Volkswagen Golf 7: primo contatto al Salone di Parigi

Con 100 kg in meno sulla bilancia e un nuovo design, la Volkswagen Golf 7 punta dritta al successo.

Volkswagen Golf 7: primo contatto al Salone di Parigi

di Valerio Verdone

27 settembre 2012

Con 100 kg in meno sulla bilancia e un nuovo design, la Volkswagen Golf 7 punta dritta al successo.

La Golf è sempre la Golf, non importa quante concorrenti arrivino sul mercato, quante novità siano presenti sotto e sopra il cofano, la compatta di Wolfsburg è e rimane un riferimento per la categoria. A Parigi è arrivata la Volkswagen Golf 7, quella di De Silva per intenderci, quella più attesa degli ultimi anni, perché nonostante il successo della 5° e della 6° serie, tutti avevano in mente ancora la 4°, quella più completa, che ha alzato l’asticella di un bel po’, tanto da essere ancora attuale.

Così ecco che la VW Golf 7 si presenta con un design che strizza l’occhio a quest’ultima, per un’innovazione nel solco della tradizione. Le linee della fiancata all’altezza dei passaruota posteriori ne sono un esempio lampante. Ma veniamo alle proporzioni, la nuova Golf è più lunga di 56 mm, più larga di 13 mm e più bassa di 28 mm, per un miglioramento del Cx del 10%. Ma tutto questo non ha comportato un aumento di peso che è sceso di 100 kg, come impone la moda del momento.

Più bella dunque, con un frontale pulito e senza fronzoli, ma personale come sanno essere tutte le creazioni di De Silva, all’interno ha una plancia che muove piacevolmente verso il guidatore e un sistema di infotainment con schermo da 5,8 pollici di serie che annovera connettività bluetooth e usb.

Sotto il cofano troviamo i propulsori benzina 1.2 TSI da 85 CV e 1.4 TSI da 140 CV, il 1.6 TDI da 105 CV e il 2.0 TDI da 150 CV, tutti con Start&Stop e frenata rigenerativa di serie. Il prezzo per l’Italia non è ancora stato comunicato, ma in Germania si parla di un costo d’accesso di 16.975 euro per la 1.2 Trendline.