Seat: le novità per il Salone di Barcellona 2017

All’imminente rassegna “di casa”, Seat esporrà Ateca FR, la quinta serie di Ibiza e la concept 600 BMS che celebra i 60 anni della popolare Seat 600.

Seat: le novità per il Salone di Barcellona 2017

di Francesco Giorgi

04 maggio 2017

All’imminente rassegna “di casa”, Seat esporrà Ateca FR, la quinta serie di Ibiza e la concept 600 BMS che celebra i 60 anni della popolare Seat 600.

Con la nuova Ateca FR e la quinta generazione della bestseller Ibiza, Seat si prepara a “giocare in casa” all’imminente Salone di Barcellona. Ci sarà anche una sorpresa gradita agli appassionati di auto storiche.

La rassegna catalana, in programma da giovedì 11 a domenica 21 maggio, vedrà il marchio di Martorell svelare al pubblico la attesa edizione “FR” del Suv di taglia compatta, già annunciata nelle scorse settimane.

Seat Ateca FR rappresenta, per Seat, un nuovo capitolo nella “offensiva” di mercato organizzata recentemente dal marchio che fa capo al Gruppo Vag: una strategia finora contestualizzata al debutto della stessa Ateca, al rinnovamento di Leon e allo sviluppo della nuova serie di Ibiza (anch’essa in esposizione ad Automobile Barcelona 2017) e che, nei prossimi mesi, vedrà la presentazione dell’inedito “Sport Utility” compatto Seat Arona.

La configurazione FR per Seat Ateca (il modello, dal momento del “lancio” commerciale, è stato venduto in più di 40.000 unità, tanto da avere contribuito – insieme al positivo gradimento riscontrato da Leon, Alhambra e Ibiza – al raggiungimento, per Seat, di un risultato operativo da record nel 2016: 143 milioni di euro) si prepara ad arricchire la lineup di modello, che al momento si articola sulle declinazioni Reference, Style e XCellence. A quest’ultima si riferisce la imminente FR, con la differenza di un accento più marcato sull’immagine di dinamismo e sportività.

I dettagli che sottolineano la differenza fra Seat Ateca FR ed XCellence riguardano la presenza dei monogrammi “FR” all’anteriore e al posteriore del corpo vettura, la presenza delle barre longitudinali sul tetto e le cornici dei finestrini in nero, la finitura in nero lucido per la griglia anteriore, i fendinebbia a Led e la nuova linea dei paraurti. I cerchi da 19″ ospitano pneumatici da 245/40 R 19; lateralmente, si notano codolini passaruota e “minigonne” sottoporta in tinta carrozzeria, nonché specifiche modanature in alluminio nella zona inferiore delle porte. L’abitacolo viene allestito con battitacco in alluminio, volante sportivo multifunzione rivestito in pelle, inserti in nero lucido, sedili sportivi rivestiti in [glossario:alcantara] (a richiesta in pelle), pedaliera in alluminio, cuciture rosse a contrasto.

Sotto il cofano, Seat Ateca FR viene equipaggiata con unità benzina e turbodiesel, declinate su livelli di potenza da 150 a 190 CV (compreso il nuovo 2.0 TSI 190 CV), abbinate al cambio manuale o [glossario:dsg] doppia frizione. La trazione, a richiesta, è anche integrale; disponibili, inoltre, il sistema DCC di regolazione adattiva dell’assetto e il dispositivo di sterzo progressivo.

A fianco di Seat Ateca FR e della rinnovata Ibiza (imminente il lancio della quinta generazione per il modello più venduto nella storia Seat), il marchio di Martorell esporrà, al Salone di Barcellona 2017, un…pezzo del proprio ultrasessantennale percorso produttivo. Si tratta di Seat 600 BMS: non lo vedremo mai in listino, ma almeno sarà presente come esercizio stilistico.

Il prototipo Seat 600 BMS è uno studio di design, allestito come omaggio ai sessant’anni dalla presentazione di Seat 600, la popolarissima “Pelotilla” o “Seìlla” (ma anche “Seìta” e “Seiscientos”: numerosi, i soprannomi che la curvacea ed inconfondibile utilitaria derivata Fiat si guadagnò in patria), che venne prodotta negli stabilimenti catalani di Seat dal 1957 al 1973.

Per la Spagna (ricordiamo che Seat – “Sociedad Española de Automóviles de Turismo” venne fondata nel 1950 con il diretto apporto della Fiat), la Seat 600 – prodotta, in sedici anni, in poco meno di 784.000 unità nelle versioni “Normal”, “D”, “E” ed “L” – rappresenta l’autovettura della motorizzazione di massa: lo stesso che era avvenuto,soltanto pochi anni prima, in Italia con la “originaria” Fiat 600.

Per celebrare i sessant’anni dal “lancio” di Seat 600, il marchio di Martorell esporrà l’interessante concept 600 BMS, allestita con porte “suicide” (incernierate posteriormente), tinta carrozzeria in grigio metallizzato con accenti in arancione, tettuccio apribile in tela, cerchi e impianto frenante identici a quelli di origine ma, all’interno, rivestimenti in pelle. Noblesse oblige…