Bmw Serie 1 e Citroen DS4 sfidano Giulietta e Lexus CT

Poker di "medie" premium in sfida a suon di caratteristiche e prezzi: nuova Bmw Serie 1, Citroen DS4, Alfa Romeo Giulietta e Lexus CT200h.

Alfa Romeo Giulietta

Altre foto »

State cercando una compatta premium che faccia al caso vostro? Per aiutarvi nella scelta abbiamo confrontato i modelli più nuovi del segmento C premium, mettendo a fuoco l'offerta nella fascia di prezzo tra i 20.000 e i 30.000 euro.

Le vetture prese in considerazione sono innanzitutto le nuovissime Bmw Serie 1 e Citroen DS4 che se la dovranno vedere con due avversarie già da un po' di tempo sul mercato, ma comunque recenti: l'Alfa Romeo Giulietta e l'orientale ecologica Lexus CT 200h.

Rappresentano quattro stili differenti, quattro personalità distinte, e altrettanti modi diversi di intendere un'auto di segmento medio che sappia appagare il suo proprietario, senza però sconfinare nel lusso ostentato.

Ma vediamo nel dettaglio cosa hanno da offrire le quattro sfidanti e, soprattutto, con quali prezzi cercano di ammaliare i loro potenziali clienti.

Bmw Serie 1: rinnovata sportività

Arrivata nelle concessionarie da poche settimane, la nuova generazione della Serie 1 ne ha "incattivito" l'espressione e gonfiato i muscoli, pur suscitando qualche perplessità per lo stile audace. La Bmw Serie 1 2012 ha beneficiato di un allungamento complessivo di 8,5 cm, con il passo portato a 2,69 metri, a tutto vantaggio dell'abitabilità interna e del bagagliaio che ha raggiunto quota 360 litri di capacità. 

Benzina o diesel, la tedesca offre potenze che vanno dai 116 CV della 116d 4 cilindri ai 184 CV della 120d. Tra questi due estremi troviamo la 116i da 136 CV e la 118i da 170 CV, entrambe dotate del motore benzina 4 cilindri da 1.598 cc. Il 2 litri diesel è infine declinato nella variante più tranquilla da 143 CV. 

Per tutte le versioni il cambio è manuale a 6 rapporti, quello automatico Steptronic è disponibile a richiesta e costa 2.218 euro. Caratteristica unica in questo segmento rimane la trasmissione sulle ruote posteriori a rimarcare l'indole sportiva del modello, inoltre nei prossimi mesi la gamma si completerà con versioni molto prestazionali che intendono porsi al vertice del segmento per dinamica di marcia e prestazioni.

I prezzi della Bmw Serie 1 non sono economici, come è normale per una Bmw, ma è da segnalare che il nuovo modello è addirittura più caro del vecchio. Per portarsi a casa la nuova media bavarese bisogna mettere in conto un budget di almeno 27.000 euro: il listino oscilla infatti tra i 26.800 euro della 116i e i 33.850 euro della 120d negli allestimenti Sport e Urban.

Citroen DS4: francese à la page

La Citroen DS4 sconvolge le solite categorie e questo è sicuramente un suo punto di forza: la carrozzeria rialzata la fa assomigliare ad un suv, la coda spiovente rimanda alle eleganti coupé, ma le cinque porte assicurano la praticità di una berlina. Oltre al design anticonformista, che però impone qualche sacrificio, ci sono contenuti tecnologici all'avanguardia tra cui spicca la versione ibrida-diesel 1.6 e-HDi che si propone come una degna concorrente della Lexus CT200h.

La gamma della Citroen DS4 è composta anche da propulsori tradizionali, a partire dal 1.6 VTi da 120 CV di potenza massima e 6,20 litri per 100 km di consumo nel ciclo misto. Gli altri motori a benzina sono i 1.6 THP da 163 CV e cambio automatico a 6 rapporti di serie e da 200 CV con cambio manuale a 6 marce. I diesel disponibili sono due: il 2.0 HDi 160 FAP (che abbiamo già provato su strada) e il già citato 1.6 con tecnologia microibrida e-HDi 110 FAP.

Le finiture interne sono molto curate per la categoria e non mostrano complessi di inferiorità rispetto alle rivali più blasonate; il bagagliaio è nella media del segmento con i suoi 385 litri. Interessanti i prezzi che risultano molto più convenienti rispetto alla Bmw e alla Lexus, mentre sono sostanzialmente allineati con quelli della Giulietta: si parte da 20.350 euro per arrivare a 28.950 euro. 

