Audi A6: ecco la nuova berlina hi-tech

La ottava generazione di uno dei modelli-simbolo di Ingolstadt si prepara al debutto: prezzi da 62.100 euro e motorizzazione 3.0 TDI 286 CV mild hybrid. Tutti i dettagli e le dotazioni.

Audi A6: ecco la nuova berlina hi-tech

Tutto su: Audi A6

di Francesco Giorgi

18 maggio 2018

Annunciata all’inizio di quest’anno quale “sorella minore” della gamma ammiraglia dei Quattro Anelli – A7 ed A8, dalle quali del resto eredita l’”ossatura” e le tecnologie di bordo -, la nuova Audi A6 si prepara al debutto sul mercato, con prezzi – già resi noti nelle scorse settimane – che partono da 62.100 euro.

L’ottava generazione di quello che, nella lineup di Ingolstadt, rappresenta uno dei modelli-portabandiera, viene allestita nelle linee di montaggio di Neckarsulm, stabilimento “storico” per il marchio: l’impianto, attivo dal 1969, provvede attualmente alla produzione della gamma A4, A5, A7 ed A8, oltre alle versioni sportive RS e alle supercoupé R8

La nuova generazione di Audi A6 – presentata in anteprima al Salone di Ginevra 2018, insieme alla recentemente aggiornata A7 – sbarca sul mercato contrassegnata da una inedita identificazione di modello: si tratta della declinazione 50 TDI, equipaggiata con l’unità turbodiesel da 3 litri nell’architettura a sei cilindri a V da 286 CV di potenza e 620 Nm di coppia massima, abbinata al cambio Tiptronic ad otto rapporti e alla consueta trazione integrale “quattro” esclusiva di Audi, che nella ottava generazione di Audi A6 viene resa disponibile con il differenziale centrale autobloccante a controllo elettronico e con il dispositivo di sterzata integrale a richiesta, che alle basse velocità direziona l’assale posteriore in modo da “seguire” l’avantreno e, di conseguenza, garantire al veicolo ulteriore dinamismo al comportamento vettura su strada e riduce il diametro di sterzata (un dispositivo che, tenuto conto delle dimensioni non certo “minimal” di Audi A6, dovute in parte all’adozione della piattaforma MLB, può rivelarsi particolarmente utile nei tornanti più stretti da affrontare con attenzione e nelle fasi di manovra). Gli allestimenti sono sei: “base”, “Sport”, “Design”, “Business”, “Business Sport” e “Business Design”.

Questi i prezzi “chiavi in mano” di Audi A6 2018, già comunicati ad aprile al momento del “via” alla fase di ordinazione: Audi A6 50 TDI 3.0 quattro tiptronic “base”: 62.100 euro; A6 Sport, 64.500 euro; A6 Design, 54.500 euro; A6 Business, 64.900 euro; A6 Business Sport, 66.900 euro; A6 Business Design, 67.800 euro. In una fase successiva al debutto, la lineup Audi A6 di ottava generazione si arricchirà ulteriori varianti: lo stesso 3.0 TDI ma dalla potenza ridotta a 231 CV, il 2.0 TDI a quattro cilindri da 204 CV e il V6 3.0 TFSI a benzina da 340 CV (quest’ultimo, anticipa una nota Audi diffusa in queste ore, sarà accoppiato al cambio S Tronic con tecnologia “ultra” di controllo delle quattro ruote motrici, che attiva “in tempo reale” la motricità al retrotreno in determinate condizioni di marcia). Allo stesso modo, nei prossimi mesi sarà la volta della versione “wagon” Avant (qui la nostra anticipazione delle scorse settimane), attesa per l’autunno 2018 – su tre linee di allestimento: “Sport”, “Design” ed “S Line Exterior” – con la medesima impostazione hi-tech della nuova A6 berlina, ma con una capienza al vano bagagli più che buona: 565 litri nel normale assetto di marcia, 1.680 litri a schienali posteriori – frazionati nello schema 40:20:40 – totalmente abbattuti.

Riguardo alla tecnologia di propulsione, si conferma il ricorso al dispositivo ibrido leggero (mild hybrid) MHEV a 48V, con alternatore-starter RSG ad azionamento mediante cinghia per la funzione rigenerativa (il recupero, nelle fasi di decelerazione, arriva a 12 kW): questo sistema, alimentato da una batteria agli ioni di litio, è in grado di far “veleggiare” il veicolo per inerzia a velocità comprese fra 55 e 160 km/h. Su strada, indica Audi, il 3.0 TDI 286 CV con sistema mild hybrid aiuta a diminuire i consumi, nell’utilizzo reale del veicolo, fino a 0,7 litri di carburante ogni 100 km.

Per l’abitacolo, Audi A6 offre diverse linee di allestimento: sono cinque, in questo caso, e ciascuna delle quali rivolta ad uno specifico concetto cromatico: “base”, “Sport”, “Design”, “Design Selection” ed “S Line” con abbinamento ai cerchi da 19” e all’assetto sportivo. Il “pacchetto” S Line Exterior è, in ogni caso, disponibile per tutti i gradi di declinazione.

Di particolare rilievo, ai fini dello sviluppo tecnologico delle funzioni di bordo, un accesso ancora più rapido ai programmi multimediali ed alle ampie possibilità di personalizzazione: i comandi MMI Touch Response ad utilizzo “intuitivo”, vengono raggruppati in due ampi display che sostituiscono la “tradizionale” disposizione dei comandi a pulsante, a manopola e ad interruttore. Lo schermo superiore (10.1”) del modulo MMI Touch Response, sulla falsariga delle App da tempo utilizzate nei device mobili, consente a conducente e passeggero la libera disposizione di utilizzo dei tasti virtuali per il controllo delle varie funzioni del veicolo; a sua volta, il display collocato inferiormente (8.6”) permette all’utente di creare fino a 27 “shortcut” per le funzionalità vettura – climatizzazione, comfort, inserimento testi – a e per i “preferiti” (numeri di telefono, emittenti radio, destinazioni di navigazione). Altrettanto presente, nel modulo di navigazione MMI Plus (disponibile a richiesta: è una “centrale multimediale” connessa in Rete mediante standard LTE Advanced, ed inoltre offre l’Audi Phone Box e due sofisticati impianti audio alto di gamma, dei quali il più sofisticato è un sistema Bang & Olufsen Advanced Sound System), è l’Audi Virtual Cockpit, con schermo HD da 12.3” che viene gestito mediante i comandi multifunzione collocati sul volante di nuovo disegno. Un Head-up Display si occupa di integrare i vari programmi MMI Plus.

Altrettanto ricca è la dotazione di sistemi di assistenza alla guida e sicurezza attiva proposti per la nuova ottava generazione di Audi A6: fino a trentanove funzionalità, tutte basate sulla centralina zFAS di controllo che elabora l’ambiente circostante il veicolo attraverso il continuo invio di dati dai sensori di rilevazione. Fra queste, si segnalano il dispositivo di assistenza adattiva alla guida (modulo che comprende Adaptive Cruise Control, Predictive Efficiency Assistant, avviso di restringimento corsia di marcia), il Traffic Jam Assist, l’Audi Active Lane Assist che aiuta il conducente al corretto mantenimento della propria corsia di marcia mediante rapidi e lievi correzioni allo sterzo; l’Emergency Assist che, in caso di emergenza, ferma il veicolo e provvede all’invio di una chiamata di soccorso (sistema, quest’ultimo, peraltro reso obbligatorio dalle più recenti normative europee inmateria di sicurezza stradale).