Nuova Toyota Yaris 2017: primo contatto

Con più di 900 componenti inediti, la rinnovata Toyota Yaris si presenta più bella e tecnologica che mai.

Nuova Toyota Yaris 2017: primo contatto

Tutto su: Toyota Yaris

di Redazione

09 aprile 2017

Con più di 900 componenti inediti, la rinnovata Toyota Yaris si presenta più bella e tecnologica che mai.

La Casa delle tre ellissi continua la propria avventura iniziata nell’ormai lontano 1999 con la nuova generazione della Toyota Yaris, pronta ad seguire le orme di un successo indiscusso sottolineato dalle oltre 850.000 unità distribuite fino ad oggi in Italia. Anche se a prima vista non sembra, la Toyota Yaris 2017 vanta oltre 900 componenti inediti. Dal punto di vista stilistico, la vettura sfoggia un design rassicurante e slanciato, esaltato dalle modanature laterali e caratterizzato da forme arrotondate.

Il frontale si distingue per la grande “bocca” ospitata nel paraurti e lambita nella parte superiore dai proiettori avvolgenti che si estendono fino sui fianchi dell’auto, mentre la nuova vista posteriore sfoggia anch’essa nuovi fari e un fascione paraurti di nuova concezione capaci di regalare una vista d’insieme familiare e rassicurante.

Lunga 3,95 metri, la Yaris vanta un’ottima abitabilità anche per i passeggeri più alti che si accomodano sul divano posteriore, mentre il vano bagagli mette a disposizione un vano con una capacità di 286 dm3. L’abitacolo ospita una plancia realizzata con materiali di buona qualità e che risultano morbidi al tatto nella zona superiore, mentre in altre parti le plastiche risultano non troppo spesse. Alcuni dettagli – come ad esempio gli ancoraggi a vista dei sedili anteriori – risultano da migliorare, ma nel complesso rimaniamo soddisfatti. La strumentazione, sempre molto leggibile, sfoggia due strumenti analagici e un display multi-informazioni a colori da 4,2 pollici, proposto dall’allestimento Active.

Tra le qualità maggiori della nuova Yaris troviamo una dotazione di accessori particolarmente completa e tecnologica, specie dal punto di vista della sicurezza. Tutte le versioni offrono infatti di serie il pacchetto Toyota Safety Sense, che comprende tra le altre cose la frenata automatica (Pre-Crash con Autonomous Emergency Braking), gli abbaglianti adattivi Automatic High Beame il Lane Departure Alert che avvisa se si cambia corsia inavvertitamente. Le versioni più ricche vantano anche il Road Sign Assist, capace di leggere la segnaletica verticale e di riportare sulla strumentazione le informazioni relative ai limiti di velocità.

Passando alle motorizzazioni, la rinnovata Yaris propone il benzina 1.0 VVT-I 3 cilindri da 69 CV e 95 Nm di coppia massima, capace di scatta da 0 a 100 km/h in 15,3 secondi e raggiungere i 155 km/h (consumo medio dichiarato di 4,1 l/100 km). Chi desidera maggiori prestazioni può optare per il 1.5 a benzina Dual VVT-IE a 4 cilindri con fasatura variabile delle valvole per emulare il ciclo Atkinson, capace di sviluppare da 111 CV e 136 Nm, con prestazioni dichiarate che parlano di una velocità di punta di 175 km/h e di uno scatto da 0 a 100 km/h in 11 secondi.

Ma la vera sorpresa è la variante ibrida 1.5 VVT-I Hybrid, che abbina il motore a benzina a ciclo Atkinson ad uno elettrico, capace di consumi medi pari a solo 3,3 l/100 km, mentre le prestazioni risultano pari ad una velocità massima di 165 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 11,8 secondi. Una nota di merito va anche alla trasmissione automatica e-CVT, in grado di offrire un ottimo confort negli spostamenti urbani.

La versione ibrida risulta declinata negli allestimenti Cool, Active, Style e Trend, mentre le altre motorizzazioni  sono disponibili negli allestimenti Cool, Active e Lounge. La rinnovata Yaris è già disponibile nelle concessionarie italiane ad un prezzo promozionale di partenza – con permuta o rottamazione – di 14.950 euro, relativo alla versione Yaris [glossario:hybrid] Cool 5 porte, oppure a 150 euro al mese con formula Pay per Drive.