Panda 4×4 Adventure: la Panda “pronta a tutto”

Una versione speciale dedicata al tempo libero ma pensata anche come mezzo da lavoro sui terreni più difficili: è la Panda 4×4 Adventure

Panda 4x4 Adventure: la Panda "pronta a tutto"

Tutto su: FIAT Panda Classic

di Redazione

07 luglio 2009

Una versione speciale dedicata al tempo libero ma pensata anche come mezzo da lavoro sui terreni più difficili: è la Panda 4×4 Adventure

.

Parte dall’Italia, per poi estendersi negli altri paesi d’Europa, la commercializzazione della Panda 4×4 Adventure, una serie speciale della piccola tuttoterreno torinese che Fiat definisce “pronta a tutto” e che riporta alla mente la ambita (per chi aveva meno di 30 anni…) Panda 4×4 Sisley degli anni ’80, quella 4×4 “griffata” che riusciva ad andare ovunque.

Di quella lontana parente la 4×4 Adventure conserva la tinta colore verde, mentre rispetto alle altre Panda 4×4 odierne ci sono gli scudi centrali in grigio, i fari bruniti, le cornici dei gruppi ottici posteriori e i cristalli oscurati. Per i montanti è stato scelto il nero opaco, così come per le fasce paracolpi laterali e i codolini del parafango, che risultano così resistenti agli urti e ai graffi. Per lo stesso motivo, bando alle leziosità, sono stati adottati cerchi in acciaio neri da 14″, meno eleganti, forse, ma più adatti all’off road.

Perché questa Panda 4×4 Adventure è anche una versione che può essere utilizzata come mezzo da lavoro, per gli amanti della natura, per chi pratica attività all’aria aperta, ma anche ai professionisti del settore agricolo e forestale, ad esempio.

All’interno dell’abitacolo spiccano infatti i rivestimenti in tessuto tecnico nero anti-strappo e lavabile, oltre ai tappetini in gomma che assicurano resistenza all’abrasione e facile lavabilità. Le sospensioni posteriori sono rinforzate (445 kg la portata) ed è possibile averla solo con i sedili anteriori, in modo da avere una piccola “furgonetta” (con 1000 lt di capienza) in grado di avventurarsi senza timore sui percorsi più accidentati.

Due le motorizzazioni disponibili: 1.2 benzina da 60 CV e 1.3 turbodiesel Multijet da 70 CV, abbinate ad un giunto elettroidraulico per la trazione integrale rinforzato rispetto alle altre Panda 4×4. Vengono proposte rispettivamente a 14.100 e 16.000 euro.