Rolls-Royce Wraith Inspired by British Music: solo 9 esemplari

Nove esemplari, tutti destinati a progetti di beneficenza, che portano la “firma” di Who, Beatles, Rolling Stones, Kinks, Status Quo e Shirley Bassey.

Nove esemplari, tutti destinati a progetti di beneficenza, che portano la “firma” di Who, Beatles, Rolling Stones, Kinks, Status Quo e Shirley Bassey.

Ricordate la particolarissima “Inspired by Music“, progetto con il quale Rolls-Royce realizzava una edizione speciale della opulenta Wraith in collaborazione con alcuni degli artisti che  hanno segnato un’impronta indelebile nella storia della musica? Ora, Rolls-Royce completa il progetto che arricchisce la linea di personalizzazioni ultra esclusive che, negli ultimi mesi, ha prodotto una quindicina di edizioni speciali.

Si tratta delle serie specialissime “Inspired by British Music“, che riprendono nei dettagli di corpo vettura e abitacolo gli elementi distintivi della indimenticabile epoca della “British Invasion”: dai Beatles e Rolling Stones agli Who, dai Kinks agli Status Quo, alla indimenticabile voce nera di Shirley Bassey.

Il progetto conferma, nel ruolo di co-protagonista, Rolls-Royce Wraith, l’ultima nata fra le “regine” di Goodwood: la sportivissima coupé della “Spirit of Ecstasy” costruita a mano dagli artigiani Rolls-Royce (quasi 5,3 metri di lunghezza e 2 metri di larghezza, per un peso in ordine di marcia che supera i 2.800 kg), è stata “tirata” in nove unità, ciascuna delle quali verrà venduta all’asta: i proventi andranno, per intero, a progetti di beneficenza indicati dagli stessi artisti.

Due delle Rolls-Royce Wraith che fanno parte del programma “Inspired by British Music” possiedono una “paternità” famosa: Roger Daltrey, frontman degli Who nonché fondatore della band icona dell’ambiente Mod londinese. Daltrey ha preso spunto dal proprio patrimonio musicale per l’allestimento del primo esemplare di Rolls-Royce Wraith “Inspired by British Music”: la vettura viene impreziosita da una serie di accenti che raccontano l’iconografia della ultracinquantennale storia degli Who.

Per il secondo esemplare, i tecnici Rollls-Royce e lo stesso Roger Daltrey hanno collaborato con l’artista Mike McInnerney, che gli appassionati ricordano quale disegnatore dell’artwork per il concept album “Tommy” del 1969: il motivo grafico della copertina dell’LP viene riprodotto sul cofano motore, lungo il corpo vettura e, all’interno, ricamati, sui poggiatesta e sul pannello divisorio in pelle che separa i due sedili posteriori.

L’apporto di Ray Davies, ex frontman dei Kinks, a sua volta, è riconoscibile negli esemplari che mettono in evidenza una serie di grafiche ispirate ai testi di “Drivin'” e “Shangri-la” ai panelli porta, nonché a “Sunny Afternoon” riportato sugli ombrelli presenti negli alloggiamenti delle porte.

Il figlio d’arte Giles Martin ha contribuito ad un omaggio nei confronti del padre, George Martin, soprannominato “il quinto Beatle” per il suo coinvolgimento in una larga parte della produzione dei “Fab Four”: i titoli dei 30 singoli dei Beatles che raggiunsero la prima posizione nelle classifiche di oltremanica vengono riportati, a cucitura, ai sedili posteriori, mentre la firma di George Martin compare sui poggiatesta.

Una fra le più celebri “Bond – singer”, Shirley Bassey, ha ispirato la Wraith che omaggia i tre brani celebri per altrettanti film di 007: “Diamonds are Forever”, “Moonraker” e “Goldfinger”.

Due Wraith “Inspired by British Music”, infine, portano un personale omaggio ai chitarristi Ronnnie Wood (Rolling Stones) e Francis Rossi (Status Quo).

Nessuna notizia relativamente all’impostazione meccatronica e dell’assetto: questo vuol dire che le nove unità “Inspired by British Music” di Rolls-Royce Wraith manterranno il set di sofisticate sospensioni pneumatiche a controllo elettronico, nonché il collaudato V12 da 6,6 litri sovralimentato con doppio turbocompressore abbinato al cambio automatico a otto rapporti che “riempie” il lungo cofano motore della enorme coupé di Goodwood, e che conferisce alla vettura una potenza di 632 CV e 800 Nm di coppia massima, per una velocità di punta di 250 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4″6.

 

Rolls-Royce Wraith Inspired by British Music: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Ghost, the purest expression of Rolls-Royce

Altri contenuti