Renault Clio GT Gordini: la gamma si allarga

Renault Clio Gt Gordini amplia la gamma con le versioni Sport, Chic e Trendy mantenendo intatte le caratteristiche del brand.

Renault Clio GT Gordini: la gamma si allarga

Tutto su: Renault Clio

di Luca Gastaldi

29 settembre 2011

Renault Clio Gt Gordini amplia la gamma con le versioni Sport, Chic e Trendy mantenendo intatte le caratteristiche del brand.

Dal mese di settembre è possibile ordinare la nuova gamma delle vetture Renault Clio GT Gordini che si presenta con le versioni meno estreme Sport, Chic e Trendy. Sviluppata da Renault Sport, Clio GT Gordini – che copre il 36% delle vendite di Clio RS in Francia e il 27% in Europa – rappresenta la risposta alle attese di una clientela moderna, esigente in termini di stile e di piacere di guida, che non desidera, tuttavia, possedere un’auto dal carattere sportivo troppo marcato.

Equipaggiata con il grintoso 1.6 16V benzina 130 CV (Euro 5 ed emissioni di CO2 pari a 155 g/100 km) e declinata in due versioni, 3 e 5 porte, Clio GT Gordini dispone di un assetto curato da Renault Sport Technologies, capace di offrire un comportamento dinamico di alto livello mantenendo un buon livello di comfort. I prezzi vanno dai 16.750 euro per la versione a 3 porte, ai 17.500 per la 5 porte.

Gli elementi esclusivi e distintivi della “griffe” Gordini si possono riassumere nei badge identificativi, nelle calotte dei retrovisori esterni Bianco Ghiaccio o Grigio Metallo, nei cerchi in lega da 16 pollici “Turini”, nelle modanature dei paraurti bianche o grigie. All’interno spiccano gli inserti in nero laccato, i copritappetini con impunture blu griffati “Gordini” così come la leva del cambio e il pomello in metallo, la pedaliera sportiva in alluminio, i sedili sportivi e il volante in pelle con parte superiore grigia e due bande bianche al centro.

L’equipaggiamento si serie comprende, invece, airbag frontali e laterali, doppio terminale di scarico, lama aerodinamica anteriore, minigonne laterali e spoiler posteriore in tinta carrozzeria. Il sistema elettronico della stabilità (ESP+ASR) completa le dotazioni di sicurezza.