La nuova Polo anche a 3 porte

A distanza di poche settimane dal lancio ufficiale della Polo di quinta generazione, ecco arrivare nella gamma l'agile versione 3 porte

Volkswagen Polo 3 porte

Altre foto »

Arriverà nelle prossime settimane nelle Concessionarie la Volkswagen Polo 3 porte, l'ultima nata di Wolfsburg appena presentata al Salone di Francoforte. Con questo modello, che riprende le proporzioni e i dettami stilistici della 5 porte presentata nei mesi scorsi, la Volkswagen ha però voluto aggiungere un pizzico di sportività alla "medio - piccola" di casa. Merito, in questo caso, di un nuovo concetto conferito alla linea della vettura, che può ricordare in maniera piuttosto chiara una coupé compatta (per la "coda" alta e la linea di cintura pressoché orizzontale che contrasta con il profilo sinuoso della vista laterale).

Evidente, in questo modello - che sarà messo in vendita a partire da 12.450 euro (versione 1.2 Trendline) all'interno di una gamma composta da sette motorizzazioni (quattro a benzina e tre Turbodiesel) - il nuovo corso stilistico conferito alle forme della vettura, che trova conferma nell'andamento orizzontale della "griglia" anteriore, negli sbalzi ridotti della carrozzeria e nella voluta immagine di "larghezza" del corpo vettura.

Il Centro Stile di Wolfsburg guidato da Walter de' Silva inserisce, dunque, la Polo nel nuovo corso dato dal design delle sue vetture, iniziato con la Scirocco e proseguito con la Golf sesta serie.

Nuova Polo 3P: l'estetica

La Polo 3 porte, anche per via della mancanza delle porte posteriori, ha quasi le caratteristiche di una compatta coupé, allontanandosi sempre di più dall'immagine di vettura da città che aveva caratterizzato le serie precedenti e che, nel tempo, si è progressivamente modificata.

I quasi quattro metri di lunghezza (per l'esattezza 397 cm come la 5 porte) rappresentano infatti dimensioni da autentica "medio - piccola" che può essere a proprio agio in città ma che offre un adeguato comfort anche per i tragitti di media distanza, anche se - e questa è una caratteristica tipica nella produzione tedesca - si rischiano di perdere gli atout originari di un modello.

Abitacolo: piacevoli conferme Volkswagen

Le novità introdotte nella Polo 5 porte vengono confermate in questa nuova versione, ad iniziare dalla presenza della strumentazione a grafica bianca, in tutto e per tutto simile a quella già adottata dalla Golf sesta serie. E la parentela (comune agli altri modelli di nuova generazione della Casa di Wolfsburg) prosegue con l'introduzione del volante a tre razze di nuovo disegno (rivestito in pelle nelle vesrioni Highline) seppure di diametro inferiore rispetto alle altre vetture.

Sono stati mantenuti (bene!) i braccioli ai pannelli delle porte con porta - bevande da 1,5 litri, mentre rappresenta una piacevole novità (importante per un corretto posizionamento dei piccoli oggetti) il bracciolo centrale anteriore con funzione di vano portaoggetti.

L'aumentata sezione longitudinale della vettura, che viene mantenuta in questa nuova versione a tre porte, ha permesso di ottenere dello spazio in più per l'abitacolo, che può ospitare comodamente quattro persone adulte. Più nel dettaglio, a beneficiare delle aumentate dimensioni "in lungo" dell'interno vettura sono i passeggeri posteriori, per i quali lo spazio per le gambe è aumentato di 8 mm. Come nella 5 porte, il doppio ripiano di carico nel bagagliaio può essere montato in due differenti livelli di altezza.

Ampia gamma di motori per la Polo

Al momento del lancio, la vettura è disponibile in sette motorizzazioni, quattro a benzina e tre turbodiesel, tutti in regola con le normative Euro 5. L'accesso al "mondo Polo 3 porte" avviene con i collaudati propulsori a benzina 1.2 a tre cilindri da 60 e 70 CV (rispettivamente a 5200 e 5400 giri/min e disponibili, il primo, solo nell'allestimento Trendline, e il secondo anche in configurazione Comfortline) a quattro valvole per cilindro, accreditati di un consumo a ciclo combinato di 5,5 litri di benzina per 100 km.

