Audi Q2: novità di gamma, dotazioni ed equipaggiamenti

La nuova versione restyling 2021 del compact-SUV dei Quattro Anelli si segnala per un sostanziale “maquillage” estetico e nei contenuti.

Un ampio programma di aggiornamenti, finalizzato ad un sostanzioso upgrade che riguarda le tre “voci” di maggiore rilievo nel re-engineering: corpo vettura, dispositivi hi-tech, meccatronica. L’obiettivo è, chiaramente, “modernizzare” (leggi: continuare a rendere appetibile) un modello centrale fra le strategie di posizionamento del marchio. A quattro anni dal debutto in produzione, Audi svela il capitolato di novità per il “compact-SUVQ2, caratterizzato da un leggero “ritocco” in lunghezza, da un più marcato stile “squadrato”, da una serie di novità hi-tech “ereditate” dalla produzione di più alta gamma.

Il debutto è vicino

Già comunicata la timeline di esordio commerciale: Audi Q2 nella nuova declinazione “Model Year 2021” debutterà in Italia nel prossimo autunno. Il “lancio” è, dunque, imminente: più avanti verranno resi noti i dettagli relativi alla composizione dei prezzi di vendita. Non si attendono, in ogni caso, importi molto distanti da quelli di corrente listino.

Anche Edition One

Fedelmente ai programmi di debutto da parte del marchio dei Quattro Anelli, anche per Q2 2021 viene reso disponibile, a richiesta, il “pacchetto” Edition One. Sviluppato sulla configurazione S Line Edition, si propone come un’ulteriore variante alto di gamma per contenuti ed immagine.

  • Tinte carrozzeria dedicate (Verde Mela o Grigio Zinco)
  • Gruppi ottici Matrix Led
  • Fanaleria posteriore a Led
  • Indicatori di direzione dinamici
  • Cerchi in lega Audi Sport da 19”
  • “pacchetto” look nero con monogrammi Audi e denominazione di modello in finitura “total black”
  • Verniciatura in Grigio Manhattan a contrasto e grafiche “Q2” sulle fiancate
  • Spoiler posteriore in tinta
  • Gusci degli specchi retrovisori esterni in nero lucido
  • “Blade” ai montanti posteriori in nero brillante e con monogrammi Audi
  • Sedili anteriori semi-anatomici rivestiti in pelle e similpelle nera con cuciture a contrasto
  • Rivestimento padiglione in tessuto nero
  • Battitacco retroilluminati in alluminio con “logo” S
  • Pedaliera in acciaio inox
  • Inserti luminosi “Format”.

Corpo vettura, bagagliaio, infotainment

Estetica

Il corpo vettura cresce leggermente in senso longitudinale (la lunghezza raggiunge 4,21 m), mentre rimane invariato in larghezza (1,79 m) ed in altezza (1,54 m). Novità estetiche si segnalano in uno sviluppo più “marcato” anche nella parte posteriore del veicolo, nella collocazione lievemente ribassata della calandra “single-frame”, nella presenza delle tre caratteristiche feritoie orizzontali – ispirate alla storica Audi Quattro Sport del 1983-84 – per le versioni Advanced ed S Line; nell’adozione della fanaleria anteriore a Led di serie (a richiesta Matrix Led con gruppi ottici posteriori a Led e indicatori di direzione dinamici). Le nuove tinte carrozzeria sono cinque: Verde Mela (novità per l’intera gamma di Ingolstadt), Grigio Manhattan, Blu Navarra, Grigio Zinco, Blu Turbo. I gruppi ruota prevedono, in base alla versione, cerchi con diametro compreso fra 16” e 19”.

Capienza del vano di carico

Come sempre buona la capacità del vano bagagli: 405 litri nel normale assetto di marcia, e fino a 1.050 litri a sedili posteriori completamente abbattuti.

