Suzuki Alto: la city car votata al risparmio

La city car giapponese compie 30 anni e torna in Europa. Motore da 1 litro, 68 CV, consumi bassi e prezzi a partire da 7900 euro

Basse emissioni di CO2, bassi consumi di carburante, una nuova "linea" e dimensioni dell'abitacolo lievemente aumentate. Il tutto ad un prezzo abbastanza competitivo (si parte da 7900 euro "chiavi in  mano) per la Suzuki Alto "settima serie", che da poche settimane ha fatto il suo ingresso nei listini della Casa giapponese. Il 2009 segna un triplo appuntamento per la "piccola" di Casa Suzuki: il debutto della nuova generazione Alto, il traguardo dei 30 anni dalla commercializzazione della prima serie, e il ritorno sul mercato europeo.

Rispetto alle precedenti versioni sono molte le novità: sia nelle forme esterne, che negli equipaggiamenti; per non parlare della nuova motorizzazione, in grado di offrire un sostanziale risparmio nei consumi: il nuovo 3 cilindri, realizzato in alluminio, emette solo 103 g/km di CO2 e permette di sfiorare i 23 km con un litro di benzina. Come dire: un progetto nuovo, che "rompe" con le serie finora proposte di questa citycar fra le più longeve nella storia dell'automobilismo mondiale.

Settima serie al traguardo dei 30 anni

Tre metri e mezzo di lunghezza, 1,60 di larghezza e 1,47 m di altezza. Un "ovetto" in grado di trasportare quattro persone. Ecco, detta in soldoni, la filosofia progettuale della Suzuki Alto settima serie, che mantiene gli atout che hanno caratterizzato le versioni finora prodotte della citycar di origine giapponese ma commercializzata in tutto il mondo (e, per l'Europa, assemblate a partire dalla terza serie dagli stabilimenti indiani Maruti e vendute con questo Marchio): piccole dimensioni, cinque porte per trasportare 4 persone e un prezzo più che abbordabile.

Per questa nuova versione, la priorità da seguire è stata data al risparmio nei consumi, senza rinunciare ad una certa immagine, che riuscisse a garantire uno "stacco" netto dalle serie precedenti.

Ecco, quindi, la nascita della nuova Alto, anticipata, un paio di anni fa, dalla Concept car Suzuki A (presentata al Salone di Francoforte del 2007) ed esposta, in anteprima con il suo nome definitivo, al Salone di Parigi dell'anno scorso.

Attorno ad una scocca progettata ex novo (nuova la carrozzeria, nuovo il telaio) la Suzuki Alto è il risultato di una joint venture fra la stessa Suzuki e la Nissan (che realizza la Pixo, una citycar dalle caratteristiche pressoché simili).

Se, nell'impostazione generale, la carrozzeria può ricordare, alla lontana, le "serie" precedenti, le sue forme se ne distaccano in maniera radicale: quadrate che sembravano progettate col righello le Alto precedenti; decisamente "rotonda" la Alto 2009, caratterizzata da un profilo a cuneo che conferisce alla vista laterale un impatto più "snello" e quasi da monovolume, che non sembra compromettere la spaziosità interna.

Altro su Suzuki Alto

Suzuki Alto 1.0 VVT: prezzi 7.990 euro
Ultimi arrivi

Suzuki Alto 1.0 VVT: prezzi 7.990 euro

La Suzuki Alto debutta in questi giorni con il sistema VVT e lo start&Stop. Quattro allestimenti a partire da 7990 euro.

Suzuki Alto GL: prezzo da 7.990 euro
Ultimi arrivi

Suzuki Alto GL: prezzo da 7.990 euro

Si chiama "Ecospasso" l'iniziativa ideata da Suzuki che offre la Alto GL a partire da 7.990 euro. In offerta c'è anche la Alto GPL a 8.990 euro.

Suzuki Alto reginetta dell
Cronaca

Suzuki Alto ha vinto l'Economy Run

Con una media di 26 km/l, la Suzuki Alto è stata la vettura più parsimoniosa all'Economy Run australiano