Abarth 500C: l’anti-Mini sbarca in Inghilterra

Gli inglesi saranno sempre fedeli alla Mini Cooper? Ora c’è una rivale più economica, la Abarth 500C, proposta a 21.000 euro

Abarth 500C: l'anti-Mini sbarca in Inghilterra

di Francesco Giorgi

23 luglio 2010

Gli inglesi saranno sempre fedeli alla Mini Cooper? Ora c’è una rivale più economica, la Abarth 500C, proposta a 21.000 euro

Ecco la Abarth 500CBritish style. In questi giorni, l’ultima nata dello Scorpione approda oltremanica, pronta per sfidare la Mini Cooper S Cabrio, rispetto alla quale si preannuncia decisamente più economica.

La 500C, infatti, viene proposta sul mercato inglese a partire da 21.000 euro: lo stesso prezzo di acquisto italiano, e piuttosto lontano dai 28.000, ma anche dai 24.000, richiesti rispettivamente per la Cooper S e la meno potente Cooper.

L’allestimento della 500C per la Gran Bretagna è invariato rispetto al modello per i mercati continentali: verniciatura bicolore, sette airbag, ABS con EBD, ESP, ASR, sistema di aiuto delle partenze in salita e HBA per le frenate d’emergenza e TTC, che nelle curve trasferisce la coppia motrice alla ruota con maggiore motricità. Ovviamente, viene modificata la posizione di guida, col volante sul lato destro e la strumentazione col tachimetro tarato in miglia.[!BANNER]

La Abarth 500C viene equipaggiata con il 1.4 turbo da 140 CV e 206 Nm di coppia, abbinato al cambio manuale automatizzato Abarth Competizione a cinque marce; la velocità massima della piccola bomba torinese è di 206 km/h, e l’accelerazione da 0 a 100 km/h è coperta in 8,1 secondi. Il consumo dichiarato, a ciclo medio, è di 6,5 litri per 100 km e le emissioni di CO2 sono nell’ordine dei 151 g/km.