Lamborghini: due anteprime mondiali al World Finals 2019

Lamborghini Squadra Corse anticipa a Jerez de la Frontera due anteprime mondiali rappresentate da una hypercar 12 cilindri e dalla Uris ST-X.

La Casa di Sant’Agata Bolognese è pronta a lasciare a bocca aperta gli amanti dei motori con due anteprime mondiali anticipate dalla divisione Lamborghini Squadra Corse durante le World Finals di Jerez de la Frontera. Andando per ordine, la prima novità riguarda una misteriosa immagine teaser che prefigura un’inedita hypercar 12 cilindri, pronta a debuttare nel corso del prossimo anno, mentre la seconda novità è rappresentata dal debutto tra i cordoli di un circuito della Lamborghini Urus ST-X, pilotata in questa occasione da Tony Carioli, nove volte Campione di Motocross.

Hypercar 12 cilindri

Questa speciale hypercar è stata sviluppata appositamente per la guida in pista, ma non parteciperà a competizioni ufficiali. Realizzata in una tiratura limitata, la vettura sfoggia un kit estetico-aerodinamico specifico e particolarmente estremo, mentre sotto il cofano della vettura batte un poderoso V12 6.5 litri portato ad erogare la bellezza di 830 CV.

In occasione del World Finals 2019 di Jerez de la Frontera sono state svelate alcune succulente caratteristiche della vettura, tra cui la grande grande ala aerodinamica posteriore, l’airscoop istallato sul tetto e il cofano anteriore racing, impreziosito da una doppia presa d’aria. Degno di nota la struttura della vettura composta dal telaio anteriore in alluminio abbinato ad un monoscocca in fibra di carbonio, una combinazione capace di offrire la massima rigidità e leggerezza. A tal proposito, gli ingegneri Lamborghini hanno realizzato un rollcage in acciaio per alloggiare il motore appositamente per offrire la massima rigidità torsionale.

Potenza e coppia del motore vengono gestiti dalla sofisticata trasmissione Xtrac sequenziale a 6 rapporti, sviluppata per avere una funzione strutturale portante del reparto sospensioni. I braccetti di queste ultime risultano direttamente collegate alla scatola del cambio, ottimizzando in questo modo il rapporto rigidezza-peso. Il pacchetto meccanico comprende infine un differenziale autobloccante meccanico che permette di regolare il precarico in modo dinamico.

Lamborghini Urus ST-X

La Lamborghini Urus ST-X si presenta invece come il primo SUV ad altissime prestazioni sviluppato per le gare. La vettura è spinta poderoso V8 biturbo alleggerito, mentre la sua carrozzeria vanta l’uso di un cofano in fibra di carbonio dotato di prese d’aria supplementari, a cui si aggiunge un’ala in carbonio e scarichi specifici da competizione.

L’Urus ST-X è stata personalizzata da una livrea color verde Mantis impreziosita da dettagli in rosso. All’interno dell’abitacolo troviamo un roll bar di sicurezza sedili da gara ad alto contenimento e un estintore. La prima gara della Lamborghini Urus ST-X è stata fissata per il World Finals 2020 di Misano Adriatico.

Lamborghini, due anteprime mondiali al World Finals 2019 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Lamborghini Huracan Evo con Alexa, l’assistente di Amazon

Altri contenuti