Bentley Hybrid Concept: ibrida su base Mulsanne

Sarà esposta al Motor Show di Pechino e promette emissioni di Co2 inferiori del 70%.

Sarà esposta al Motor Show di Pechino e promette emissioni di Co2 inferiori del 70%.

La Bentley è nota soprattutto per la sua opulenza unita a propulsori potenti e ad un prestigio riservato a pochissimi costruttori. Ma adesso, come tutti i marchi più importanti, deve far fronte a norme antinquinamento sempre più restrittive e così ecco che al Salone di Pechino presenterà nella giornata del 20 aprile la Hybrid Concept su base Mulsanne.

Si tratta di un’anticipazione importante, visto che il primo veicolo Motore ibrido: caratteristiche, pro e contro della Casa di Crewe sarà il SUV in programma per il 2017 e che, entro il 2020 almeno il 90% delle Bentley sarà offerto in configurazione ibrida plug-in.

Il concept, caratterizzato da finiture color rame presenti nella calandra, sulle cromature della fiancata, nei gruppi ottici anteriori, nelle pinze freno e persino nella strumentazione e in altri quadranti interni, presenta la consueta cura costruttiva al limite del maniacale per i dettagli interni ed esterni.

La novità più importante però, riguarda il sistema Motore ibrido: caratteristiche, pro e contro Plug-in che presenta un incremento di potenza quantificato in una percentuale del 25% ed una riduzione delle emissioni di Co2 di ben il 70%. Un risultato importante, che la dice lunga sulla validità di questo sistema propulsivo.

Vedremo come reagirà il pubblico nei confronti di questa rivoluzione ecologica del lusso, adesso che la parola Motore ibrido: caratteristiche, pro e contro non è più un termine che evoca un il futuro ma il presente del panorama automobilistico.

Bentley Hybrid Concept Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Bentley Bentayga restyling

Altri contenuti