Nissan Qashqai, ecco la versione a Gpl

A novembre nelle concessionarie il crossover giapponese con doppia alimentazione. Prezzi a partire da 18.500 euro con gli ecoincentivi

Nissan Qashqai, ecco la versione a Gpl

Tutto su: Nissan Qashqai

di Lorenzo Stracquadanio

30 ottobre 2009

A novembre nelle concessionarie il crossover giapponese con doppia alimentazione. Prezzi a partire da 18.500 euro con gli ecoincentivi

Era solo questione di tempo. Dopo Nissan Micra, Pixo e Note bifuel, adesso è il turno della Nissan Qashqai Gpl. La Casa giapponese darà il via questo novembre alla commercializzazione delle versioni a doppia alimentazione benzina e Gpl della propria crossover. La vettura è mossa dal collaudato propulsore da 1,6 litri in grado di erogare 115 CV: consumi ed emissioni saranno molto contenuti.

La strategia Nissan è chiara: ampliare la quota di mercato ricoperta da Qashqai grazie al trend degli ecoincentivi che ha fatto segnare picchi di crescita del 380% di immatricolazioni di veicoli alimentati a Gpl. Andrea Alessi, AD di Nissan Italia ha affermato che si tratta di “una scelta strategica che consentirà di aumentare le vendite di questo importante modello della nostra gamma”.

I numeri della crossover nipponica sono notevoli. Dal 2007 a oggi la Qashqai è stato commercializzato in 62.000 unità, ricoprendo di fatto il 60% del market share complessivo nel segmento. Da qui la volontà di spingere ancora di più sull’acceleratore, grazie alle vendite con i contributi statali. La versione a Gpl infatti con gli incentivi costerà solo 500 euro in più della versione alimentata esclusivamente a benzina, il cui prezzo base è di circa 18mila euro.

Contestualmente all’annuncio della Qashqai Gpl, il numero uno di Nissan Italia ha confermato che il 2010 sarà un anno ricco per la Casa: in gennaio debutterà la super compatta Cube, cui seguiranno la nuova Micra e un mini crossover derivato dal concept Qazana. Entro due anni inoltre arriverà sul mercato la Leaf, prima elettrica al 100% targata Nissan e che secondo le stime avrà un autonomia di 160 km.