Porsche 911 Targa: primo contatto

La storia si ripete. La 911 torna Targa. Una nuova veste, fedele però al passato che l'ha resa celebre. E la trazione è solo integrale

Porsche 911 Targa: primo contatto

Altre foto »

Sono passati quasi quarant'anni da quando il nome Targa è stato accostato al modello Porsche 911. Un'omaggio alla celebre gara siciliana, che celeva una scelta tecnica mirata a soddisfare l'esigente pubblico statunitense. Un'evoluzione della variante Cabriolet, dotata di un roll bar centrale, che garantiva una maggiore rigidità strutturale e una maggiore sicurezza. Era il 1965 e il Salone dell'auto di Francoforte fu il palcoscenico del suo debutto. Nel tempo si è evoluta, tanto che la sua penultima edizione non adotta più il roll bar centrale. Almeno sino ad oggi, perché il modello 991, riprende lo stesso espediente.

Porsche 911 Targa: design unico

Forma decisa, importante, chiaramente atletica. La base di partenza è la 911 equipaggiata con la trazione integrale. Quindi i passaruota sono adeguati alla meccanica di bordo e accentuano la presenza su strada di 911 Targa. Il lunotto rappresenta la chiave stilistica della coda. E il roll bar, l'elemento distintivo. Una summa di componenti che definiscono in breve la Porsche 911 Targa. Unica, inimitabile, tra le sportive più belle degli ultimi anni. Tutto riflette il futuro del brand di Zuffenhausen, tutto però lega il passato al presente. Scolpita, scultorea, imponente, la 911 Targa non lascia indifferenti al suo passaggio e si dota di un particolare sistema di apertura della capote. Che proprio come sulla Cabriolet è munita di una centina di magnesio, rivestita in tessuto. Il meccanismo è articolato nel suo insieme e può essere azionato unicamente a vettura ferma. Il sistema di parcheggio integrato, segnala la presenza di eventuali ostacoli all'atto dell'apertura (o chiusura).

Gli interni

L'avvento del modello Targa non muta le variabili in gioco. La vita di bordo è la stessa di 911 Carrera e Carrera Cabriolet. Uno stile che nella versione 991 si è standardizzato sulla strada di Panamera. Poco male, il contagiri al centro della plancia è rimasto al suo posto. La posizione di guida non poteva che essere sportiva. Avvolti dal sedile a guscio si domina la strada dal basso e nonostante la conformazione dell'abitacolo, la percezione degli spazi è precisa e puntuale. I due strapuntini della zona posteriore sono riservati solo ai bambini. Nulla di nuovo, tutto come da tradizione. Siamo su di una supercar, non su di una monovolume. La grafica del sistema di navigazione andrebbe aggiornata, perché rispetto alla rapida evoluzione della moderna multimedialità è rimasta qualche passo indietro.

Porsche 911 Targa: meccanica a trazione integrale

Per infondere un ulteriore senso alla sicurezza, lo stesso che mosse l'idea della prima 911 Targa, si è deciso di optare per la sola trazione integrale. La 911 Targa (Targa 4) è equipaggiata sia con il motore Boxer da 3,4 litri di cilindrata, capace di erogare 350 CV, sia con quello da 3,8 e 400 CV (Targa 4S). La prima, quando provvista di Cambio a doppia frizione Porsche Doppelkupplung (PDK) e di pacchetto Sport Chrono, scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi e raggiunge una velocità massima intorno ai 280 km/h. La seconda invece, supera i 296 km/h e brucia i 100 km/h con partenza da fermo in 4,4 secondi. Prestazioni realizzate grazie al cambio PDK e al pacchetto Sport Chrono. Entrambe le unità rispondono alla normativa Euro 6.

Porsche 911 Targa: la prova su strada

Nonostante pesi 110 kg in più della Carrera e circa 40 di più della Carrera Cabriolet, la 911 Targa rappresenta ancora una volta l'eccellenza su quattro ruote. Rapida nei cambi di direzione, fulminea negli inserimenti in curva. La Targa è una vera sportiva di razza. Motore e cambio alimentano il piacere della guida su strada, indipendentemente dalla cubatura posizionata dietro le vostre spalle. Forse l'unica delle supercar attualmente in commercio ad avere un'indole fruibile anche nel quotidiano. Ma la Targa significa vento tra i capelli e vita a cielo aperto. In teoria. Perché il rumore e le turbolenze generate dall'aria a partire dagli 80 km/h, sono tali che vi faranno rimpiangere dopo pochi chilometri, di aver abbassato la capote. Un vero peccato.

Porsche 911 Targa: i prezzi

Due i modelli, due i prezzi a listino. La Porsche 911 Targa 4, equipaggiata con il motore da 3,4 litri, è offerta a 113.111 euro. Mentre la Targa 4S è disponibile a partire da 128.239 euro. Con meno di mille euro in più, se amate relamente la guida open air, potete però portarvi a casa la versione Carrera Cabriolet. La 911 Carrera Cabriolet 4 costa 114.087 euro e la Carrera Cabriolet 4S 129.215 euro. A voi la scelta.

Se vuoi aggiornamenti su PORSCHE 911 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Cesare Cappa | 04 aprile 2014

Altro su Porsche 911

Porsche: guida autonoma ma con moderazione
Tecnica

Porsche: guida autonoma ma con moderazione

Anche se la tecnologia sarà sempre più presente, le auto della casa di Zuffenhausen saranno auto da guidare.

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca
Motorsport

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca

La Casa tedesca svela la sua ultima arma da pista che verrà impiegata nei campionati IMSA e FIA WEC.

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada
Prove su strada

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada

Abbiamo guidato la 911 pensata per viaggiare a cielo aperto ed equipaggiata con il nuovo motore turbo.