Mazda 6 2017: un concentrato di tecnologia

L’ammiraglia giapponese porta a battesimo tante soluzioni altamente tecnologiche

Mazda 6 2017: un concentrato di tecnologia

Tutto su: Mazda Mazda6

di Valerio Verdone

17 marzo 2017

L’ammiraglia giapponese porta a battesimo tante soluzioni altamente tecnologiche

Mazda guarda sempre avanti e per ogni modello che aggiorna porta a battesimo nuove soluzioni per migliorare confort, emissioni e guidabilità. E’ il caso della sua ammiraglia, la 6, che nel 2017 diventa ancora più ricca di dispositivi atti a rendere l’esperienza di guida più intima ed esaltante.

Il Natural Sound Smoother, per esempio, consente di avere una migliore insonorizzazione del propulsore a gasolio, l’High-Precision DE Boost Control invece, controlla la pressione di [glossario:sovralimentazione] al fine di ottenere una riduzione dei consumi ed una risposta all’acceleratore simile a quella di un’unità aspirata, mentre il G-Vectoring è l’ormai noto controllo d’erogazione della [glossario:coppia-motrice] che agisce in base agli input che l’auto riceve dal volante.

Tutto questo si unisce alla ricerca di contenere il peso il più possibile attraverso acciai ad altissima resistenza, per garantire, accanto allo sviluppo tecnologico e a motori sempre più efficienti, una dinamica di guida sempre più avvincente e coinvolgente, perché l’uomo è il centro di ogni progetto Mazda.

Tutte queste innovazioni sono sotto pelle, perché la linea della Mazda 6, filante, regale, ed elegante, è rimasta sostanzialmente invariata, ed ha guadagnato qualche elemento teso a renderla ancora più raffinata. D’altra parte, sin dal suo debutto, è stata così innovativa ed equilibrata, che, in occasione del lancio del MY 2017, ha ottenuto solamente qualche ritocco.