Mazda 2: ammiraglia compatta

La piccola di casa Mazda convince per qualità, dotazione e tecnologia,caratteristiche tipiche di vetture di segmento superiore.

Mazda2 MY 2015: immagini ufficiali

Altre foto »

La terza generazione di Mazda2 è arrivata nelle concessionarie italiane con un compito molto complesso, ovvero quello di avere successo nell'agguerrito segmento B. Per ottenere i risultati prefissati, il costruttore di Hiroshima ha realizzato la Mazda2 con la stessa qualità, cura costruttiva e tecnologia che si possono trovare sull'ammiraglia Mazda6. A partire dallo stile, battezzato "Kodo design "Soul of Motion", la Mazda2 riprende il family feeling della gamma e mostra una qualità negli accoppiamenti e nei materiali scelti di alto livello. A conferma del DNA da ammiraglia all'anteriore troviamo i fari anteriori Full Led, esclusiva nel segmento al momento del lancio.

Interni premium

Salendo a bordo si ha la conferma della grande attenzione alla qualità e allo spazio a disposizione, come confermano i 280 litri disponibili nel vano di carico ed ampliabili fino a 950 litri abbattendo i sedili posteriori. Tra le dotazioni tecnologiche e di sicurezza troviamo il pacchetto i-Activense, che comprende l'Active Driving Display che proietta sul parabrezza davanti al pilota i dati fondamentali per la guida (prima auto del segmento B a montarlo), il controllo automatico abbaglianti e il sistema di monitoraggio angoli ciechi comprensivo di controllo dell'area posteriore in uscita dal parcheggio. A centro plancia risalta il sistema d'infotainment con schermo da 7 pollici touch screen, che integra la navigazione satellitare, le app Mazda e assicura la massima connettività grazie al sistema MZD Connect con interfaccia HMI per collegarsi al proprio telefono o navigare su internet.

Mazda SkyActiv

 Il vero valore aggiunto della Mazda2 si nasconde sotto la carrozzeria e si chiama SkyActiv Technology. Sviluppata per offrire il massimo piacere di guida e consumi ridotti, questa tecnologia interessa motori, corpo vettura e trasmissioni. Gli ingegneri di Hiroshima hanno lavorato su ogni parte meccanica per renderla più leggera, efficiente e performante, regalando alla Mazda2 un piacere di guida sconosciuto alle concorrenti a fronte di un consumo tra i più bassi della categoria. A contribuire al grande risparmio alla pompa di benzina troviamo anche la tecnologia i-ELOOP, anche questa in anteprima sul segmento. Si tratta di un esclusivo sistema che utilizza un super condensatore per recuperare energia elettrica dall'energia cinetica della vettura e usarla per alimentare i sistemi elettrici del veicolo.

Le motorizzazioni

Aprendo il cofano della Mazda2, sul fronte delle unità a benzina, troviamo il propulsore SkyActiv-G 1.5 negli step di potenza da 75, 90 e 115 cavalli, quest'ultima in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 8.7 secondi e registrare un consumo nel ciclo misto di 4,9 litri per 100 chilometri. Passando alle versioni a gasolio, è disponibile la motorizzazione 1.5 SkyActiv-D 105 cavalli, accreditata di un consumo di soli 3,4 litri per 100 km. Omologate secondo la normativa antinquinamento Euro 6, tutte le motorizzazioni montano di serie il dispositivo di spegnimento automatico

Se vuoi aggiornamenti su MAZDA MAZDA2 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Altro su Mazda Mazda2

Mazda 2 Skyactiv-D: la prova su strada
Prove su strada

Mazda 2 Skyactiv-D: la prova su strada

Al volante della piccola della Casa di Hiroshima con il 1.5 a gasolio

Mazda2 1.5 105 CV Skycactiv-D, primo contatto
Ultimi arrivi

Mazda2 1.5 105 CV Skycactiv-D, primo contatto

Quanto consuma la nuova Mazda 2 diesel 105 cavalli? Per scoprirlo abbiamo partecipato – e vinto – ad una gara molto particolare.

Mazda 2 1.5 Skyactiv-G: la prova su strada
Prove su strada

Mazda 2 1.5 Skyactiv-G: la prova su strada

Finiture premium consumi da diesel e un gran comfort di marcia.