Alfa Romeo Giulietta: un'italiana passionale 

L'Alfa Romeo Giulietta è latina, ostenta contenuti emozionali - oltre che tecnologici - che prima solleticano la fantasia nel solco della tradizione italiana, poi mettono in contatto con una meccanica di tutto rispetto. La Giulietta, offerta nella sola declinazione a 5 porte, ha fatto il suo debutto sul mercato nel 2010 ed ha quindi la gamma più completa, che presto si arricchirà anche della versione GPL.

Benzina o diesel, sportiva oppure sobria, l'Alfa Romeo Giulietta si propone di accontentare ampie fasce di clienti. Le motorizzazioni presenti in listino sono ben sei. Con alimentazione a benzina ci sono il 1.4 Turbo 120 CV, il 1.4 Turbo MultiAir 170 CV e il 1750 TBi 235 CV Quadrifoglio Verde. Di base sono tutti accoppiati al cambio manuale a 6 rapporti, mentre per il 1.4 Turbo da 170 CV si può optare per il cambio TCT a doppia frizione.

Il ventaglio delle unità a gasolio prevede il 1.6 JTDm-2 da 105 CV e i 2.0 JTDm-2 da 140 CV e 170 CV. Anche con questi propulsori, i cambi sono manuali a 6 rapporti, con il TCT disponibile per il solo 2.0 da 170 CV. La trazione è sempre sulle ruote anteriori. Da segnalare anche la versione bi-fuel a GPL che debutterà al Motor Show a dicembre, ma sarà disponibile solo nei prossimi mesi: è un'opzione interessante per chi vuole risparmiare al distributore senza rinunciare alla potenza, dato che il 1.4 Turbo garantisce 120 cavalli e 206 Nm.

Il vano bagagli è il più piccolo del lotto con i suoi 350 litri di volume utile e non c'è la possibilità di scegliere la versione tre porte. Uno dei punti di forza è senza dubbio il prezzo, che nella versione entry level è il più basso del confronto: il listino parte da 19.970 euro e raggiunge al top di gamma i 31.000 euro.

Lexus CT 200h: lusso ecologico

Per una scelta originale e un po' fuori dai soliti schemi, ci si può orientare verso la Lexus CT 200h che ha debuttato a marzo di quest'anno. Sulle nostre strade è ancora piuttosto raro vederne qualcuna, ma la compatta premium ha dalla sua la collaudata tecnologia ibrida Toyota.

La Lexus CT 200h è fatta su misura per chi vuole distinguersi senza farsi notare, complice il design poco emozionale. All'interno i materiali e le finiture sono da vera Lexus, infatti si ritrova molta cura per i dettagli e per l'ergonomia, mentre la capacità del vano bagagli è di 375 litri. Come da tradizione Toyota, l'offerta è semplice e non si perde molto tempo per orientarsi nel listino. Le quattro voci che lo compongono espongono gli altrettanti livelli di allestimento: base, Executive, Style e Luxury.

La meccanica rimane invariata per tutte: motore termico a benzina VVTi 1.8 da 136 CV accoppiato a quello elettrico Lexus Hybrid Drive da 100 kW di potenza alimentato a batterie di idruro metallico di nickel. La Lexus CT 200h può viaggiare in modalità esclusivamente elettrica fino a 45 km/h di velocità massima con un'autonomia di circa 3 km senza consumare carburante.

La nota dolente per la Lexus è il prezzo: il listino parte da 29.000 euro (circa 7.000 euro in più della DS4 ibrida) e si spinge pericolosamente oltre quota 35.000 euro, anche se molti accessori sono già compresi nel prezzo.

Se vuoi aggiornamenti su BMW SERIE 1 E CITROEN DS4 SFIDANO GIULIETTA E LEXUS CT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Luca Gastaldi | 14 novembre 2011

Vedi anche

Dacia Sandero e Sandero Stepway 2017: ancora più curate

Dacia Sandero e Sandero Stepway 2017: ancora più curate

La Casa romena rinnova la sua gamma e in particolare regala un interessante restyling ai modello Sandero e Sandero Stepway.

Nuova Nissan Micra: prezzi da 12.600 euro

Nuova Nissan Micra: prezzi da 12.600 euro

La nuova generazione della citycar giapponese debutta in Italia con prezzi che partono da 12.600 euro e raggiungono i 17.700 euro.

Seat Leon Cupra 2016: al via la prevendita

Seat Leon Cupra 2016: al via la prevendita

La Cupra ST diventa anche integrale grazie alla trazione 4Drive.