DDR Miami GT: la supercar per tutti

L’atelier DDR Motorsport promette con soli 50.000 dollari una GT personalizzabile che strizza l’occhio alle sportive endurance.

Miami GT by DDR Motorsport

Altre foto »

Non è proprio per tutti, ma quasi. L'atelier DDR Motorsport è stato concepito nel 2001 a Miami con l'obiettivo di creare una sportiva GT dal gusto esotico, ma dal prezzo accessibile. Questo affiatato team di specialisti ha sfruttato la loro passione per le auto sportive, mescolata a specifiche conoscenze del settore per realizzare la Miami GT, seguendo il motto di Ferdinand Porsche, il quale amava ripetere: "Non riuscivo a trovare l'auto sportiva dei miei sogni, così l'ho costruita io". 

Esteticamente la Miami GT ricalca alcune delle soluzioni stilistiche tipiche degli sport prototipi impiegati nelle gare di Endurance, ma anche di certe sportive estreme come la mitica McLaren F1 degli anni '90. Il corpo vettura della sportiva americana - realizzato in vetroresina - si presenta con un muso estremamente corto e rastremato che precede una cabina realizzata in posizione avanzata studiata per ospitare due persone. La lunga coda ospita il propulsore centrale installato in un apposito telaio realizzato in acciaio e kevlar, mentre le portiere, di sicuro effetto scenico, si aprono verso l'alto. La rigidità del corpo vettura è assicurata da un solido telaio tubolare rinforzato con panelli in acciaio, mentre il parabrezza, il lunotto e i finestrini laterali sono stati realizzati in speciale vetro Lexan.

Per il resto la Miami GT è completamente personalizzabile dal cliente a partire dal tipo di cerchi in lega abbinati a pneumatici da strada o da competizione, o ancora la scelta dell'assetto sportivo, messo a punto a secondo delle esigenze del cliente, che può optare per una vasta scelta di sospensioni. Allo stesso modo l'abitacolo può essere personalizzato con una serie di accessori che vanno dai sedili sportivi ad alto contenimento, realizzati su misura e dotati di cinture di sicurezza a quattro o a sei punti, oppure scegliendo il tipo di volante o della leva del cambio, realizzati sempre secondo le richieste del cliente.

Per quanto riguarda invece la scelta dei propulsori, la DDR Motorsport permette di optare tra tre diversi unità,  prelevate da altrettante GT del recente passato tra cui: Toyota MR-2 (1989-1996), Chevrolet Corvette (1997-2002) e  Acura RSX (2002-2006), con potenza che oscillano tra i 200 e 500 CV.

Nonostante l'alto livello di personalizzazione e l'utilizzo di materiali di prima scelta, gli uomini della DDR Motor assicurano che il prezzo finale della vettura non supererà il 50.000 dollari, un listino davvero interessante se si considerano i contenuti e soprattutto se non si bada troppo alla poca originalità estetica dell'auto.  

Se vuoi aggiornamenti su DDR MIAMI GT: LA SUPERCAR PER TUTTI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 14 luglio 2011

Vedi anche

Alfa Romeo Giulia 2.2 JTDM by BR-Performance

Alfa Romeo Giulia 2.2 JTDM by BR-Performance

L'atelier di Lussemburgo ha messo le mani sulla nuova Giulia turbodiesel: esteticamente immutata ma riveduta "sotto il cofano", si spinge a 230 km/h.

Garage Italia Customs: una Fiat 500 per Paco Rabanne

Garage Italia Customs: una Fiat 500 per Paco Rabanne

Sarà il premio di un concorso a cui è possibile partecipare fino al 31 dicembre.

Mercedes SL 65 Amg by Vath: roadster da 700 CV

Mercedes SL 65 Amg by Vath: roadster da 700 CV

Oltre il 10% di "cavalleria" in più (e 325 km/h) sprigionati dal poderoso V12 biturbo per la SL 65 Amg "riveduta e corretta" dal tuner bavarese.