Nuova BMW X6 2015: primo contatto

Ad un rapido sguardo potrebbe sembrare un semplice restyling. Invece lo Sport Activity Coupé della casa bavarese giunge alla sua seconda generazione.

Nuova BMW X6: primo contatto

Altre foto »

È a tutti gli effetti una coupé. È a tutti gli effetti un suv. Un connubio che negli anni ha saputo dettare la moda di un particolare segmento di mercato. Esclusivo non nei contenuti, ma certamente nel prezzo. E dopo X5, è la BMW X6 ad un aggiungere un altro tassello alla famiglia a ruote alte bavarese. Viene realizzata negli Stati Uniti, negli stabilimenti di Spartanburg.

Nuova BMW X6: imponente, ma filante

Molti penseranno che si tratti dell'ennesimo restyling. E a dire il vero nel complesso le misure in dote alla nuova BMW X6 sono simili a quelle dell'edizione precedente. Però se si ha la pazienza di scrutarla sino in fondo, si scopre una vettura differente. Non siamo dinnanzi ad una mutazione genetica, perché il filone promosso dal coupé a ruote alte bavarese è nuovamente lo stesso. Migliora l'aerodinamica e il frontale si conforma al recente family feeling. Difficile in ogni caso confonderla con il parentado, perché si presenta come di consueto massiccia e imponente. Le soluzioni stilistiche seguono quelle delle versioni a listino, anche se le differenze sono minime tra un allestimento e l'altro.

Gli interni: l'hi-tech come leitmotiv

Qualità e materiali non si discutono, così come il livello delle finiture. Siamo a bordo di una BMW X6 e il marchio che si porta appresso è ancora una forma di garanzia valida. L'era digitale ha conquistato la plancia, ma conserva qualcosa del passato. Il numero di tasti è una consuetudine a cui bisogna abituarsi e solo il tempo permette di rendere la situazione familiare. Se siete già stati possessori di una BMW degli ultimi anni, la disposizione dei comandi tendenzialmente si ripete anche su X6. Il cockpit davanti il guidatore cambia grafica in funzione della modalità di guida inserita: ECO Pro, Comfort, Sport e Sport Plus. Il flat screen che sovrasta il quadro strumenti sovraintende alla sezione infotainment, navigazione compresa. L'accostamento di colori e materiali varia in funzione dell'allestimento. E se davanti lo spazio non manca, nella zona posteriore bisogna fare i conti con la linea del terzo montante. Nonostante la seduta posteriore sia realizzata per tre persone, il terzo passeggero pare il più "sacrificato". Il volume del bagagliaio ha un volume di 580 litri in configurazione standard, ma può salire sino a quota 1.525 abbattendo la seduta.

Nuova BMW X6: Sovralimentazione d'autore

Siamo di fronte ad un classico che si ripete. Non solo per il fatto che le motorizzazioni disponibili sulla nuova BMW X6 sono le stesse della recente X5, ma più semplicemente perché fanno della Sovralimentazione il loro cavallo di battaglia. Un modo d'essere che si palesa sia sulle unità a benzina sia su quelle alimentate a gasolio. La tecnica BMW TwinPower Turbo si manifesta in modo differente, in funzione della specifica unità, però segue delle "regole" comuni a tutta la gamma. In un primo momento ci saranno tre propulsori a definire la famiglia X6. E se la 50i equipaggiata con il V8 turbo-benzina da 450 cavalli certamente non sarà il modello di punta, sul nostro mercato la voce grossa spetta alla 30d. Tre litri, sei cilindri in linea, turbocompressore con geometria variabile al lato di aspirazione, iniezione diretta Common-rail con iniettori elettromagnetici e 258 CV di potenza massima; a fronte di 6,0 l/100 km di consumo dichiarato nel ciclo combinato. Di fatto chi punta alle prestazioni, ma aspira ad un'autonomia degna di un vero viaggio potrebbe fare un pensiero alla BMW X6 M50d. Nasce dall'esperienza M e adotta l'ormai mitico "triturbo" della casa tedesca. Un motore che al di là dei 381 cavalli di potenza, mette sul piatto 740 Nm di coppia motrice. Il passaggio da 0 a 100 km/h è coperto in soli 5,2 secondi. Il sistema di trazione integrale xDrive è di serie su tutti i modelli ed è coadiuvato dal Cambio automatico ad otto rapporti realizzato da ZF, denominato Steptronic. 

