Peugeot 205 GTI Gentry: il test drive

Dotazioni di lusso e prestazioni da sportiva erano i punti di forza della 205 GTI “in smoking”. L’abbiamo guidata tra le colline senesi.

Peugeot 205 GTI Gentry: il test drive

di Simonluca Pini

31 luglio 2015

Dotazioni di lusso e prestazioni da sportiva erano i punti di forza della 205 GTI “in smoking”. L’abbiamo guidata tra le colline senesi.

Nel 1991 la Peugeot 205 GTI era il sogno di automobilista alla ricerca di un’auto compatta ma dalle ottime prestazioni. I 130 cavalli scaricati a terra dal motore 1.9 assecondavano ogni richiesta di sportività, mettendo in secondo piano – come giusto che fosse – l’attenzione ai materiali di pregio. La soluzione? Peugeot 205 Gentry, ovvero una GTI dalla minor potenza pari a 105 cavalli ma una dotazione sconosciuta a molte vetture più grandi e blasonate.

Peugeot 205 GTI in smoking

Prodotta dal novembre 1991 al gennaio 1994, la 205 Gentry nonostante i 25 cavalli non faceva rimpiangere la GTI sul fronte delle prestazioni grazie ad una diversa mappatura della centralina unita a rapporti più corti. Leggendo la scheda tecnica troviamo quattro freni a disco, catalizzatore, ABS di serie e cerchi in lega da 14 pollici. Il vero punto di forza della Peugeot 205 Gentry era la dotazione, dove non mancavano accessori come interni in cuoio integrale con volante e pomello del cambio in pelle, moquette trapuntata beige, vano bagagli completamente rifinito su tutti i lati, inserti tipo [glossario:radica] sui pannelli interni delle portiere e listelli di colore argento invece che rossi inseriti nei paraurti e nelle fiancate. Inoltre disponeva di serie, a seconda dei mercati, del tetto apribile a scorrimento o del climatizzatore. Unica tra tutte le versioni della 205 GTI, la Gentry era equipaggiabile anche con un [glossario:cambio-automatico] a tre rapporti.

Peugeot 205 Gentry, prova su strada

Grazie alla passione di Peugeot Italia verso le auto che hanno fatto la storia del marchio del Leone, parcheggiata davanti alla Galerie Peugeot di San Gimignano, abbiamo una 205 Gentry nella rara colorazione Beige Mayfair con interni in cuoio beige Impala, cruscotto e moquette beige. Appena saliti a bordo, nonostante gli oltre 20 anni passati dal momento del debutto, si capisce perché la 205 era tra le più vendute nel suo segmento. La Gentry, in soli 3.71 metri, assicura un buon spazio a bordo e migliora la qualità del viaggio grazie alle dotazioni e alla cura costruttiva. Ora però è arrivato il momento, tra gli scenografici percorsi delle colline di San Gimignano, di provare su strada la Peugeot 205 Gentry. Il motore 1.9 8 valvole ad iniezione, nonostante i 25 cavalli in meno rispetto alla GTI, ci conquista curva dopo curva per l’ottima erogazione abbinata alla corretta rapportatura del cambio. Se a questo pacchetto aggiungiamo un peso di circa 900 kg e il telaio della 205, già apprezzato in occasione del confronto tra 205 GTI e Gutmann, rimpiangiamo per qualche momento questo tipo di filosofia costruttiva. Quanto costa la Peugeot 205 Gentry? Prima di parlare di prezzo, bisogna trovare una vettura in vendita. La Gentry è molto rara e sicuramente diventerà sempre più ricercata dai collezionisti.