Nuova Jeep Renegade: primo contatto

Abbiamo provato l'ultima nata del matrimonio USA-Italia, saggiandone le doti sia da fuoristrada sia da auto tuttofare.

Jeep Renegade: primo contatto

Altre foto »

Dopo la presentazione, avvenuta al Salone di Ginevra 2014, sarà finalmente disponibile in Italia a partire da fine settembre la Renegade. A dispetto dell'immagine squadrata si andrà a inserire nel segmento Small SUV, scontrandosi quindi con auto come la Mini Countryman, e verrà prodotta nello stabilimento italiano di Melfi per poi esser venduta in oltre 100 Paesi.

Sul mercato italiano sarà disponibile in una motorizzazione a benzina, il 1.4 MultiAir 2 da 140 CV, il 1.6, e tre diesel: il 1.6 Multijet II da 120CV e il 2.0 Multijet II, declinato negli step di potenza di 140 e 170 CV sui quali sarà possibile disporre anche della trazione integrale e, a richiesta, del moderno Cambio automatico ZF a 9 marce.

Le versioni 4x4 "Jeep Active Drive" e "Jeep Active Drive Low" sono due sistemi integrali con possibilità di disconnettere l'asse posteriore di modo da aumentare l'efficienza quando non sono necessarie le quattro ruote motrici, ma che si rivelano molto preziosi quando si passa da una strada asfaltata a un sentiero infangato, innevato o addirittura ostico per via della presenza di rocce, guadi e buche. La versione Active Drive Low, disponibile solo assieme al cambio automatico ZF, consente anche di usufruire dell'HDC (Hill Descent Control) e della modalità Low, che aumenta la coppia disponibile sin dai bassi giri e riduce la velocità massima, di modo da avere il massimo della potenza disponibile per potersi disimpegnare al meglio da situazioni ostiche. Insomma, si tratta di caratteristiche da vera Jeep, e questa non è da meno nel rappresentare il nome che porta.

In tutto ciò, però, non sono stati trascurati elementi più apprezzabile nella vita quotidiana dell'acquirente medio, che si presume non sia tanto in mezzo alla foresta, quanto nella cosiddetta foresta urbana: nell'abitacolo si avverte immediatamente il lavoro svolto dall'équipe italo-americana nella ricerca di confort, tradotto in un'ottima insonorizzazione, in spazi per passeggeri e bagagli generosi pur considerando le dimensioni esterne, che sono 4.23m di lunghezza e 1.80 di larghezza - il tutto senza superare il metro e 70 di altezza, e nella naturalezza con cui si possono affrontare anche curve prese in velocità.

La gamma prevede tre allestimenti: Longitude, Limited e Trailhawk - oltre ai 1500 esemplari di "Opening Edition" previsti per i primi clienti. Mentre Longitude punta più sulla funzionalità, Limited è già più ricca di contenuti come il display TFT da 7", clima automatico bizona e sistemi di sicurezza come Forward Collision Warning-Plus, Lane Departure Warning-Plus. Fra gli optional sono disponibili il navigatore satellitare con schermo touchscreen da 6,5", tetto apribile MySky e cerchi da 18".

La versione più votata al fuoristrada invece è Trailhawk, caratterizzata fra l'altro da un'altezza da terra aumentata di 35mm rispetto alla versione 4x2, sospensioni specifiche per il fuoristrada, come piastre di protezione ed esclusivi fascioni anteriori e posteriori con aggressivi angoli di attacco e di uscita. L'equipaggiamento del Trailhawk include altri dettagli di stile tra cui i cerchi in alluminio da 17 ", diamantati e verniciati di nero, pneumatici M+S con snowflake, barre al tetto grigio scuro e sensori di parcheggio posteriori.

Questa molteplicità di versioni è già sufficiente per descrivere la diversità di impieghi per i quali è stata pensata Renegade - dai pochi km quotidiani in città, magari per lo stereotipato tragitto casa-scuola, ai lunghi viaggi autostradali a pieno carico, il tutto con la possibilità di poter affrontare percorsi off-road solitamente di appannaggio solo a veicoli di segmenti superiori. Il tutto, condito da un design particolare, molto ricercato soprattutto nei molteplici piccoli dettagli, come la scritta "since 1941" a metà della plancia, i numerosi richiami al muso stilizzato della storica Willys, e con una forma squadrata che è ben diversa da quella che avrà la sorella che uscirà a breve, ovvero la Fiat 500X.

Se vuoi aggiornamenti su JEEP RENEGADE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giorgio Dall'Olio | 15 settembre 2014

Altro su Jeep Renegade

Jeep Renegade: la 1.6 MultiJet anche per i neopatentati
Ultimi arrivi

Jeep Renegade: la 1.6 MultiJet anche per i neopatentati

Via alle ordinazioni per Renegade MJet II 95 CV ("Sport", prezzi da 22.800 euro) e 120 CV "Business" (da 27.300 euro) e "Limited" da 28.900 euro.

Jeep Renegade Desert Hawk: via alle ordinazioni
Anteprime

Jeep Renegade Desert Hawk: via alle ordinazioni

Una nuova "special" arricchisce la gamma della Suv compatta di Jeep: è la serie limitata Renegade Desert Hawk equipaggiata col Multijet II 170 CV.

Jeep Renegade: dubbi sulla frenata durante alcuni test
Play

Jeep Renegade: dubbi sulla frenata durante alcuni test

Le gomme posteriori di una Jeep Renegade si sono alzate in modo preoccupante durante dei test sulla frenata della vettura.