RS3 Sportback, RS5 Coupé e TT RS, anima e cuore Audi Sport

Il successo più grande è la continuità delle performance: dalla strada alla pista, senza compromessi, tra eleganza e velocità pura. Ecco le nostre sensazioni di guida delle tre “belve” tedesche.

RS3 Sportback, RS5 Coupé e TT RS, anima e cuore Audi Sport

Tutto su: Audi

di Francesco Parente

27 ottobre 2017

Location: Appennino tosco-emiliano / Circuito Internazionale Marco Simoncelli di Misano. Automobili da guidare: Audi RS3 Sportback, RS5 Coupé e TT RS. Un dato essenziale da non dimenticare mai: sono stati 1.250 i cavalli che abbiamo guidato su strada e in pista; messaggio fondamentale che gli uomini di Audi hanno voluto trasmetterci è il seguente: non dimenticate quanta potenza state guidando, ma dopo il test sappiate che in mente non vi rimarrà soltanto questa, perché le creature di Audi Sport sanno offrire molto di più.

PRESTAZIONI E CONTINUITA’

In effetti è sorprendente la capacità di questi modelli di assecondare i desideri di guida di chi sale a bordo di una RS, con la consapevolezza che, su strada va bene rispettare i limiti imposti dal codice, ma in pista tutto è lecito. Così, tra una curva e l’altra, un passo di montagna e un altro ancora, tra sali e scendi da rischi funambolici, i chilometri correvano via in scioltezza sull’asfalto dell’Appennino tosco-emiliano e pur godendo del sound gioviale della “corda vocale RS”, abbiamo viaggiato senza troppo stress per la nostra schiena, ascoltando musica rilassante e discutendo con il nostro collega senza urlarci nelle orecchie. Dietro il bagagliaio le nostre valige sono arrivate sane e salve nonostante un voluto shakeramento prontamente assecondato dalle nostre Audi RS. Vi starete chiedendo: tutto chiaro per le prestazioni, ma cosa c’entra la continuità? C’entra eccome, nel momento in cui decidiamo di fare una “capatina” a Misano…non al mare di questi tempi…no no, siamo andati a far visita al Circuito Internazionale Marco Simoncelli. Visita culturale? Ma che…visita guidata? Sì…nel vero senso della parola! Con le stesse RS ci siamo spinti in circuito, a consumare benzina e pneumatici, spremendo tutte le potenzialità della RS3 Sportback, della RS5 Coupè e della TT RS. Nel paragrafo successivo vi racconteremo cosa ci hanno trasmesso le tre “belve”, ma lasciatevi anticipare il senso di compiacimento che abbiamo provato quando con le stesse RS stressate in pista, abbiamo ripreso la strada “normale” imbattendoci in paesaggi mozzafiato. Ah, dimenticavamo…RS stressate? Niente affatto…sull’asfalto di tutti i giorni filavano via senza batter ciglio! Che bellezza!

AUDI RS, PRONTE A TUTTO

RS3 Sportback

Le abbiamo guidate tutte, tanto e in qualsiasi momento, per cui faremo ordine partendo dalla più “piccola” delle tre, l’Audi RS3 Sportback. Forte del suo 5 cilindri TFSI da 2.5 litri, 400 CV e 480 Nm di coppia disponibile a 1.700 giri/min., è equipaggiata con un cambio automatico a doppia frizione a sette marce e trazione quattro. Valori dichiarati dalla Casa tedesca: accelerazione da 0 a 100 km/h in 4”1s e velocità massima fino a 280 km/h (senza limitazione). Tra le caratteristiche tecniche questa RS presenta la frizione a lamelle ad azionamento idraulico e controllo elettronico, presente sull’asse posteriore, che ottimizza la ripartizione dei pesi sugli assali. Rispetto al modello precedente ha guadagnato 33 CV perdendo 26 kg di peso. L’emozione sale forte già dal momento della sua accensione, con il rumore del motore che risale fino in abitacolo e si rifugia dentro di noi. Metti dentro la prima, acceleri e ti senti subito schiacciato contro lo schienale del sedile, ed ecco che si girano tutti, ma proprio tutti…non solo per questa liberazione di potenza, perché le RS sono automobili sì sportive, ma allo stesso tempo piacevoli ed eleganti alla vista, nonostante i cerchi in lega “giganti”, le appendici aerodinamiche che spuntano qua e là e gli scarichi ben in vista. La RS3 Sportback è inaspettatamente più dura e cattiva di quanto si possa immaginare, ma risalta la sua capacità di camuffarsi al cospetto del codice della strada, diventando gestibile a chi, purtroppo per lui, non può farla divertire, divertendosi, in pista. A tal proposito, in pista ci è sembrata la “meno adatta”…o meglio, quella che delle tre si trova meno a suo agio tra i cordoli, manifestando del sottosterzo diffuso, ma che comunque ti fa  lavorare sul volante, alimentando adrenalina e divertimento. E’ la più venduta della famiglia Audi Sport, ad un prezzo di partenza di 53.000 Euro.