A un livello successivo si colloca il 1.4 "aspirato", che come nella versione a 5 porte si presenta con un'elettronica e un sistema di iniezione rinnovati. Questo motore, che sviluppa 85 CV a 5000 giri e può essere abbinato con il cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti, viene dichiarato per un consumo di 5,9 litri per 100 km.

Verso la fine dell'anno debutterà nella gamma Polo (a tre e a cinque porte) il 1.2 TSI progettato secondo la filosofia del downsizing (bassa cilindrata e consumi ma elevate prestazioni). Attendiamo l'arrivo di questo motore, per il qualela Volkswagen annuncia valori di tutto interesse: 190 km/h di velocità massima, accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,7 secondi, 5,5 litri per 100 km il consumo ed emissioni di CO2 pari a 129 g/km.

Fra i motori a gasolio (gli stessi già presenti nella versione a 5 porte) la gamma è formata dal 1.6 TDI da 75 Cv a 4000 giri (velocità massima di 170 km/h e consumo a ciclo medio di 4,2 litri per 100 km) ottenibile anche nella versione da 90 CV con tecnologia BlueMotion (che comprende, oltre all'adozione di elementi della carrozzeria volti ad ottimizzare la penetrazione aerodinamica, anche il dispositivo Start - Stop, ormai immancabile fra le vetture di nuova concezione, accreditato di un consumo di 3,6 litri per 100 km. Questo motore è disponibile anche in versione "standard", ovvero senza l'allestimento BlueMotion: in questo caso, il consumo sale a 4,2 litri per 100 km.

La versione più "pepata" della gamma è rappresentata dal 1.6 TDI da 105 CV: per questa versione, la velocità massima è di 189 km/h e il consumo resta di 4,2 litri per 100 km.

Una ghiotta novità, più volte annunciata e per la quale ora si conoscono i tempi di consegna, è rappresentata dalla BlueMotion 1.2 TDI, che secondo i programmi di Wolfsburg arriverà all'inizio del 2010. Pensiamo che il debutto sul mercato della baby Polo dai consumi minimi (è accreditata di 3,3 litri di gasolio per 100 km a ciclo medio) potrà contribuire, se accompagnato da un prezzo allettante, ad un buon successo di vendite del modello.

Livelli di equipaggiamento tipici Volkswagen

La Polo tre porte, al pari delle altre vetture della Volkswagen, viene proposta in tre allestimenti: Trendline, Comfortline e Highline. L'equipaggiamento della Trendline, che caratterizza le versione "entry level" per ogni modello di Wolfsburg comprende il sistema elettronico di controllo della stabilità ESP (con assistenza alle partenze in salita e ABS) e gli airbag frontali testa - torace. Per la Comfortline, il pacchetto degli equipaggiamenti prevede anche gli specchi retrovisori esterni in tinta con la carrozzeria a regolazione elettrica e riscaldabili, le luci diurne e i cerchi da 15", il climatizzatore semiautomatico, il sedile del passeggero regolabile in altezza, vani portaoggetti sotto i sedili anteriori e inserti in tinta alluminio nell'abitacolo.

Il top di gamma è rappresentato dalla Highline, che già nell'estetica costituisce un chiaro "stacco" dagli allestimenti Trendline e Comfortline: elementi cromati nella presa d'aria inferiore, cerchi in lega da 15", fendinebbia di serie (un elemento che, a nostro parere, ci piacerebbe fosse già presente nella Trendline). All'interno, la Highline presenta il volante a tre razze di nuovo disegno, il bracciolo centrale anteriore con vano portaoggetti, indicatori multifunzione, sedili anteriori avvolgenti con regolazione dell'altezza e rivestimento in pelle per la leva del freno a mano ed il pomello del cambio.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN POLO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 07 ottobre 2009

Altro su Volkswagen Polo

Volkswagen: Mikkelsen ed Ogier trionfano nel rally d’Australia
Motorsport

Volkswagen: Mikkelsen ed Ogier trionfano nel rally d’Australia

Doppietta della Casa tedesca, l'ultima prima del ritiro dalle competizioni, nel rally australiano.

Mondiale Rally: quarto titolo consecutivo per Ogier-Ingrassia
Motorsport

Mondiale Rally: quarto titolo consecutivo per Ogier-Ingrassia

L’equipaggio Volkswagen è ancora una volta sul tetto del mondo

WRC 2016: Ogier conquista il Rally di Francia
Motorsport

WRC 2016: Ogier conquista il Rally di Francia

Con questa vittoria il francese si avvicina al quarto titolo mondiale.