordo, assicurano i baby-tecnici di Skoda Academy che hanno progettato e realizzato il prototipo Skoda Element, è un gioco da ragazzi: è sufficiente allungare una gamba, per sedersi all’interno della vettura.

Skoda Element è, peraltro, utilizzabile soltanto da un conducente e un passeggero: “via” i sedili posteriori, al loro posto viene installata una “tecno-box” in alluminio che ospita, nella parte inferiore del coperchio formato da un pannello solare, una smart TV che, a sua volta, può essere abbinata a smartphone e tablet attraverso un collegamento Bluetooth. Un tocco di eleganza sportiva è, tuttavia, d’obbligo: ed ecco l’adozione dei sedili semi-anatomici, rivestiti in pelle nera e Alcantara con bordi in giallo che fanno parte della dotazione di Skoda Octavia RS. Il tema cromatico bicolore prosegue negli altri dettagli abitacolo: zona anteriore della plancia e del cruscotto in giallo, volante e leva del cambio rivestiti in pelle nera con accenti in tinta oro, zonja superiore della plancia in Alcantara nero.

Altrettanto hi-tech sono il sistema di navigazione “NavigOn”, alloggiato su di una staffa separata, un contenitore refrigerato nel bagagliaio (rivestito con moquette in blu), la cui batteria viene alimentata dal pannello solare superiore, e un impianto audio che dispone di un altoparlante accanto a ciascun sedile e due altoparlanti supplementari nel bagagliaio.

L’impostazione powertrain di Skoda Element è, come detto, completamente eco friendly: la simpatica “spiaggina” realizzata dagli studenti di Skoda Academy viene equipaggiata con un motore elettrico da 60 kW – 82 CV, alimentato da batterie agli ioni di litio collocate all’interno del pianale, che indicativamente assicura a Skoda Element un’autonomia fino a 160 km, una velocità massima di 130 km/h e 13” nell’accelerazione da 0 a 100 km/h.

Skoda Element Concept: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

I 125 anni di Skoda

Altri contenuti