RS5 Coupé

Per noi è la più bella delle tre, ma, ammettendo che si tratta di un parere del tutto soggettivo, ritorniamo al nostro dovere, quello cioè di informare dei fatti, in modo del tutto oggettivo e privo di considerazioni personali. A vederla si riconosce la sua veste originale di granturismo da alte prestazioni, quindi sportiva ma allo stesso tempo sobria ed elegante. Sotto il cofano motore alberga un V6 sovralimentato da 2.9 litri TFSI, con potenza di 450 CV ma con una coppia straordinaria di 600 Nm disponibili da 1.900 giri/min. E’ dotata di cambio automatico Tiptronic a otto marce; questo il dato dichiarato dalla Casa tedesca: copre lo 0-100 in 3,9s. Il paradiso delle caratteristiche non finisce qui, perché la RS5 Coupé mette in gioco la trazione quattro, con differenziale centrale auto bloccante e differenziale sportivo al posteriore e anche freni carbo-ceramici da 400 mm. Va forte, sa come assecondare il suo “cavaliere”, sa mutare pelle in base alle occasioni: il doppio turbo la trasforma come e quando vuole e questo aspetto in pista equivale a una santa benedizione nel peggior momento di perdizione. Con lei hai la sensazione di stare sempre “davanti, in vantaggio”, di avere un qualcosa in più agli altri; il volante è perfetto, il cambio spara i rapporti in modo ineguagliabile e li riporta in “canna” senza capricci. Prima di spingerla forte in pista pensavamo che il peso e il passo più importanti delle tre potesse scalfire la sua anima racing…e invece no! Nessuna derapata o trasferimento di carico ci ha mai impensieriti, anzi…tra le tre RS la 5 Coupé si è divertita a metterci alla prova, assecondando la nostra tenacia e catturando la nostra adrenalina. L’abbiamo guidata talmente forte che un collaudatore di Audi Sport seduto al nostro fianco alla fine della sessione ha esclamato: “Wow, complimenti, hai guidato veramente bene! Preciso e veloce, un tutt’uno con la RS5 Coupè”. Proprio così…me lo sentivo…sono andato forte…ma credetemi, ho guidato come alla RS5 Coupè piace da impazzire; questa macchina ti prende in un modo pericoloso! Per chi fosse interessato, il suo listino ha un prezzo di partenza di 89.900 Euro.

TT RS

Arriviamo alla più rampante, alla più sportiva, a quella che per indole sa di dover offrire soltanto velocità! Sotto la sua veste batte lo stesso cuore della RS3, per cui troviamo il 2.5 cc TFSI da 400 CV, che la fa accelerare da 0 a 100 km/h in 3,7s. Nella sua carta d’identità, i segni particolari mettono in mostra la trazione quattro, la frizione lamellare a controllo idraulico, il cambio S Tronic a doppia frizione a sette marce, le sospensioni Audi Magnetic Ride Control, freni da 370 mm all’avantreno e da 310 mm al retrotreno. Difficile dimenticarsi di lei!?! La vedi da fuori e capisci che non scenderà a compromessi, eppure, sotto sotto, Audi le ha donato quella duttilità secondo cui un romantico weekend con la dolce metà risulterebbe indimenticabile e privo di scomodità…ma attenti a non svegliare la belva che è in lei! Quando ti accoglie in abitacolo ti senti che la sportività ha raggiunto, in questo caso, un salto in alto, poi accendi il motore e il 5 cilindri sale subito alto, anzi…altissimo. In pista la TT RS sfoggia al meglio le sue performance, la sua efficienza raggiunge livelli alti della nostra soddisfazione e del nostro piacere. Si fa fatica a non farsi distrarre dalle emozioni, perché la TT RS ha la padronanza di ipnotizzare il nostro autocontrollo, se ne fosse capace, ci farebbe letteralmente volare tra i cordoli, inseguendo la celebre frase “dalla strada alla pista”. Non potendolo fare però, si è divertita a bombardare i nostri sensi con dosi esasperate di reattività, precisione, agilità, tenuta di strada, prontezza nella frenata…con lei avremmo voluto la nostra 24 ore di Misano, senza cedere mai il volante…con l’impressione che la TT RS potrebbe stupirci ancora e ancora dopo le 24 ore! Il suo prezzo? Parte da 73.700 Euro…potendolo fare, la compreremmo per weekend sdolcinati, ma in location dove a qualche chilometro c’è l’asfalto di un autodromo…”doppia libidine”!

Audi, Audi Sport e il Motorsport rappresentano un sodalizio alimentato dalla passione, dalla capacità umana e tecnologica, dalla sfida al presente e al futuro, dalla volontà di produrre automobili che non scendono a compromessi, per il semplice fatto che sanno darti tanto, tutto, quando si vuole e come si vuole.