Toyota Camry 2012: settima serie al debutto

Motori da 2,5 e 3,5 litri, confermata la versione ibrida da 200 CV. Linea più squadrata ma struttura più leggera, a vantaggio dei consumi.

Toyota Camry 2012: settima serie al debutto

Tutto su: Toyota

di Francesco Giorgi

29 agosto 2011

Motori da 2,5 e 3,5 litri, confermata la versione ibrida da 200 CV. Linea più squadrata ma struttura più leggera, a vantaggio dei consumi.

Stesse dimensioni della precedente, ma caratterizzata da un corpo vettura più “squadrato, seppure più “leggero” grazie all’impiego di alluminio e acciai speciali. a tutto vantaggio dei consumi.

Ecco, in estrema sintesi, la nuova Toyota Camry, settima serie del modello più venduto oltreoceano negli ultimi nove anni, e (come avevamo evidenziato l’anno scorso), già protagonista nel 2007 di una campagna di richiami, precedente a quella che ha interessato, a milioni di unità, il marchio fra 2009 e 2010.

La vettura, svelata in questi giorni, viene realizzata nello stabilimento di Georgetown (Kentucky), ed è pronta al debutto commerciale. Il suo prezzo, a seconda delle versioni (la Camry viene proposta in quattro allestimenti: L, LE, SE e XLE) parte da 21.245 dollari (circa 14700 euro).

Le motorizzazioni vanno dal 4 cilindri di 2,5 litri di cilindrata e 178 CV al V6 di 3,5 litri e 268 CV, entrambi abbinati a un cambio automatico a 6 rapporti a modalità sequenziale. In versione ibrida (che sviluppa 200 CV ed è equipaggiata con un cambio automatico), la Toyota Camry si differenzia dalle declinazioni “tradizionali” per la strumentazione a Led e può funzionare con la sola trazione elettrica per poco meno di 3 km a una velocità di 40 km/h.

Fra le curiosità che riguardano la settima serie di questo modello, il debutto “quasi sportivo”: la Toyota Camry, infatti, parteciperà in veste di pacecar alla Daytona 500, gara di apertura della serie Nascar 2012.