Suzuki SX4 2013: prezzi da 18.590 euro

Arrivano le nuove versioni Evolution ed Evolution+ della Suzuki SX4 2013.

Suzuki SX4 Model Year 2011

Altre foto »

Aggiornamenti in vista in casa Suzuki, dove il SUV compatto SX4 vede l'arrivo di 2 nuove versioni denominate, rispettivamente, Evolution ed Evolution+. Si tratta di allestimenti più ricchi che si affiancano a quelli già conosciuti, ovvero GL e GLX, interessati da un aggiornamento di prezzo. Spariscono invece le versioni della SX4 chiamate Navi+.

Oltre alla nuova colorazione Bison Brown, le Suzuki SX4 Evolution possono contare su una dotazione che annovera il navigatore satellitare con schermo da 5 pollici, con presa USB e funzione bluetooth, le barre sul tetto argentate, i nuovi tessuti interni con doppia tonalità, il volante in pelle e i cerchi in lega di nuovo disegno, e gli specchi retrovisori ripiegabili elettricamente con indicatori di direzione integrati.

>> Guarda la gallery della Suzuki SX4

Il listino (IPT e vernice metallizzata esclusi) parte dai 18.590 euro della SX4 Evolution 4WD spinta dal 1.6 a benzina e arriva ai 22.590 euro della 2 litri DDiS 4WD Evolution+. Gli allestimenti GL e GLX invece, hanno subito un ritocco del prezzo che adesso parte dai 14.990 euro per la versioni a benzina e da 18.990 euro per quelle diesel.

 

Se vuoi aggiornamenti su SUZUKI SX4 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 15 febbraio 2013

Altro su Suzuki SX4

Suzuki SX4, in arrivo la nuova 2.0 DDiS 2WD GL
Ultimi arrivi

Suzuki SX4, in arrivo la nuova 2.0 DDiS 2WD GL

Il SUV giapponese si arricchisce di un interessante versione capace di costi di gestione contenuti.

Suzuki SX4 1.6 GLX Navi+: prova su strada
Prove su strada

Suzuki SX4 1.6 GLX Navi+: prova su strada

Comodo in città, spazioso per i viaggi e con la trazione integrale: il suv giapponese eccelle in versatilità d'impiego. E costa poco.

Pikes Peak 2011 a Nobuhiro Tajima, con record
Motorsport

Pikes Peak 2011 a Nobuhiro Tajima, con record

Il veterano della Pikes Peak Nobuhiro Tajima ha vinto l'edizione 2011 della corsa in salita, scendendo sotto i 10 minuti e ottenendo un nuovo record.