Ferrari California 2012 al Salone di Ginevra

Debutta in Svizzera il restyling 2012 della 2+2 cabrio di Maranello.

Debutta in Svizzera il restyling 2012 della 2+2 cabrio di Maranello.

La Ferrari California debutta in veste aggiornata alla 82° edizione del Salone di Ginevra. Presentata dal presidente del marchio modenese Luca Cordero di Montezemolo, la California restyling nasconde sotto un’estetica simile al modello che va a sostituire una lunga serie di novità tutte studiate per regalare emozioni ancora più forti ai fortunati proprietari.

Meno chili e più cavalli

Spinta dalla motorizzazione V8 4.3 litri la Ferrari California 2012 (immagini ufficiali) vede salire la potenza da 430 a 490 cavalli e la coppia massima da 485 a 505 Nm. L’aumento di cavalleria e curva di coppia più corposa e meglio distribuita derivano dal montaggio di nuovi collettori di scarico e grazie ad un software inedito di gestione del motore. Oltre a disporre di un maggior numero di cavalli la California restyling si è messa a dieta perdendo 30 chilogrammi, riduzione ottenuta andando ad alleggerire il telaio in alluminio. Le novità tecniche si tramutano in un miglioramento delle prestazioni: l’accelerazione da 0 a 100 km/h è scesa da 4.2 a 3.8 secondi.

Ferrari California Handling Speciale

Ripercorrendo l’esperienza della 599 GTB Fiorano HGTE, la Ferrari California 2012 sarà disponibile in abbinamento all’allestimento Handling Speciale. Pensato  per chi cerca la massima precisione di guida e rapidi inserimenti in curva, il pacchetto Handling comprende ammortizzatori magnetoreologici con molle delle sospensioni più rigide e tempi di risposta dimezzati, oltre ad una nuova scatola di sterzo con demoltiplicazione ridotta del 10%.

Stand Ferrari – Ginevra 2012 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Ferrari Portofino M

Altri contenuti
Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare
Formula 1

Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare

Una vittoria che lascia molti tifosi con l’amaro in bocca; un pauroso incidente che avrebbe potuto avere conseguenze tragiche; un doppio ritiro: tre episodi che, per alcuni aspetti, sono da archiviare fra le giornate-no per le “Rosse”.