Nuova BMW X6: la prova su strada

Non sarà certo la regina del mercato, concettualmente evoluta, ma altrettanto incomprensibile per una buona parte del pubblico. Però la BMW X6 M50d è parte della gamma ed essendo la vettura tedesca definita una coupé, il valore di un diesel sportivo è plausibile. A remare contro è inevitabilmente il peso. L'ago della bilancia supera abbondantemente le 2 tonnellate. Una condizione che non agevola la X6 quando si tratta di rapidi cambi direzione. Però, tutta l'elettronica di cui è corredata limita in maniera importante i "fenomeni" di Rollio e beccheggio, consentendole (a tratti) di muoversi anche in maniera agile e disinvolta. Ciò che lascia a bocca aperta è la quantità di coppia che il tre litri tri-turbo mette a disposizione del guidatore: infinita. Ineccepibile come di consueto il cambio ZF a otto rapporti, denominato nuovamente Steptronic. Sportivo e confortevole allo stesso tempo. Chi invece pare un po' sotto le aspettative è il comando dello sterzo, che non trasmette tutte le informazioni del caso.

Nuova BMW X6: gamma e prezzi

Si tratta di un oggetto per pochi. Il lancio commerciale avrà inizio ufficialmente a partire dal prossimo 6 di dicembre. Tutta la gamma è già a listino, ma sono tre le motorizzazioni disponibili sin da subito: la 30d, la 50i e la M50d. I cui prezzi di partenza sono rispettivamente di 70.890 euro, 91.650 euro e 98.950 euro. In un secondo momento sarà la volta della BMW X6 xDrive 40d da 74.840 euro, della BMW X6 xDrive 35i da 72.140 euro e della più performante BMW X6 M da 128.500 euro. Le due varianti M non seguono le regole degli allestimenti, ma fanno vita a se stante. Gli altri modelli della gamma invece, oltre ad una sorta di versione d'ingresso, si declinano in due formati: uno più elegante e raffinato, la Extravagance, l'altro più dinamico e sportivo, la M Sport. Mediamente costano 10.000 e 12.000 euro in più rispetto all'entry level. La dotazione di serie include i proiettori bixeno, i cerchi in lega da 19 pollici, il comando automatico del cofano posteriore e il cambio sportivo Steptronic a otto rapporti con paddles al volante. Parte del corredo standard sono pure i rivestimenti in pelle, il climatizzatore automatico bi-zona, lo specchietto retrovisore interno autoanabbagliante e il pacchetto di sicurezza Driving Assistant di BMW ConnectedDrive. Naturalmente sono messe a disposizione dell'acquirente numerose possibilità di personalizzazione, che tendono inevitabilmente a far lievitare il prezzo.

Se vuoi aggiornamenti su BMW X6 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Cesare Cappa | 27 novembre 2014

Altro su BMW X6

BMW X6 M50d: tuning by G-Power
Tuning

BMW X6 M50d: tuning by G-Power

Oltre 460 CV e ben 870 Nm di coppia per il SUV bavarese

Bmw X6 Falcon by AC Schnitzer all
Tuning

Bmw X6 Falcon by AC Schnitzer all'Essen Motor Show

Il tuner di Aachen propone un nuovo bodykit, un assetto rivisto e un generale aggiornamento powertrain per l'intera gamma del Suv premium Bmw.

Bmw X6 M by AC Schnitzer
Tuning

Bmw X6 M by AC Schnitzer

Elaborazione "di misura" per Bmw X6 M: AC Schnitzer, partner storico del marchio bavarese, regala 75 CV al V8 biturbo e un moderato bodykit.