Hyundai Kona: a 149 euro al mese con Hyundai By Mobility

La nuova formula Hyundai By Mobility consente di accedere alla gamma coreana a prezzi molto interessanti, come nel caso della Kona proposta a 149 euro al mese.

Hyundai Kona: a 149 euro al mese con Hyundai By Mobility

Tutto su: Hyundai Kona

di Giuseppe Cutrone

13 giugno 2018

Tempo di sconti per la Hyundai Kona, che grazie al programma di mobilità Hyundai By Mobility è disponibile per tutto il mese di giugno con la possibilità di rateizzare l’acquisto in 149 euro al mese per quattro anni.

Il prezzo in promozione è relativo alla Hyundai Kona 1.0 Classic e include nel costo mensile la manutenzione ordinaria, l’assicurazione RC Auto e la polizza Furto e Incendio. TAN e TAEG si attestano invece rispettivamente al 4,95% e all’8,82%, mentre il primo canone comprensivo dei servizi è pari a 5.729,70 euro.

L’allestimento Classic punta sul motore a benzina 1.0 T-GDi da 120 cavalli e include nella dotazione di serie il climatizzatore manuale, la radio con schermo da 5 pollici, comandi al volante e Bluetooth, le luci diurne a LED e i sistemi di assistenza alla guida SmartSense, tra cui il mantenimento automatico della corsia di marcia e il rilevatore di stanchezza.

In alternativa, Hyundai propone per la Kona un prezzo scontato di 15.800 euro, con un risparmio per il cliente di 3.000 euro rispetto al listino ufficiale. Lo sconto in questo caso è disponibile su tutti gli allestimenti e può essere associato al programma i-Plus 36 mesi, che prevede un finanziamento a tasso agevolato al 2,95% e rate a partire da 149 euro al mese.

Oltre ad essere disponibile sia per i clienti privati che per i titolari di partita IVA, la nuova forma di leasing Hyundai By Mobility è accessibile per tutti i modelli della gamma.

Tra i vantaggi offerti al pubblico ci sono la possibilità di mantenere la classe di merito RCA e la scelta, a fine contratto, di acquistare la vettura concordando fin da subito il prezzo del riscatto. Il cliente può in ogni caso decidere di restituire l’auto o di sostituirla, beneficiando in questo caso dell’eventuale plusvalenza.