Citroen C3 Picasso

Con la nuova C3 si allarga la famiglia Picasso: in Italia da Marzo

Citroen C3 Picasso

Tutto su: Citroën C3 Picasso

di Leopoldo Canetoli

24 gennaio 2009

Con la nuova C3 si allarga la famiglia Picasso: in Italia da Marzo

.

Se c’è una Casa automobilistica che ha sempre privilegiato la praticità, l’abitabilità e la capienza, senza dimenticare il comfort,  questa è senza dubbio la francese Citroen, che dopo una serie di “vagonette” o piccoli furgoni adatti al trasporto, ma anche alle famiglie, presenta anche per il mercato italiano la C3 Picasso, piccola monovolume da città pensata per semplificare la vita soprattutto in termini di abitabilità.

Definita dagli stessi francesi piccola “space box” la C3 Picasso esce direttamente in concorrenza con berline collaudate come la Fiat Idea, la Lancia Musa e soprattutto la Opel Meriva. Lunga 4,08 metri e larga 1,73, grazie al padiglione abbastanza alto la C3 Picasso offre una versatilità interna paragonabile a vetture del segmento superiore.

Design personale

Caratteristico il frontale con un cofano imponente caratterizzato da “double Chevron”, il marchio della Casa,  fari in posizione rialzata e generose griglie per il raffreddamento del radiatore. La parte posteriore, all’insegna della verticalità, è caratterizzata da un portellone molto ampio che si apre sfiorando i gruppi ottici anche questi verticali, e dà l’accesso a un vano bagagli di dimensioni generose, con una capienza di 500 litri che può arrivare fino a 1506 eliminando i sedili posteriori. Particolarmente studiata la visibilità, davanti con un parabrezza in tre settori e ai lati con vetratura anche per la parte bagagliaio.

Motorizzazioni benzina e diesel Airdream

Quattro le motorizzazioni disponibili: due sono Diesel con marchio Airdream, cioè ecosostenibili: un Hdi 1560 cc da 90 CV e 215 Nm a 1750 giri, abbinato a un cambio manuale a 5 rapporti, con emissioni di 130 g/km di Co2.

C’è  anche un più potente Hdi da 110 CV, distribuzione a 16 valvole, 240 Nm di coppia a 1750 giri, cambio manuale a 5 rapporti e 130 g/km di CO2. Doppia offerta anche per i motori a benzina (sviluppati assieme a BMW), un 1400 da 95 CV, 135 Nm  di coppia, cambio a 5 rapporti, e un 1600 con 160 Nm a 4250 giri di coppia.

Niente da eccepire sul piano della sicurezza passiva affidata a 6 airbag, mentre per i bambini ci sono gli attacchi Isofix per seggiolini di sicurezza. Particolarmente avanzato l’impianto di comunicazione, un sistema MyWay audio e multimediale che prevede non solo la navigazione a colori integrata, ma anche un dispositivo audio CD compatibile con i file MP3/WMA e un kit vivavoce Bluetooth. Questo equipaggiamento dispone di uno schermo a colori da 7 pollici decisamente adeguato per una buona lettura delle informazioni.

Arriverà sul mercato italiano a marzo con prezzi che andranno da 14.650 a 20.750 euro.