Nuova Toyota Auris: rivoluzione giapponese

Completamente rinnovata nello stile, la nuova Toyota Auris ha una dinamica da riferimento.

Nuova Toyota Auris a Lisbona

Altre foto »

Dopo la GT86, che ha conquistato il cuore degli sportivi, la Toyota continua l'evoluzione dei suoi modelli senza trascurare il lato emozionale, secondo i voleri del presidente Akio Toyoda.

Così, la nuova Auris cambia radicalmente rispetto al modello precedente, e sorprende alla guida con un carattere molto più dinamico e incisivo. Il tutto senza trascurare la proverbiale cura costruttiva della Casa nipponica e il bagaglio tecnologico che si esplica attraverso la tecnologia ibrida, ormai un marchio di fabbrica per Toyota.

Una linea rivoluzionata

Non c'è niente nella nuova Toyota Auris che ricordi la versione precedente, nemmeno il più insignificante dei dettagli, te ne accorgi appena la vedi e cerchi di capire di quale modelli si tratti. L'anteriore, con la superficie ridotta del 4%, è più basso, tagliente, e i fari con luci diurne a LED le conferiscono un'immagine sportiva al pari della grande griglia inferiore. La fiancata aerodinamica sottolinea la linea di cintura e presenta il terzo finestrino che sale verso l'alto, mentre il posteriore è risultato della commistione di superfici concave e convesse e presenta lo spoiler integrato nella linea della vettura e nuovi gruppi ottici (a LED nella versione Hybrid). Le dimensioni non differiscono molto dal modello precedente, infatti, il passo è lo stesso, 2.600 mm, e la lunghezza è cresciuta solamente di 30 mm. Ma l'altezza è stata ridotta di 55 mm, 45 mm quella dell'abitacolo e 10 mm quella da terra. Ne consegue che l'aspetto della nuova Auris è più sportivo e aerodinamico con il coefficiente di resistenza ridotto da 0,292 Cx a 0,277 Cx. A questo contribuiscono delle soluzioni interessanti come le pinne sakana presenti nel sottoscocca che contribuiscono a rendere uniforme il flusso dell'aria.

Abitacolo spazioso

Una volta saliti a bordo, la Toyota Auris di nuova generazione ci accoglie in un ambiente ordinato, più raffinato rispetto a quello che conosciamo, dove spicca l'andamento orizzontale della plancia dalla superficie superiore in materiale soft-touch. La strumentazione è semplice e d'immediata comprensione grazie ai due quadranti con il display del computer di bordo al centro e si caratterizza per lo sfondo blu che la rende elegante. Caratteristica la console centrale con un'area delimitata da una finitura silver in cui troviamo il sistema multimediale, mentre più in basso ci sono i comandi del climatizzatore. Si sta bene dentro la Auris, con il volante verticale come quello di una sportiva e piacevole al tatto grazie al rivestimento in pelle Nappa. Volendo si può scendere molto in basso con la seduta, ma compiendo quest'operazione la visuale potrebbe essere relativamente compromessa dalla parte alta della plancia, di conseguenza consigliamo quest'operazione solo ai più alti. Lo spazio interno è abbondante anche dietro, dove si accede facilmente grazie ad una più ampia apertura delle portiere, e si può contare su 20 mm di spazio in più per le ginocchia. Migliorie anche per il vano di carico, più lungo di 50 mm, che raggiunge una capienza di 360 litri e presenta un portellone più largo di 90 mm. Da sottolineare che il bagagliaio della Hybrid presenta la stessa capienza delle altre versioni per via della nuova collocazione del comparto batterie, ora sistemato sotto il divano posteriore.

Al volante della 2.0 D-4D

Visto che tutta l'attenzione sui prodotti Toyota di solito viene rivolta alle vetture ibride, qualcuno dimentica che il Costruttore nipponico è in grado di fornire ottimi propulsori convenzionali come il 2 litri turbodiesel da 124 CV e 310 Nm di coppia. Così, siamo saliti sulla nuova Auris equipaggiata con questo motore che è stato rivisto in tanti particolari e adesso è dotato di un sistema di cuscinetti a basso attrito, di un attuatore elettrico, di una pompa dell'olio a due fasi, di una copertura della testata in materiale plastico e dello Stop&Start. La sorpresa è stata grande perché l'auto è risultata da subito piacevole da condurre, precisa nel recepire i comandi al volante, agile e ha messo in luce un cambio manuale a 6 rapporti privo d'impuntamenti. Di conseguenza il carattere ha persino un piglio sportivo e i 124 CV del suo motore sembrano di più di quelli dichiarati, ma non è tutto, la nuova Auris è silenziosa, confortevole e si lascia condurre con facilità mettendo in luce una stabilità di prim'ordine nei lunghi curvoni autostradali. Oltretutto, i consumi dichiarati si attestano su un rassicurante valore di 4,4 l/100 km. Se il presidente Toyoda voleva mettere un po' di pepe nell'handling della Auris, deve essere fiero dei suoi ingegneri.

