Nuova Mercedes GLA 2017: prezzi da 30.140 euro

Abbiamo guidato in anteprima il SUV della Stella rivisto nell’estetica e nei contenuti.

Nuova Mercedes GLA 2017: prezzi da 30.140 euro

Tutto su: Mercedes-Benz Classe GLA

di Valerio Verdone

16 marzo 2017

Abbiamo guidato in anteprima il SUV della Stella rivisto nell’estetica e nei contenuti.

La Mercedes GLA è la vettura d’accesso alla gamma dei SUV della Casa tedesca, e completa l’offerta delle compatte come la Classe A, la CLA, la CLA Shooting brake e la Classe B. Automobili che, insieme, hanno venduto qualcosa come 130.000 unità nel nostro paese. Adesso, anche per lei è arrivata l’ora del restyling, che, proprio come nel caso delle sue sorelle, non ha determinato cambiamenti profondi, ma si è rivelato più che altro una naturale evoluzione del modello.

L’abbiamo provata nelle strade che circondano il lago di Como, dove abbiamo avuto l’occasione di toccarla con mano in anteprima. Ebbene, già da una prima occhiata si capisce che il suo look non è stato stravolto; infatti, oltre ad essere cresciuta di 3 cm in altezza, come il modello Enduro del 2015 (aggiornamento non valido per la Premium che rimane più bassa per una migliore performance stradale), presenta una nuova griglia anteriore, nuovi gruppi ottici, disponibili anche nella variante a LED High Performance, ed un’aerodinamica migliorata (Cx di 0,28).

L’interno invece vede l’arrivo di un nuovo schermo simil tablet cresciuto nelle dimensioni e arrivato alla misura di 8 pollici, delle bocchette d’areazione riviste con nuove cromature, e permette di avere nuovi accostamenti tra materiali e tessuti per rendere ancora più piacevole e confortevole l’abitacolo. Certo, l’integrazione con gli smartphone è diventata una necessità imprescindibile nel 2017 e la GLA si è aggiornata anche in questo senso, ma la sua connettività guarda anche alla sicurezza con la possibilità di effettuare chiamate d’emergenza in caso di necessità. Non manca l’accesso al bagagliaio hands free, per migliorare la praticità del modello in questione.

Sotto il cofano troviamo motori benzina da 1,6 litri con potenze di 122 CV e 154 CV, unità 2 litri, sempre alimentate con lo stesso carburante, da 184 CV (al debutto), 211 CV e 381 CV. Sul fronte dei propulsori diesel, oltre all’immancabile 1.5 da 109 CV c’è il 2.1 declinato in due livelli di potenza: 136 CV e 177 CV. Chiaramente, al vertice della gamma c’è il cuore della versione AMG 45 4Matic da 381 CV che le consente di scattare da 0 a 100 km/h in soli 4,4 secondi. Quest’unità è abbinata al cambio 7 Speedshift DCT AMG, mentre gli altri modelli con trazione integrale presentano il compatto sistema integrato nel cambio 7G-DCT che consente di risparmiare 25 kg rispetto alle soluzioni adottate dalla concorrenza.

Non mancano i sistemi d’ausilio alla guida, che innalzano la sicurezza della vettura, come l’attention assist, il brake assist adattivo, la frenata autonoma, il distronic plus, ed il blind spot monitor.

Nel corso della presentazione alla stampa abbiamo guidato la variante Premium spinta dal 2.1 turbodiesel da 177 CV: praticamente il top di gamma per le versioni a gasolio. Nel tratto di strada che da Milano ci ha condotto sulle sponde del lago di Como abbiamo potuto apprezzare il confort della vettura, ben insonorizzata, la dolcezza e la rapidità delle cambiate e la qualità degli interni con i sedili in pelle di ottima fattura. L’auto si è dimostrata stabile e sicura nei curvoni autostradali, pratica in città grazie alla posizione di guida rialzata, ed ha mostrato una buona progressione in accelerazione. D’altra parte, avevamo avuto modo di apprezzare le doti di elasticità e di ripresa di questa unità anche su altri modelli della gamma Mercedes, ma bisogna ammettere che l’abbinamento con la GLA risulta piuttosto riuscito. Chiaro e di facile utilizzo in navigatore, che ci ha consentito di arrivare facilmente a destinazione.

Proposta negli allestimenti Executive, Sport e Premium, oltre che in quello Business, destinato alle flotte, la nuova GLA ha un listino che parte dai 30.140 euro della 180 Executive. Il passaggio alla variante Business comporta un esborso di 1.760 euro, per la Sport invece, ci vogliono 1.720 euro in più rispetto alla versione base, la Premium, ancora più ricca, prevede un incremento di prezzo di 3.425 euro. Al vertice della gamma troviamo la variante 45 AMG 4Matic da 63.550 euro, mentre la versione speciale Yellow Art Edition di questo modello, con tanto di appendici aerodinamiche in grigio grafite e giallo, una combinazione di colori che si ritrova anche nei cerchi in lega e in altri elementi della carrozzeria, impone un investimento di ulteriori 7.000 euro.