Alfa Romeo Giulietta TCT: la prova a Balocco

La compatta del Biscione con il cambio a doppia frizione non perde in prestazioni. In arrivo anche la 1.4 turbo da 105 CV e la versione GPL.

Alfa Romeo Giulietta TCT

Altre foto »

Si chiama TCT, acronimo di Twin Clutch Transmission, ed è il nuovo cambio dell'Alfa Romeo Giulietta. Si tratta di una trasmissione a doppia frizione a secco, più leggera di circa 10 kg rispetto a quella della concorrenza, studiata per mantenere vive le prestazioni della compatta del Biscione senza compromettere il rapporto tra performance, consumi ed emissioni inquinanti.

Disponibile in abbinamento alle motorizzazioni 1.4 MultiAir turbo benzina da 170 CV e alla 2.0 Multijet dall'analoga potenza, consente alla Giulietta di distendersi in velocità fino a toccare i 218 km/h con entrambe i propulsori. Nell'accelerazione da 0 a 100 km/h, che in Alfa dichiarano essere più rapida di 0,1 secondi rispetto alle versioni manuali, prevale la versione a benzina con un tempo di 7,7 secondi, mentre quella a gasolio impiega due decimi in più, fermando il cronometro a 7,9 secondi.

La Giulietta TCT turbodiesel si prende la rivincita sui consumi, visto che la Casa dichiara una richiesta di 4,5 litri di gasolio per percorrere 100 km contro i 5,2 litri di verde necessari alla variante a benzina per coprire la stessa distanza. Anche dal punto di vista delle emissioni la motorizzazione a gasolio è avvantaggiata visto che produce 119 g di Co2 al km contro i 121 g emessi dal propulsore a benzina.

Nella nostra presa di contatto sulla pista di Balocco, abbiamo potuto constatare la spinta continua garantita da questa tipologia di trasmissione, che non presenta i fastidiosi slittamenti della frizione riscontrati in alcune vetture munite di cambio automatico con convertitore di coppia, o i cali di potenza di alcuni cambi robotizzati.

Utilizzando il famigerato manettino, che prende il nome di Alfa D.N.A., abbiamo verificato come la trasmissione TCT si adatti al programma di guida selezionato. Infatti, nella modalità Normal le cambiate sono più dolci, mentre selezionando la modalità Dynamic si fanno più rapide, adattandosi ad un'andatura più impegnata.

In listino con un sovrapprezzo di 1.700 euro su entrambe le motorizzazioni, la nuova trasmissione TCT rappresenta la scelta Alfa Romeo per offrire ai suoi clienti la possibilità avere un'alternativa al classico cambio manuale.

Oltre a questa novità la Giulietta prevede altre sorprese per i suoi estimatori e per i suoi potenziali clienti. Infatti, l'11 febbraio ci sarà un porte aperte per presentare la nuova 1.4 turbo benzina da 105 CV che sarà in listino ad un prezzo di 18.770 euro nell'allestimento base e 19.820 in quello Progression. Ma non è tutto, nel giro di 2 settimane, arriverà in salone anche la Giulietta Gpl da 120 CV che sarà venduta ai prezzi di 22.370 euro, 23.420 euro e 24.870 euro, nelle versioni base, Progression e Distinctive.

Se vuoi aggiornamenti su ALFA ROMEO GIULIETTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 24 gennaio 2012

Altro su Alfa Romeo Giulietta

Alfa Romeo Giulietta 2019: foto spia del prototipo
Spy Photo

Alfa Romeo Giulietta 2019: foto spia del prototipo

Un prototipo della futura generazione dell’Alfa Romeo Giulietta è stato immortalato durante alcuni test su strada.

Alfa Romeo: i segreti della Giulietta Carabinieri
Tecnica

Alfa Romeo: i segreti della Giulietta Carabinieri

Le dotazioni che si nascondono dentro la nuova Alfa Romeo Giulietta destinata all'Arma dei Carabinieri.

Alfa Romeo Giulietta restyling al Salone di Ginevra 2016
Anteprime

Alfa Romeo Giulietta restyling al Salone di Ginevra 2016

A tenere compagnia all'ammiraglia del Biscione, le versioni aggiornate della Casa di Arese. Poche novità a livello estetico ed infotainment migliorato