Nuova Classe S, debutta l’ibrido di lusso nella gamma Mercedes

Otto versioni e la ghiotta novità della ibrida S 400 Hybrid: la nuova Classe S sarà sul mercato a Giugno. Prezzi a partire da 73.000 euro

Nuova Classe S, debutta l'ibrido di lusso nella gamma Mercedes

Tutto su: Mercedes-Benz Classe S

di Francesco Giorgi

08 aprile 2009

Otto versioni e la ghiotta novità della ibrida S 400 Hybrid: la nuova Classe S sarà sul mercato a Giugno. Prezzi a partire da 73.000 euro

.

Otto versioni e tante novità. L’inedito modello che sfrutta la tecnologia ibrida con l’utilizzo, prima berlina di classe superiore nel mondo, di batterie al litio. Bassi consumi, basse emissioni, e sarà possibile toccare con mano la tecnologia Splitview, lo schermo alla consolle a pixel sdoppiati che permette al passeggero di interagire con CD, DVD, MP3 mentre il conducente consulta la mappa satellitare.

Ecco la nuova Mercedes Classe S, pronta a debuttare a Giugno ma già presente in catalogo e ordinabile. I prezzi, in linea con la gamma, partono dai 73.000 euro per la versione S350 CDI BlueEFFICIENCY.

Proprio per la Classe S, la Mercedes ha intessuto un piccolo mistero: se ne attendeva la presenza al Salone di New York, in programma da venerdì prossimo. Invece, allo stand della Stella a Tre punte saranno presenti solo la Classe E 250 BlueTEC, la enorme E 63 AMG e la ML 450 Hybrid.

Un’assenza difficile da spiegarsi, anche perché l’uscita sul mercato statunitense della nuova Classe S è prevista ad Agosto.

Osservando la nuova versione con le lente d’ingrandimento, si nota che la Mercedes, per questa nuova serie, ha badato più ai contenuti tecnologici piuttosto che ad un maquillage nelle forme che ne potesse stravolgere le caratteristiche lanciate tre anni e mezzo fa, al momento dell’entrata sul mercato della W221 Classe S, un modello venduto in 270 mila unità dall’autunno del 2005 e degna erede di una dinastia iniziata nel 1951 con la 220 e proseguita, per quasi sessant’anni, con 3 milioni e 330 mila esemplari venduti.

Un “trucco” leggero

Il restyling cui la nuova Classe S è stata oggetto è stato condotto per non stravolgerne le linee esterne. All’esterno, le novità degne di nota riguardano il nuovo disegno della griglia, ora dalla forma più accentuata, l’adozione di nuovi paraurti, all’anteriore (che presenta delle sottili strisce cromate in corrispondenza delle prese d’aria) e al posteriore (per il quale è già prevista una prossima modifica: i terminali dello scarico integrati), e il montaggio di una sottile linea di Led abbinata a ciascuno dei due proiettori anteriori allo Xeno.

S 400 Hybrid: la berlina di lusso più economica del mondo

Mai vista una 3.5 che dichiara un consumo medio di 7,9 litri per 100 km. In effetti, la S 400 Hybrid rappresenta la berlina di lusso più economica del mondo, oltre che la prima vettura di classe equipaggiata con batterie al litio ad essere prodotta in serie e a comparire nei listini della Casa.

Frutto delle ricerche condotte a Stoccarda sulla diminuzione dell’inquinamento, la S 400 Hybrid si basa sulla S350, dotata di un motore a benzina da 3.5 litri, 6 cilindri a V dotato di una potenza di 279 CV, accompagnato da un propulsore magneto elettrico da 20 CV-15 kW che fornisce la potenza necessaria e il controllo elettronico per il sistema di batterie al litio ad alto voltaggio.

Il tutto è abbinato a un cambio automatico 7G-TRONIC a sette rapporti studiato per il funzionamento a sistema ibrido e a un sistema Start-Stop del motore, che arresta il propulsore quando il cambio è in folle e lo avvia quando si innesta la prima marcia.

Al momento della frenata della vettura, il motore elettrico funziona come un generatore, che trasforma l’energia cinetica che si è prodotta durante la marcia e la trasferisce in una compatta batteria al litio alloggiata nel vano motore, per poi recuperarla quando occorre.

Come si diceva, i consumi dichiarati dalla Mercedes per la S 400 Hybrid sono davvero bassi: nel ciclo combinato, appena 7,9 litri per 100 km, con emissioni nell’ordine dei 180 g/km. Un valore che ha del rivoluzionario, se si pensa che riguarda una berlina grossa, pesante e mossa da un motore di cubatura abbondante come il V6 tedesco.

Otto motori da 3 a 6.2 litri

La gamma della Classe S si compone di ulteriori otto versioni, equipaggiate con 6 unità Diesel e 2 a benzina, con cilindrate che vanno dai 3 ai 6.2 l. La versione “base” è la S 350 CDI BlueEFFICIENCY, da 235 CV, che adotta un sistema di ottimizzazione aerodinamica al sottoscocca, pompe della benzina a controllo elettronico e il cambio 7G-TRONIC automatico.

Rispetto alla precedente versione, l’utilizzo di nuove tecnologie permette un sensibile risparmio in termini di carburante e di emissioni di CO2: appena 7,6 litri per 100 km e un valore di emissioni di circa 200 g/km. Lo stesso motore Diesel 3.0 è montato anche sulla S350 CDI 4MATIC a trazione integrale, mentre una unità più grossa (4000 cc) equipaggia la S 450 CDI da 320 CV.

La gamma a benzina è formata da tre motorizzazioni. L’unità di 3.5 litri e 320 CV equipaggia la S 350 ed S 350 4MATIC; l’8V da 4.7 litri (340 CV) è montato sulla S450 ed S450 MATIC. Stesso frazionamento di cilindri per l’8V, ma da 5500 cc, che equipaggia la S500 e S500 4MATIC da 388 CV.

L’alto di gamma è formato sempre dalla S 600, che monta un motore 12 cilindri a V da 5500 cc e in grado di erogare una potenza di 517 CV e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 4,6 secondi. Per chi non si accontentasse (e se le potesse permettere) ecco anche le immancabili versioni AMG, con la S 63 AMG V8 da 6200 cc-525 CV e la S 65 AMG che vanta il V12 da 6.0 litri e ben 612 CV.

Novità Hi-Tech: lo SplitView

Il sistema dei comandi elettronici che equipaggia le funzioni dedicate al conducente e ai passeggeri comprende l’interfaccia BlueTooth, una presa USB e, come optional, il Media Interface utilizzabile per iPod e penne USB. Un sistema Hi-Fi composto da un Hard Disk da 7,2 GB, schede di memoria SD, lettore CD, DVD e MP3 compone il Music Register.

Ma la novità è lo SplitView, un sistema studiato dalla Mercedes in collaborazione con Bosch che sdoppia i pixel dello schermo LCD sistemato sulla consolle centrale. In questo modo, si ottiene una doppia immagine che permette,al conducente, di consultare mappe satellitari e, al passeggero, di utilizzate CD e DVD (per quest’ultima funzione, c’è una presa perle cuffie per non disturbare il conducente).

Questi i prezzi comunicati per il mercato tedesco (non si dovrebbero discostare molto da quelli italiani comunque) per la versione “base”, fatti salvi dunque gli allestimenti superiori, della nuova Classe S che sarà disponibile a partire da Giugno: S 350 CDI BlueEFFICIENCY 73.0000 euro; S 450 CDI 91.000; S 350 76.160; S 400 Hybrid 85.323; S 450 84.609; S 500 96.500 per finire con la S 600 che raggiunge quota 155.350 euro.