Equipaggiamenti multimediali

All’interno, dove spiccano il nuovo disegno delle bocchette di aerazione e del pomello del cambio, si segnalano la strumentazione digitale (fornita di serie in funzione delle versioni) proposta anche come Virtual Cockpit con display da 12.3”, ed il sistema multimediale MMI Plus (compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto) con display touch da 8.3”, ed il cui controllo avviene anche con il “controller” collocato sul tunnel centrale o comandi vocali. La connettività si avvale di un modulo LTE, hotspot WiFi e funzionalità di controllo da remoto e di auto connessa, per collegamenti online in ordine di ricevere – anche attraverso una App specifica per device mobili – informazioni su traffico e navigazione con Google Earth.

Motorizzazioni: novità all’insegna dell’efficienza

Sotto il cofano di Audi Q2 2021, si segnala il debutto a livello europeo dell’unità motrice 1.5 TFSI da 150 CV e 250 Nm di coppia massima (annunciato per consumi nell’ordine di 5,8-6,5 litri di benzina per 100 km a ciclo combinato WLTP, e 133-149 g/km di emissioni di CO2), alimentato ad iniezione diretta e provvisto del sistema COD-Cylinder On Demand. Entro fine 2020, la lineup Q2 verrà sottoposta ad un ulteriore ampliamento attraverso l’entrata in listino di configurazioni turbo benzina TFSI e turbodiesel TDI, questi ultimi equipaggiati con il dispositivo “Twin dosing” a doppio Scr “in linea” (che aveva debuttato a fine 2019 a bordo di VW Passat) per un ancora più accurato abbattimento degli ossidi di azoto, tutte “ovviamente” in possesso della classe di inquinamento Euro 6d (WLTP 3.0). In abbinamento al 1.5 TFSI (che verrà impiegato da Audi Q2 35 TFSI) c’è il cambio manuale a sei rapporti oppure S Tronic doppia frizione a sette rapporti. Le versioni a trazione integrale dispongono ovviamente del sistema “quattro” equipaggiato con una nuova (è più leggera di un kg circa, ed ancora meglio lubrificata) frizione multidisco a lamelle.

Dinamiche veicolo e assetto

Il carattere agile e reattivo che costituisce uno degli atout dei veicoli appartenenti alla fascia “compact SUV” trova conferma nel layout di telaio di Audi Q2 2021. La dotazione comprende, di serie, lo sterzo servoassistito ad azionamento progressivo e demoltiplicazione variabile e, nel caso delle varianti S Line e Identity Black, dell’assetto sportivo che riduce di 10 mm l’altezza da terra del veicolo (per tutte le altre configurazioni di gamma viene proposto in opzione). In alternativa, il catalogo degli accessori propone il set di sospensioni regolabili con ammortizzatori elettroidraulici la cui azione viene controllata dal modulo “Audi Drive Select” di selezione delle modalità di marcia.

Sistemi di sicurezza alla guida

Direttamente derivata dalla produzione di fascia superiore, la dotazione di moduli ADAS per Q2 2021 si avvale di un radar a medio raggio per l’invio delle informazioni dalla strada verso il sistema Audi Pre-sense Front (fornito di serie per tutte le versioni) con monitoraggio dell’area di fronte al veicolo. L’equipaggiamento, standard o a richiesta, comprende fra gli altri il dispositivo di avvertimento di abbandono involontario della corsia di marcia, i “pacchetti” di assistenza alla guida e di assistenza nelle manovre di parcheggio (quest’ultimo comprendente telecamera di retromarcia e sensori ad ultrasuoni anteriori e posteriori), assistenza al parcheggio con controllo autonomo del volante durante le fasi di entrata ed uscita dalle soste; il Lane Charge Warning con Audi Pre-sense Basic (che include avvertimento al cambio di corsia, monitoraggio del traffico posteriore, segnalazione veicoli in corrispondenza degli angoli ciechi, ed assistenza al traffico trasversale in abbinamento al pacchetto assistenza al parcheggio). L’Adaptive Cruise Assist è a sua volta compreso nel pacchetto di assistenza alla guida e con trasmissione S Tronic.

Audi Q2 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti