Arriva la terza serie della Mazda MX-5

Il restyling e un inedito 2.0 litri da 160 CV danno nuova linfa alla spider jap in versione 2009

Un profondo restyling, un nuovo look e tante migliorie che non si vedono, ma si possono tastare con mano. Proprio quest'anno Mazda MX5 spegne le sue prime venti candeline e festeggia alla grande, regalando alla spider del Sol Levante importanti novità che promettono se non l'eterna giovinezza sicuramente ancora diversi anni di successi.

Fin dagli esordi, la Miata ha subito riscosso gradimento e successo di vendite: non solo gli Stati Uniti, ma anche l'Europa ha saputo apprezzare questa due posti secchi così indovinata. In realtà il progetto era quanto di più classico e tradizionale si potesse offrire, ovvero una roadster compatta, leggera, con motore in posizione anteriore centrale e trazione posteriore. L'esordio della prima generazione avvenne a Chicago nel 1989, il resto è (quasi) storia (dell'automobilismo).

Oggi, giunta alla terza generazione, la Miata sfodera un look ancora più grintoso: i nuovi paraurti, la griglia ora a cinque punte, i gruppo ottici e i fendinebbia entrambi rivisti danno alla spider un'aria più dinamica e, grazie ad un miglioramento del Cx la rendono anche più aerodinamica.

All'interno i cambiamenti sono più limitati ma non per questo meno significativi. Subito ci si accorge che la strumentazione e qualche altro elemento sono nuovi, così come lo sono gli accostamenti cromatici, che aumentano la sensazione di sportività. Ma adesso nella MX5 c'è anche più spazio per le gambe, grazie all'eliminazione delle sporgenze delle tasche portaoggetti laterali collocate nelle portiere. Della serie: qualche centimetro in più anche in una due posti non guasta mai. Belli i sedili Recaro bicolore in pelle e Alcantara disponibili come optional.

Nuovo 2 litri da 160 CV

Pur non essendo una vettura da super prestazioni, l'MX5 ha sempre svolto egregiamente il proprio ruolo di spider grintosa e appagante nella guida, anche per i piloti più esigenti. Oggi è ancora più divertente e appetibile, considerato che accanto al classico 1.8 litri da 126 CV ha fatto ingresso il più prestante 2 litri da ben 160 CV a 7000 giri/min e coppia massima di 188 Nm a 5000 giri/min. Questa unità, disponibile con un cambio manuale a 6 marce rivisto e ottimizzato, consente alla spider di raggiungere 218 km/h e di scattare da 0 a 100 km/h in solo 7,6 secondi.

Molto interessante anche la disponibilità di una nuova trasmissione automatica a 6 rapporti con possibilità di selezionare manualmente le marce grazie ai comandi manuali sul volante (sistema Direct Activematic DAM). Una manna per gli smanettoni, visto che tale trasmissione è in grado di offrire una sensazione di guida ancora più sportiva e al tempo stesso di rivelarsi molto pratica quando si percorrono strade in discesa, in fase di sorpasso o quando si affronta una curva. In particolare, quando il sistema di controllo del cambio stabilisce che non è più necessaria la marcia più bassa, il cambio ritorna al funzionamento normale.

Altro su Mazda MX-5

Mazda MX-5 RF Limited Edition: in vendita online a 36.500 euro
Ultimi arrivi

Mazda MX-5 RF Limited Edition: in vendita online a 36.500 euro

La nuova versione targa Mazda MX-5 RF Limited Edition arriva sul mercato portando con sé una particolare vena artistica.

Mazda MX-5: due edizioni speciali al SEMA 2016
Tuning

Mazda MX-5: due edizioni speciali al SEMA 2016

Speedster Evolution e Kuro Concept: una derivata dalla Speedster 2015, l'altra allestita sulla nuova RF. Sono le proposte Mazda per Las Vegas.

Mazda: iniziata la produzione della MX-5 RF
Mercato

Mazda: iniziata la produzione della MX-5 RF

Il primo esemplare è stato realizzato nell’impianto di Ujina