In viaggio con la Auris Hybrid

Inutile girarci intorno, quando si pronuncia la parola ibrida viene in mente Toyota che per prima ha scommesso su questa tecnologia e adesso, con la nuova Auris, l'ha perfezionata per emettere solamente 87 g di Co2 per km. In particolare troviamo una logica della trasmissione ad ingranaggi epicicloidali modificata che abbiamo apprezzato in accelerazione, quando si preme a fondo il pedale del gas, perché la sensazione di slittamento riscontrata nella versione precedente è stata ridotta in maniera importante. Più leggera di 70 kg, la nuova Auris Hybrid fila via in silenzio in città dove può viaggiare in modalità esclusivamente elettrica per circa 2 km, fino alla velocità di 50 km/h, e poi utilizza anche il motore termico per sfruttare una potenza complessiva di 136 CV maturando nel contempo un consumo combinato di circa 26 km/l. Composta come la sorella a gasolio, è ancora più silenziosa, piacevole nel traffico, dove si fa a meno di utilizzare la gamba sinistra, ed è più improntata ad una guida fluida anche se vanta prestazioni dignitose come l'accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 10,9 secondi ed una velocità massima di 180 km/h. Se state valutando di comprare una turbodiesel, sappiate che rispetto alla concorrenza alimentata a gasolio, consente, secondo i dati Toyota, di risparmiare 2.500 euro in 3 anni: 1.300 euro di carburante, 600 euro in manutenzione e altri 600 euro per il minor consumo degli pneumatici. Inoltre, con lo spostamento delle batterie sotto il divano posteriore il sistema ibrido non ruba nemmeno spazio al bagagliaio.

Ok il prezzo è giusto!

Disponibile con i motori 1.3 e 1.6 a benzina da 100 CV e 132 CV, con i due propulsori diesel 1.4 e 2.0 capaci di erogare, rispettivamente, 90 CV e 124 CV e nella variante ibrida dalla potenza complessiva di 136 CV, la nuova Auris avrà un prezzo d'attacco di 18.800 euro (1.3 100 CV). La dotazione è corposa già dalla versione base e prevede un allestimento che comprende accessori come il clima automatico, i retrovisori esterni riscaldabili, la porta USB, la radio CD, MP3 con 4 altoparlanti, l'assistenza per le partenze in salita e tutte le dotazioni di sicurezza. Disponibile anche negli allestimenti Active e Lounge e nelle tre varianti Active, Active+ e Lounge per il modello Hybrid, ha un costo iniziale di 20.500 euro per la versione 1.4 D-4D che sale a 25.700 euro per la 2.0 D-4D proposta nell'allestimento Lounge. La Hybrid invece parte dai 22.600 euro della versione Active e arriva ai 24.900 euro dell'allestimento Lounge, ma a quanto pare, per il periodo di lancio, che durerà qualche mese, avrà un prezzo iniziale di soli 17.900 euro, una cifra che verrà raggiunta grazie agli incentivi previsti per questa tipologia di vetture, agli incentivi Toyota e ad un contributo dei concessionari.

Se vuoi aggiornamenti su TOYOTA AURIS inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 30 novembre 2012

Altro su Toyota Auris

Toyota Auris 1.2 Turbo VS 1.6 D-4D Touring Sports
Prove su strada

Toyota Auris 1.2 Turbo VS 1.6 D-4D Touring Sports

La compatta delle Tre Ellissi si rifà il trucco e punta su nuovi motori benzina e diesel.

Nuova Toyota Auris: aggiornamenti per la giapponese
Ultimi arrivi

Nuova Toyota Auris

La media nipponica rimane fedele all'ibrido, ma apre la porta alla sovralimentazione a benzina. Facelift e miglioramenti a bordo

Nuova Toyota Auris 2015: debutto al Salone di Ginevra
Anteprime

Nuova Toyota Auris 2015: debutto al Salone di Ginevra

Toyota ha diffuso le prime immagini della Auris in versione aggiornata che debutterà ufficialmente al prossimo Salone di Ginevra.