Ariel Atom Mugen: matrimonio anglo-giapponese

La partnership tra l’azienda inglse Ariel e la giapponese Mugen ha dato vita ad un bolide che brucia i 100 km/h in soli 2,9 secondi. Da 60.000 euro.

Ariel Atom Mugen: matrimonio anglo-giapponese

di Francesco Donnici

14 gennaio 2011

La partnership tra l’azienda inglse Ariel e la giapponese Mugen ha dato vita ad un bolide che brucia i 100 km/h in soli 2,9 secondi. Da 60.000 euro.

L’Ariel, atelier inglese che produce la sportiva Atom, ha realizzato in partnership con la giapponese Mugen una versione speciale della barchetta ultraleggera  chiamata per l’occasione Atom 3 Mugen e realizzata in una tiratura limitata di 10 unità, in onore dei primi 10 anni del Costruttore anglosassone.

Esteticamente la vettura si riconosce per la vernice dedicata che ricopre le piccole parti della carrozzeria e per i badge metallici con impressi i nomi degli addetti alla realizzazione della sportiva. Lo scarno abitacolo è caratterizzato dalla strumentazione composta da uno schermo LCD che riporta i dati della vettura come la marcia inserita e i tempi sul giro realizzati in pista.  

Grazie all’intervento di Mugen – azienda nipponica specializzata nella preparazione di modelli Honda – l’Ariel 3 beneficia del propulsore 2.0 litri preso in prestito dalla Honda Civic Type R ed elaborato fino a 270 CV erogati a 8600 giri/min. Con questi numeri la sportiva inglese brucia i 100 km/h da fermo in soli 2,9 secondi e raggiunge i 240 km/h di velocità massima.[!BANNER]

Le performance di handling della vettura sono garantite da speciali ammortizzatori regolabili e accoppiati a molle più dure e corte, mentre per l’impianto frenate ci si è affidati ad un sistema di dischi dalla generosa sezione morsi da pinze a quattro pistoncini. La vettura può essere già ordinata ad un prezzo intorno ai 60.000 euro.