Kia Niro 2016: il SUV coreano diventa ibrido

L'inedito crossover ibrido della Casa di Seul si fa apprezzare per la sua dotazione tecnologica che fa da contorno ad una sofisticata meccanica.

Kia Niro, nuove immagini ufficiali

Altre foto »

Si prepara a sbarcare sul mercato italiano - il weekend del 24-25 settembre - la nuova Kia Niro, ultima creazione della Casa di Seul che con la sua tecnologica meccanica ibrida si prepara a rivoluzionare il segmento dei SUV e dei crossover.

La vettura ha una lunghezza di 4,36 metri e un abbondante passo di 2,7 metri che consente di ottenere un ambiente interno spazioso e confortevole. Entrati nell'abitacolo è possibile apprezzare un cockpit razionale e ben costruito, in particolare i materiali danno l'impressione di essere ben assemblati e offrono una buona qualità.

Tecnologica e spaziosa

Al centro della consolle spicca il grande schermo da 8 pollici dedicato al sistema di infotainment che regala la possibilità di controllare la navigazione satellitare, l'impianto audio firmato JBL e la connettività con il proprio smartphone, offerta dalle tecnologie Android Auto e Apple CarPlay, inoltre il proprio device elettronico può usufruire della ricarica induttiva posizionata alla base della consolle centrale.

Seduti al volante è possibile trovare in poco tempo la posizione più congeniale, i posti dietro possono accogliere comodamente due passeggeri adulti, così come il vano bagagli che varia da 427 a 1.425 litri, quest'ultima cubatura ottenuta se si sceglie di abbattere il divanetto.

La vettura viene proposta in un unico allestimento che si caratterizza pe runa dotazione completa offerta di serie. Non mancano infatti il climatizzatore automatico, cambio automatico Dct, i cerchi di lega da 18 pollici, l'impianto multimediale con navigatore satellitare tanto altro. Tra le novità troviamo anche il Remote assistant, un utilissimo servizio a cui si può accedere tramite un'apposita app che mette in connessione il call centre della Kia con il cliente, quest'ultimo può infatti chiedere spiegazioni sul funzionamento della vettura e permette di esercitare un controllo remoto sulle sue funzioni.

Nel periodo di lancio fino a 4.200 euro di vantaggi

Il prezzo di listino parte da 27.000 euro, ma con soli 1.000 euro in più si può avere il pacchetto "Advance Driving Assistant pack" che aggiunge Aeb, Smart cruise control e Smart key. Durante la fase di lancio della vettura, la Niro potrà essere acquistata con uno sconto di 2.100 euro a cui sarà possibile aggiungere altri 1.000 euro per chi ha una vettura alimentata a metano o a GPL, mentre se si possiede un'ibrida o un'elettrica il bonus sale a 2.000 euro, arrivando così ad un totale di 4.100 euro di vantaggio per il cliente.

Meccanica ibrida per prestazioni briose e consumi contenuti

La meccanica della vettura abbina un motore 1.6 litri benzina aspirato a iniezione diretta capace di sviluppare 105 CV, abbinato ad un motore elettrico da 44 CV, ottenendo così una potenza combinata di 141 Cv e una coppia massima di 265 Nm tra 1000 e 2400 giri, mentre il cambio è automatico doppia frizione a sei rapporti. L'unità elettrica viene alimentata da una batteria al litio da 6,5 Ah/1,56 kWh che pesa 33 kg e risulta posizionata sotto il divano posteriore.

Impressioni di guida

Già dai primi chilometri, la Niro si presenta come una vettura facile da guidare e sincera nelle reazioni, la guida in città non stanca, complice l'altezza rialzata e il cambio automatico, anche se la vettura da il meglio di se nelle curve, momento in cui è possibile apprezzare le qualità del telaio e dell'assetto, con quest'ultimo che riesce a regalare un ottimo compromesso tra stabilità e assorbimento delle buche presenti nel manto stradale. Ogni volta che si avvia la vettura, la Niro procede in modalità elettrica, ma appena si spinge con decisione sull'acceleratore entra immediatamente in azione anche il motore termico regalando il giusto brio in qualsiasi situazione. Degno di nota il sistema di ricarica della batteria che si aziona in discesa e consente di rimpinguare il livello di carica di tre quarti.

Niente male anche la silenziosità percepita nell'abitacolo, disturbata leggermente in autostrada dal rotolamento dei pneumatici, mentre quando si decide di effettuare rapidi sorpassi i 141 CV si sentono tutti, come d'altronde sottolineano le prestazioni dichiarate che parlano di un'accelerazione d 0 a 100 effettuata in 11,5 secondi, mentre la velocità massima di 162 km/h risulta un po' deludente. Parlando dei consumi, la Kia Niro risulta sempre parca sia nei consumi che nelle emissioni inquinanti, specialmente se non si esagera troppo con l'acceleratore (consumo medio ed emissioni nocive medie dichiarate pari a 26,3 km/litro e 88 g/km di CO2).

Se vuoi aggiornamenti su KIA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Altro su KIA

Kia Rio 2017: ecco la nuova piccola coreana
Anteprime

Kia Rio 2017: ecco la nuova piccola coreana

La coreana si svela prima del Salone di Parigi in un'anteprima mondiale a Francoforte.

Kia Rio 1.1 CRDi S&S High-Tech: la prova su strada
Prove su strada

Kia Rio 1.1 CRDi S&S High-Tech: la prova su strada

La Rio ha una dotazione di tutto rispetto e un onesto rapporto qualità-prezzo. La garanzia è sempre di 7 anni e il suo look giovanile ma senza "fronzoli" piace a tutti.

Nuova Kia Rio 2017, la citycar coreana si rinnova
Anteprime

Nuova Kia Rio 2017, la citycar coreana si rinnova

La nuova Kia Rio sfoggia un design più moderno ma senza stravolgimenti e interni più tecnologici e fruibili.