Sotto la Rolls Ghost c’è un po’ di Serie 7

L’ultima nata di casa Rolls Royce ha mantenuto inalterato lo charme del brand ma ha una maneggevolezza di guida degna dalla Bmw Serie 7

Sotto la Rolls Ghost c'è un po' di Serie 7

Tutto su: Rolls-Royce Ghost

di Andrea Barbieri Carones

19 aprile 2010

L’ultima nata di casa Rolls Royce ha mantenuto inalterato lo charme del brand ma ha una maneggevolezza di guida degna dalla Bmw Serie 7

Rolls Royce, il brand britannico di auto di lusso (dal 2002 nelle mani tedesche di Bmw), ha fatto un altro passo in avanti nello sviluppo di queste vetture di nicchia, lanciando sul mercato la Ghost, un oggetto destinato a una clientela esclusiva.

Del resto ci vorrà poco ad affezionarsi alla Rolls Royce Ghost e al suo motore 6,6 litri V12: i suoi 571 CV, infatti, spingono le 3 tonnellate di lusso a 100 km/h in appena 4,9 secondi, con una velocità massima autolimitata a 250 km/h. Ma più che per le prestazioni, i clienti sono attirati dall’opulenza degli interni in pelle con inserti in radica e in metallo.[!BANNER]

I fortunati cultori del marchio che hanno già avuto la possibilità di effettuare un test drive sul silenziosissimo “Fantasma” (Ghost) hanno detto che è un veicolo dall’ingegneria incredibile: nonostante il peso e i 5,4 metri di lunghezza, sono rimasti entusiasti dalla maneggevolezza e dalla facilità di guida su strada grazie anche a un sistema di sospensioni ad aria indipendenti che assicurano stabilità su ogni fondo e in ogni situazione. La Ghost è stata infatti progettata per essere più “guidabile” rispetto agli altri modelli in commercio, avendo preso in prestito tecnologie della Bmw Serie 7. Il prezzo è di 260.000 euro.