Lotus Elise S Cup: da guidare con i guanti

Aerodinamica da gara per la più veloce delle Lotus Elise omologata per la circolazione stradale.

Lotus Elise S Cup: da guidare con i guanti

Tutto su: Lotus Elise

di Valerio Verdone

19 gennaio 2015

Aerodinamica da gara per la più veloce delle Lotus Elise omologata per la circolazione stradale.

Handling da riferimento, leggerezza e precisione, sono alcune delle caratteristiche tanto amate da Colin Chapman, colui che realizzò la Lotus dando inizio alla leggenda del marchio inglese. Adesso, tutte queste qualità, esaltate all’ennesima potenza, le troviamo sulla nuova Elise S Cup, che si avvicina molto alla variante da competizione per via dell’aerodinamica sofisticata.

Splitter anteriore pronunciato, deflettori posizionati dietro i passaruota anteriori, minigonne, [glossario:diffusore] ed una grande ala posteriore, rappresentano gli elementi cardine di un pacchetto capace di far sviluppare alla sportiva di Hethel 66 kg a 160 km/h e 125 kg ad una velocità di 225 km/h, ovvero la sua punta massima.

Non manca un roll-bar omologato, identificato dalla sigla T45, e, volendo, si può trasformare la Elise S Cup in un’auto da gara montando la gabbia completa e le cinture di sicurezza da corsa. D’altra parte, dietro i sedili pulsa il cattivissimo 1.8 dotato di compressore, che sviluppa una potenza di 220 CV e 250 Nm di coppia. Si tratta di numeri che, associati al peso piuma di 932 kg, consentono alla spider inglese di toccare i 100 km/h con partenza da fermo in 4,6 secondi.  

In vendita in Inghilterra ad un costo di circa 43.500 sterline, in Germania la Lotus Elise S Cup ha un prezzo di 56.525 euro, mentre in Italia ancora non si conosce la cifra necessaria che dovranno sborsare gli estimatori del marchio inglese per metterla in garage.