Volkswagen Golf GTE: l’ibrida sportiva da 37.000 euro

La gamma della media tedesca si arricchisce di una nuova variante ibrida caratterizzata da prestazioni sportive e consumi irrisori.

Volkswagen Golf GTE: le immagini ufficiali

Altre foto »

Nel primo semestre del 2015, la gamma della Volkswagen Golf si amplierà ulteriormente con il debutto commerciale della nuova Golf GTE, variante ibrida plug-in della famosa media tedesca. Declinata esclusivamente in versione 5 porte, la Golf GTE sarà caratterizzata da prestazioni particolarmente brillanti - paragonabili a quelle delle versioni GTI e GTD - unite a consumi ed emissioni inquinanti irrisori, il tutto offerto ad un prezzo pari a 37.000 euro.

Una vera GT ecosostenibile

La meccanica ibrida della GTE sfrutta la combinazione del compatto 1.4 litri TSI a benzina da 150 CV abbinato ad un'unità elettrica, in modo da offrire una potenza complessiva di ben 204 CV e una coppia massima di 350 Nm, gestiti dal nuovo e sofisticato cambio DSG dotato di tre frizioni (doppia frizione e frizione di separazione) e sei rapporti. Sfruttando la massima potenza, la vettura passa da 0 a 100 km/h in appena 7,6 secondi e raggiunge una velocità di punta di 222 km/h, a fronte di consumi ed emissioni inquinanti dichiarati nel ciclo misto realmente irrisori e rispettivamente pari a 1,5l/100 km e 35 g/km di CO2. La GTE permette inoltre di percorrere fino a 50 km ( mentre complessivamente l'autonomia arriva a 940 km) con la sola forza dell'unità elettrica, alimentata da un pacco di batterie agli ioni di litio da 8,8 kW, capaci di ricaricarsi durante la marcia della vettura, oppure tramite l'uso di un'apposita presa  capace di collegare il muso della vettura alla tradizionale rete elettrica. Una ricarica completa viene effettuata in  3 ore e 45 minuti, che scendono  fino a 2 ore e 15 minuti se si utilizza  un Wallbox o le colonnine pubbliche.

Quattro modalità di utilizzo

Quando si una la vettura nella sola modalità elettrica -  battezzata  E-Mode -  la velocità massima viene impostata a 130 km/h. A questa modalità se ne aggiungono altre 4, tra cui la  Battery Hold  che  utilizza esclusivamente  il motore termico, poi  troviamo la  GTE Mode, capace di sfruttare la massima potenza della vettura, mentre nella modalità Hybrid Auto il motore elettrico assiste quello termico per ottimizzare consumi ed emissioni. Infine la Battery Charge permette di ricaricare il pacco batteria.

Estetica aggressiva e personale

Esteticamente, la vettura si riconosce per un kit estetico-aerodinamico dedicato che comprende l'adozione di un nuovo paraurti anteriore, cerchi in lega realizzati ad hoc - offerti nelle misure da 16 a 18 pollici - Spoiler posteriore posizionato sul lunotto e proiettori posteriori bruniti. Entrati nell'abitacolo troviamo una nuova strumentazione specifica sviluppata per riportare tutte le informazioni relative alla meccanica ibrida, le altre caratteristiche riguardano la tappezzeria che riprende il classico motivo scozzese che distingue tutte le versioni "GT" della Golf.

 

 

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN GOLF inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 12 settembre 2014

Altro su Volkswagen Golf

Salone di Los Angeles: nuova Volkswagen e-Golf
Anteprime

Salone di Los Angeles: nuova Volkswagen e-Golf

Anche la versione elettrica di Golf si rinnova: 300 km di autonomia,tempi di ricarica ridotti e una nuova dotazione di bordo. Sarà in Europa nel 2017.

Volkswagen Golf 2017: le immagini del restyling
Anteprime

Volkswagen Golf 2017: le immagini del restyling

La Volskwagen Golf si concede un sapiente restyling che affina l’estetica della vettura e la riempie di sofisticate tecnologie multimediali.

Volkswagen Golf 2017: aspettando il restyling
Anteprime

Volkswagen Golf 2017: aspettando il restyling

Secondo i rumors ci saranno meno versioni e nuovi motorizzazioni.