Opel Meriva 2010: la MPV parte da 16.250 euro

Arriva a fine maggio la nuova Opel Meriva. Un inedito sistema di apertura delle porte "ad armadio" e tanta versatilità a partire da 16.250 euro

Immagini della nuova Opel Meriva

Altre foto »

Dopo la presentazione al Salone di Ginevra lo scorso marzo, arriva a fine mese nelle concessionarie italiane la nuova Opel Meriva. La seconda generazione della piccola monovolume tedesca ha il non facile compito di sostituire un modello che ha venduto più di un milione di unità in Europa e oltre 185.000 nel nostro paese.

"Squadra che vince non si cambia" si potrebbe dire parafrasando il linguaggio calcistico. E invece la nuova Meriva cambia, e parecchio. Per prima cosa porta al debutto nel suo segmento le cosiddette "porte ad armadio", finora apparse solo su vetture esclusive - tra tutte la Rolls-Royce Phantom - o su scenografiche Concept Car. Il design è completamente rinnovato seguendo il nuovo corso stilistico inaugurato dalla Insignia senza contare la maggiore versatilità rispetto al modello che sostituisce.

Accessibilità e spazio al top

La caratteristica che più distingue la nuova Meriva dalle concorrenti è sicuramente il sistema di apertura delle porte denominato FlexDoors: le porte posteriori non sono infatti incernierate su un solido montante centrale e si aprono in modo indipendente rispetto alle porte anteriori. L'accesso ai sedili posteriori, grazie anche ad un angolo di apertura di ben 84 gradi, risulta così molto più agevole rispetto ai sistemi tradizionali.

Questo sistema è particolarmente utile ai genitori che devono spesso piegarsi all'interno dell'abitacolo per sistemare i bambini e che, quando questi scendono dalla vettura, possono tenerli facilmente sotto controllo.

Prima di essere proposte su un modello di grande serie le FlexDoors sono state sviluppate per 5 anni al fine di garantire la massima funzionalità, ergonomia e sicurezza: è infatti presente un esclusivo sistema meccatronico che consente il bloccaggio automatico delle portiere ogniqualvolta il veicolo è in movimento.

Anche l'abitabilità si dimostra al top nel segmento, grazie al versatile sistema di configurazione dei sedili FlexSpace, che è stato ulteriormente migliorato. I sedili posteriori possono scorrere indietro o verso il centro privilegiando lo spazio per 2 o 3 persone oppure i bagagli. Si può inoltre abbattere la seconda fila di sedili per ottenere un piano di carico completamente piatto (fino a 1.500 litri di spazio) con un semplice meccanismo che impegna una sola mano.

Sono poi presenti ben 32 vani portaoggetti nell'abitacolo per riporre gli oggetti di uso quotidiano. Tra questi il sistema FlexRail nella console centrale che permette di modulare i vani presenti facendoli scorrere su guide in alluminio posizionate tra i sedili anteriori.

Questi ultimi sono studiati per garantire la massima ergonomia e godono della guida rialzata che permette di dominare la strada garantendo così una maggiore sicurezza. I passeggeri posteriori hanno poi una seduta più elevata rispetto a quelli anteriori e, quindi, una migliore visibilità della strada rispetto alle vetture tradizionali.

Motorizzazioni

La gamma di motorizzazioni presenta propulsori sia diesel che benzina orientati al risparmio e alla diminuzione della cilindrata ma al contempo garantiscono prestazioni superiori rispetto alla prima generazione. Tutte le unità sono Euro 5 e di serie su tutte le versioni sono offerti il controllo di trazione e l'ESP Plus.

Tra le motorizzazioni a benzina debutta un nuovo motore 1.4 litri, disponibile in tre diversi allestimenti. La versione meno potente eroga 100 CV ed è l'unico motore aspirato della gamma, segue poi il nuovissimo 1.4 Turbo da 120 CV (88 kW) che eroga 175 Nm di coppia e sostituisce l'attuale 1.6 da 105 CV, con una riduzione del 10% delle emissioni di CO2 e dei consumi, ma un aumento di potenza pari a circa il 15%. Al top della gamma il più potente 1.4 Turbo da 140 CV (103 kW) che eroga una coppia di 200 Nm ed è abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti.

Due i propulsori diesel disponibili al lancio: il 1.3 CDTI da 75 CV (55 kW) dotato di un particolare sistema di controllo che riduce i consumi. La nuova Meriva consuma così solo 4,9 litri/100 km con emissioni di CO2 pari a 129g/km; l'altro diesel è il 1.7 CDTI che sviluppa 100 CV (74 kW) e 260 Nm di coppia ed è abbinato ad una trasmissione automatica a sei rapporti.

Nel corso dell'anno, verranno introdotti sia la versione ecoFLEX a basse emissioni, dotata di un motore 1.3 CDTI da 95 CV (70 kW) sia due nuove varianti del motore 1.7 CDTI, rispettivamente da 110 CV (81kW) e 130 CV (96 kW) entrambe dotate di cambio manuale a 6 rapporti.

Allestimenti e prezzi

Il listino della nuova Opel meriva parte dai 16.250 euro per il motore benzina 1.4 da 100 CV nell'allestimento Elective. La stessa unità viene offertA invece a 17.250 euro nella versione turbo da 120 CV e 18.250 euro per quella da 140 CV. La Meriva con il motore diesel 1.3 CTDI viene offerta nell'allestimento Elective rispettivamente a 17.750 e 18.750 euro per le due versioni da 75 e 95 CV. Infine il 1.7 CTDI è disponibile da subito nella sola versione da 100 CV al prezzo di 20.750 euro. I rispettivi allestimenti Cosmo costano 2.000 euro in più.

Se vuoi aggiornamenti su OPEL MERIVA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Tomelleri | 12 maggio 2010

Altro su Opel Meriva

Opel Meriva 1.6 CDTI Cosmo Edition: la prova su strada
Prove su strada

Opel Meriva 1.6 CDTI Cosmo Edition: la prova su strada

Con il nuovo turbodiesel vanta prestazioni interessanti e un buon comfort acustico.

Nuova Opel Meriva 2014: prezzi da 17.300 euro
Ultimi arrivi

Nuova Opel Meriva 2014: prezzi da 17.300 euro

Opel rinnova la Meriva, che adesso appare più elegante e moderna, rimanendo sempre pratica e accogliente. Tra i motori la novità è il 1.6 CDTI.

Nuova Opel Meriva 2014: restyling di sostanza
Anteprime

Nuova Opel Meriva 2014: restyling di sostanza

La monovolume compatta della Casa del fulmine si aggiorna con l'introduzione di alcuni dettagli estetici e porta in dote nuovi propulsori.