Honda Civic 1.6 i-DTEC Diesel e Jazz 1.5 i-VTEC Dynamic: potenza e praticità

La Casa giapponese svela due interessanti novità tra cui la variante sportiva della piccola Jazz e la versione diesel della Civic, caratterizzata da consumi molto contenuti.

Honda Civic 1.6 i-DTEC Diesel e Jazz 1.5 i-VTEC Dynamic: potenza e praticità

Tutto su: Honda

di Redazione

26 gennaio 2018

La rinnovata Honda Jazz, citycar versatile e spaziosa, ora strizza l’occhio anche alla sportività grazie al nuovo allestimento Dynamic dal carattere grintoso e al motore a benzina 1.5 litri da 130 CV, capace di prestazioni molto stuzzicanti. Le novità della Casa giapponese riguardano anche la Honda Civic che debutta sul mercato italiano con un nuovo propulsore diesel 1.6 litri, in grado di offrire prestazioni brillanti a fronte di consumi ed emissioni inquinanti irrisori.

Honda Jazz 1.5 i-VTEC Dynamic

Aggiornata nell’aspetto lo scorso novembre, la Jazz porta ora in dote un compatto e potente propulsore a benzina aspirato da 1.5 litri, in grado di offrire ben 131 CV (155 Nm di coppia) e con marce che possono raggiungere quota 7.000 giri per la gioia degli amanti delle accelerazioni. La ricetta della Jazz Dynamic è quindi tanto semplice, quanto geniale: offrire una monovolume dalle dimensioni molto compatte che sia agile e pratica in città, ma che nello stesso tempo possa offrire prestazioni da piccola sportiva (senza esagerazioni) capaci di togliere più di uno sfizio agli amanti della guida. Le prestazioni dichiarate parlano di uno scatto da 0 a 100 km/h effettuato in 8,7 secondi e una velocità di punta di 190 km/h.

Il 1.5 litri da 131 CV si mostra vivace in tutte le situazioni, inoltre il cambio con rapporti corti e ben sincronizzato spinge verso una guida allegra, anche se il motore permette di riprendere anche da basse velocità col giusto brio, senza bisogno di dover scalare per forza. I tecnici Honda hanno fatto inoltre un ottimo lavoro per quanto riguarda lo sterzo e le sospensioni: offrono un giusto compromesso tra confort e reattività, con il primo che risulta preciso, ma non troppo duro, mentre le sospensioni regalano un  buon inserimento in curva e nello stesso tempo assorbono piuttosto bene le asperità dell’asfalto.

Rispetto agli altri allestimenti, il Dynamic si distingue per l’adozione di una nuova mascherina frontale, e fascioni paraurti più aggressivi, l’uso di minigonne laterali e spoiler posteriore ed infine un set di cerchi in lega di colore nero lucido. Questa variante sportiva della Jazz viene proposta in due versioni: si parte dalla Dynamic Connect (listino 18.300 euro) che mette a disposizione climatizzatore, cruise control, fendinebbia, connessione senza fili Bluetooth, frenata automatica d’emergenza, avviso cambio corsia involontario e controllo automatico dei limiti di velocità. Al top di gamma troviamo invece la Dynamic Navi (18.950 euro) che aggiunge alla precedente dotazione la radio digitale Dab e il sistema di navigazione satellitare. Tra gli optional troviamo il cambio automatico CVT (1.350 euro) disponibile al posto del manuale a sei marce offerto di serie.

L’abitacolo della Jazz è stato studiato per offrire una buona abitabilità per 5 persone adulte, nonostante le dimensioni esterne della vettura siano decisamente compatte. La plancia mette a portata di mano del guidatore tutti i comandi più importanti che risultano intuitivi e facilmente raggiungibili, l’unica pecca è probabilmente da ricercare nella scelta dei materiali che si presentano piuttosto duri al tatto. I sedili non sono ad alto contenimento, ma godono della giusta imbottitura, mentre la versatilità è assicurata dagli utili porta oggetti, dalla presenza del comodo portabicchieri posizionato sulla plancia e dal divano posteriore che può essere regolato in maniera verticale. Il vano bagagli che vanta un’ampiezza di 354 litri, ampliabile fino a quota 1.314 litri abbattendo il divano dietro, risulta regolare e con una soglia da terra piuttosto bassa.

Honda Civic 1.6 i-DTEC Diesel

La nuova Honda Civic va incontro alle esigenze di chi percorre molti chilometri offrendo finalmente nella propria gamma di motorizzazioni un’unità diesel. La giapponese di segmento C guadagna infatti il nuovo e sofisticato propulsore diesel 1.6 litri i-DTEC capace di erogare 120 CV e una coppia massima di ben 300 Nm. Secondo i dati dichiarati dal Costruttore, la Civic 1.6 i-DTEC Diesel scatta da 0 a 100 km/h in 10,4 secondi, un tempo di tutto rispetto, ma in realtà a stupire sono i consumi di carburante decisamente irrisori che risultano nel ciclo medio pari a 3,7 litri/100 km, ovvero circa 27 km con un litro di gasolio.

Per ottenere questi risultati, il motore vanta un peso ridotto grazie all’uso di un albero a gomiti realizzato con alluminio ad alta resistenza, senza dimenticare l’uso del sistema di iniezione della Bosch ed un turbo ad alta efficienza abbinato a ad un sistema di ricircolo a bassa pressione EGR (Exhaust Gas Recirculation) che garantisce una conversione dei gas di scarico nocivi più efficiente (emissioni dichiarate nel ciclo misto pari a 91 g/km di CO2). Gli ingegneri sono inoltre riusciti a ridurre gli attriti attraverso una smerigliatura doppia dei cilindri e all’uso di una nuova catena di distribuzione. Il risultato è un’ottima insonorizzazione del rumore del motore che risulta inferiore di 3 dB rispetto alla precedente unità e le relative vibrazioni. Ad ogni modo i 120 Cv di potenza sono percepibili alla guida e vengono erogati in modo costante ed equilibrato.  Anche per questo motivo siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla sua accelerazione, supportata da una coppia di 300 Nm disponibile a 2.000 giri al minuto. Della dinamica di guida della Civic abbiamo già parlato nelle nostre precedenti prove su strada, rimanendo sempre entusiasti delle caratteristiche della giapponese, in questa occasione ci sentiamo di dire che l’accoppiata con il motore diesel completa un’offerta di livello. Si tratta di un propulsore capace di accompagnare la dinamica di guida in modo costante e lineare, accompagnato da una trasmissione precisa e generosa. Detto ciò, si tratta di un progetto in piena sintonia, che rende piacevole la guida e anche i consumi: attestandoci a quanto dichiarato di media dal computer di bordo, c’è da rimanere sbalorditi (attendiamo un’accurata prova su strada per approfondire il discorso dei consumi).

I prezzi della Honda Civic 1.6 i-DTEC Diesel partono da un listino pari a 23.900 euro, ovvero 1.400 euro in più rispetto alla Civic a benzina con la medesima potenza.