Porsche 911 Carrera GTS: primo contatto

La sportiva di Zuffenhausen svela l'ennesima mise. Una vettura bivalente, prestazionale quando serve, ma al contempo confortevole.

Porsche 911 Carrera GTS: primo contatto

Altre foto »

Che la storia si ripeta è una consuetudine. Così usi e costumi di una generazione, tornano anche sulla successiva. È il caso della nuova Porsche 911 Carrera GTS. In questi casi la definizione cavallo di razza è quanto mai azzeccata. Non si tratta di una mera questione di numeri e di potenza in gioco, ma per la capacità della vettura tedesca di trasformarsi in funzione dell'habitat in cui si muove. Elegante per passeggiare, performante per correre in pista. La differenza la fa solo il pilota. La versione Carrera GTS di Porsche 911 dimostra nuovamente come non ci sia mai limite alla provvidenza. Provvidenza fatta di tecnica e tecnologia, messa all'esclusivo servizio del piacere di guida.

Porsche 911 GTS: dettagli della 4

La linea è quella di sempre, inconfondibile, inimitabile. La Porsche 911 Carrera GTS conserva le tipicità di 911. Atletica, ma senza risultare eccessivamente massiccia, si declina secondo quattro varianti: coupé due ruote motrici (Carrera GTS), coupé quattro ruote motrici (Carrera 4 GTS), cabrio due ruote motrici (Carrera GTS Cabariolet) e cabrio quattro ruote motrici (Carrera 4 GTS Cabriolet). Pochi i dettagli a livello estetico che la distinguono dal resto della gamma 911. Perché la carrozzeria si conforma secondo gli standard della Carrera 4. Il che significa portare in dote una Carreggiata posteriore più larga di 36 mm rispetto agli altri modelli. Il corpo vettura è più basso di 10 mm, ma volendo è possibile optare per un assetto che abbassa ulteriormente la Carrera GTS di altri 10 mm. In dote al modello Porsche, anche i cerchi da 20 pollici monodado. Non solo un must, fondamentali per conferirle un look sportivo ed elegante.

Gli interni: sportiva con classe

A bordo il cockpit non muta rispetto a quello tipico di Porsche 911. Il listino offre numerose soluzioni di personalizzazione, così che la Carrera GTS possa risultare più aggressiva oppure più raffinata. Dai sedili a guscio ai rivestimenti in Alcantara, così come il colore del fondoscala del contagiri, è sempre in mano alla "disponibilità" del portafogli. Posizione di guida come si addice ad una vettura di questo livello, ma sezione infotainment che arriva a malapena alla sufficienza. Al di là del discorso grafico, sono le funzionalità messe a disposizione del guidatore che latitano. Perché anche se ti chiami Porsche 911 Carrera GTS, è inevitabile che il confronto con la concorrenza sia anche a livello multimediale.

Porsche 911 GTS: l'aspirazione fa la differenza

È stato un lavoro mirato quello che i tecnici di Zuffenhausen hanno messo in atto sulla nuova Porsche 911 Carrera GTS. Il propulsore è stato rivisto e corretto in diversi parti e alcuni componenti, come gli alberi a camme, sono nuovi. Una profonda "ripassata" a tutto il comparto aspirazione ha contribuito ad elevare i valori di potenza e coppia. La prima sale a quota 430 CV, la seconda vanta 440 Nm a 5.750 giri/min. Non sarà un propulsore nuovo, ma molto di quello che si è visto sulla Carrera GTS lo rivedremo sui futuri Boxer di casa Porsche. Accelerazione da 0 a 100 km/h e velocità massima sono simili indipendentemente dal modello e dalla tipologia di trasmissione: meno di 5 secondi la prima e poco più di 300 km/h la seconda.

La trazione posteriore oppure a quattro ruote motrici, vanta due soluzioni differenti. La prima, forse la meno evoluta sotto il profilo tecnico, ma certamente la più appagante se siete dei puristi, è quella del cambio manuale a sette marce. La seconda invece, quella automatica, risponde al nome di PDK, ossia il cambio doppia frizione a sette rapporti. 

Porsche 911 GTS: la prova su strada

Se avete avuto modo di leggere prove simili, relative ad altri modelli di 911, difficilmente troverete qualcosa di realmente alternativo circa questa Carrera GTS. Ineccepibile, sincera, piacevole, ma soprattutto pronta a tirare fuori gli artigli quando serve. Già, perché la 911 Carrera GTS non è un'animale in gabbia e tanto meno addomesticato, ma semplicemente un animale consapevole. Consapevole di un potenziale unico, capace di coccolarvi per chilometri di curve, così come di divertivi in pista. Lei non cambia, non muta, rimane sempre la Porsche 911 Carrera GTS. Ciò che lascia davvero di stucco è l'elasticità del sei cilindri boxer; in grado di viaggiare a 1.000 giri/min senza la minima incertezza e soprattutto vibrazione. Un range d'utilizzo che poche altre unità aspirate possono vantare. Il telaio dal canto suo è "tarato" nel dettaglio per garantire sempre e comunque il massimo della motricità, anche a controlli staccati.

Porsche 911 GTS: il prezzo

La nuova 911 Carrera Gts ha un ventaglio di prezzi che parte dai 121.529 euro del modello coupé a due ruote motrici, sino ai 141.903 euro della cabriolet a trazione integrale. Il resto vien da sé, perché il listino di optional è decisamente articolato e permette di cucirvi addosso la Carrera GTS dei vostri sogni. L'opzione carboceramici è utile solo se finalizzata ad un'attività di trackday, così come quella dell'assetto più basso di ulteriori 10 mm. Sta di fatto che a prescindere da come abbiate intenzione di "addobbare" la 911 Carrera GTS, sarà sempre emozionante dalla prima all'ultima curva. 

Se vuoi aggiornamenti su PORSCHE 911 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Cesare Cappa | 25 novembre 2014

Altro su Porsche 911

Porsche: guida autonoma ma con moderazione
Tecnica

Porsche: guida autonoma ma con moderazione

Anche se la tecnologia sarà sempre più presente, le auto della casa di Zuffenhausen saranno auto da guidare.

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca
Motorsport

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca

La Casa tedesca svela la sua ultima arma da pista che verrà impiegata nei campionati IMSA e FIA WEC.

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada
Prove su strada

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada

Abbiamo guidato la 911 pensata per viaggiare a cielo aperto ed equipaggiata con il nuovo motore turbo.